Logo Sportellate
Svizzera-Italia
, 29 Giugno 2024

Silenzio, si dorme


Una sconcertante Italia viene eliminata dalla Svizzera: Euro 2024 entra nelle pagine nere del nostro calcio.

Anche i più pessimisti, alla vigilia di questo Europeo, non potevano forse pensare che si sarebbe giunti a questo. 90 minuti di Svizzera-Italia dove i nostri non sono stati capaci, in nessun momento e in nessuna situazione tecnico/tattica, di impensierire minimamente la Svizzera. Lo riscriviamo: siamo stati dominati dalla Svizzera. Pronti e via e ci consegniamo al loro possesso palla, lento ma organizzato, e al loro pressing molto alto, che non siamo mai in grado di superare: il primo tempo è una sequela di palloni persi in uscita. Ai nostri manca costantemente la precisione, la fretta (e la paura) la fanno da padrone. Fagioli non riesce ad imporsi, Barelle sfodera un'altra prestazione incolore, Scamacca non funge mai da riferimento centrale. Dopo una occasione in cui Donnarumma salva la baracca su Embolo, il loro gol arriva su un taglio "scolastico" di Freuler che Barella e Fagioli non hanno l'accortezza di seguire. Qualcuno potrebbe evocare un "errore di comunicazione", la realtà è che se non scendi in campo puoi gol di questo tipo.

Il secondo tempo parte in modo tragicomico: dopo pochi secondi perdiamo palla con Fagioli e loro quando ancora non si è giunti al 46esimo segnano il 2-0. Anche qui un passaggio prevedibile e leggibile libera Vargas, che si inventa un bellissimo tiro, ma completamente da solo. Da li è buio pesto, perché il gol toglie qualsiasi scintilla di reazione che Spalletti avrà provato a dare nello spogliatoio: lo si vede nel linguaggio del corpo di chi è in campo ed in panchina, nei momenti dei cambi. Lo si nota dal fatto che nessuno prova almeno a fare un fallo, a dare una scossa ai compagni. Questa squadra doveva avere in alcuni giocatori (Barella, Chiesa, Dimarco, Bastoni e Donnarumma in primis) un qualche barlume di personalità: la verità è che Gigione a parte nessuno si è mai imposto come leader del gruppo. Nelle difficoltà poi nessuno ha le briglie del gruppo. Ci è mancato quello che negli USA definiscono il "floor general".

Se in campo è mancata la guida, difficile ascrivere a Spalletti la piena responsabilità di questa debacle, ma il CT ex Napoli ha vissuto un mese di chiara confusione. I continui cambi di moduli, uomini e richieste a chi era in campo erano i segnali di chi provava per tentativi ed errori di trovare quella formula magica, quella scintilla per dare forma alla propria squadra. Nessuno potrà rimproverare a Luciano Spalletti di non aver tentato tutto il possibile - anche in un paese di 60 milioni di Commissari Tecnici - ma non essere stati in grado di trovare una struttura adeguata in campo apre interrogativi che speravamo di non dover porci. Il "forcing" finale è lo specchio di tutto questo: nessuna idea, nessuna direzione tracciata. Unicamente tentativi di mettere in campo più giocatori offensivi possibili nella speranza che qualcosa accadesse. Purtroppo non è accaduto.

La Svizzera ha dato proprio dimostrazione di cosa vuol dire organizzazione, intesa e anima nel gioco del calcio. Una squadra con individualità non eccelse, ma che ha in Xhaka un leader assoluto e che oggi sembrava legata costantemente da un filo invisibile che univa i giocatori tra loro. Ci hanno pressato alti e una volta giunti nella nostra trequarti sapevano quando andare di ampiezza o quando provare la giocata per l'uomo nel cuore della nostra difesa. Non hanno mai sofferto in fase difensiva, non hanno permesso mai a Barella di avere il pallone tra i piedi (non che l'ex Cagliari si sia dannato per prenderla), su Chiesa hanno costantemente portato un raddoppio e hanno avuto gioco facile contro gli ectoplasmatici El Shaarawy e Scamacca.

Di questo Euro 2024 ci rimarrà l'idea di una squadra che non aveva qualità, non aveva spirito, non aveva idee chiare. Ci siamo presentati qui con certezze che si sono sciolte come neve al sole non appena abbiamo trovato una squadra di livello. Si potrebbe dire che, tolta la vittoria con l'Albania, nelle restanti 3 sfide abbiamo segnato unicamente il gol di Zaccagni, nata da due prodezze individuali (del giocatore della Lazio e di Calafiori, l'unico raggio di luce in questa valle buia), subito 4 gol, cambiato 4 formazioni iniziali nei giocatori e nel modulo, senza dare mai idea di sapere bene quale fosse il piano. Anche quei gruppi di giocatori che potevano costituire l'ossatura della squadra non ne sono mai stati realmente la forza. Ora guarderemo giocare gli altri, una consuetudine che, dal quella sera di Milano del Novembre 2017 contro la Svezia, sta diventando un'allarmante costante della nostra Nazionale, miracolo 2021 escluso.


L'Europeo di Sportellate non è solo articoli e considerazioni sparse! Potete infatti acquistare il nostro magazine con le guide a Euro 2024, ascoltare il nostro podcast Charisteas o iscrivervi alla nostra lega del FantaEuropeo.


  • Guastallese, classe 1987. Italia-Nigeria del '94 gli fa scoprire questa cosa chiamata Sport, con effetti anche gravi. Altre passioni: i numeri, i libri e la ricerca dello One Piece.

Ti potrebbe interessare

Pecunia non olet

I rapporti tra Euro 2024, Qatar e Cina vanno oltre alle singole sponsorizzazioni

Qual è la miglior canzone ufficiale degli Europei?

Dal peggiore al migliore, i brani che hanno accompagnato le ultime nove edizioni del torneo.

Perché agli Europei non si fa la finale 3°/4° posto?

Colpa dell'Italia e di Antonin Panenka.

Dani Olmo agente del caos

In Spagna-Germania, il suo ingresso per l'infortunio di Pedri è stato decisivo

Dallo stesso autore

Amarcord: Inghilterra-Italia 0-1

27 anni fa l'Italia di Cesare Maldini faceva cadere Wembley.

È tempo di NBA Trade Season

Le trade hanno rivoltato i Raptors, tre mine vaganti popolano l'Est e i Bucks hanno perso la pazienza

Chi prendere e chi evitare al FantaNBA 2023/24

Consigli non richiesti che potrete rinfacciare in futuro.
,

Cinque lezioni dal mondiale di basket 2023

Il tiro da 3, il peso degli episodi e l'incompiutezza dell'Italia.
Newsletter
Campagna Associazioni a Sportellate.it
Sportellate è ufficialmente un’associazione culturale.

Associati per supportarci e ottenere contenuti extra!
Associati ora!
pencilcrossmenu