Logo Sportellate
Euro 2024
, 28 Giugno 2024

Le ca-te-go-ri-e di Euro 2024


Alcune considerazioni tra i gironi e la fase a eliminazione diretta di Euro 2024

Si è ufficialmente conclusa la prima fase di Euro 2024, che ha portato con sé molteplici spunti.

Interessante, ad esempio, come i giocatori che militano in Arabia (eccezion fatta per Kanté) hanno deluso, risultando impacciati e fuori forma (Milinkovic-Savic e Brozovic, i due più in difficoltà), confermando quanto la Sudi Pro League abbia ancora strada da fare per potersi considerare uno dei più importanti al mondo.

Poche partite sono state veramente mozzafiato: la questione più che mai attuale dei calendari saturi, che hanno spremuto ogni singola fonte di energia dei giocatori, facendoli arrivare a questo Euro 2024 non al 100%, dovrebbe tornare prepotentemente alla ribalta (spoiler: non lo farà).

Sono stati scoperti giocatori interessanti sconosciuti ai più, come ad esempio Mikautadze. Ci sono state squadre che hanno convinto più di altre, alcune che hanno deluso e quelle che hanno dato più brio alla competizione. Abbiamo provato a racchiudere le compagini che più hanno caratterizzato questi gironi in una tier list. Le categorie - liberi di pronunciarlo a voce più o meno alta e con ritmo più o meno scandito - sono Promossi, Sorprese, Bocciati, Rimandati e Casinisti.

Loro.

Premessa: solo tre squadre per categoria, per risaltare solo quelle che hanno più fatto discutere, nel bene o nel male. Ognuno matura pareri diversi in merito alle partite, a ciò che vede e a come lo interpreta: se avete visto un Euro 2024 diverso dal nostro, fatecelo sapere - o forse no, al massimo vi risponderemo con una GIF di disprezzo.

Euro 2024

Promossi

Spagna - Tutti sappiamo quanto gli iberici siano forti, tecnici e competitivi. Nonostante ciò, era difficile immaginarsi un impatto così: 9 punti, 5 gol fatti e 0 subiti. La squadra di de la Fuente, dopo un secco 3-0 alla Croazia, ha annullato l’Italia per poi chiudere la pratica, nell’ultima uscita, con l’Albania. A brillare maggiormente sono stati i 2 esterni, Lamine Yamal e Nico Williams, spine nel fianco delle difese; Fabian Ruiz, con le sue geometria e il suo elevato QI calcistico, ha dato grande fluidità; Cucurella, sulla fascia sinistra, ha performato a 360° rendendosi indispensabile sia in fase di possesso che non; insomma, la Spagna è stata la miglior squadra.

Germania - Molti erano gli interrogativi sui padroni di casa di questo Euro 2024, ma gran parte di essi sono stati sciolti al termine di questi gironi. Quella di Nagelsmann è squadra vera: compatta, efficace nell’impostazione dal basso, pungente dalla trequarti in su. A differenza della Spagna, però, non hanno concluso a punteggio pieno per il pareggio maturato con la Svizzera, che ha messo in difficoltà a più riprese i tedeschi. Le prestazioni con Scozia e Ungheria sono state assolutamente convincenti: la Germania sarà un osso durissimo nella fase a eliminazione diretta. La rosa è forte, i giocatori sembrano trovarsi a meraviglia tra di loro. Con un Musiala così...

Portogallo - Delle tre è quella che ha impressionato meno, ma ha ben figurato ugualmente. L’ultima con la Georgia fa poco testo: anche perdendo, la squadra di Martinez sarebbe passata come prima. Qualche dubbio in più rispetto a Germania e Spagna, due corazzate, c'è: ad ogni modo, i lusitani hanno fatto il proprio in un girone non scontato. Uno dei temi della vigilia è stato relativo a CR7: come avrebbe affrontato la Euro 2024 dopo l'approdo in Arabia? Il giudizio è sospeso: la porta è stregata ma le prestazioni sono state sufficienti. La sensazione è che, alla prima palla buttata dentro, potrebbe scatenarsi e risultare (nuovamente) decisivo. 

Sorprese

Georgia - Finora, la vera sorpresa di Euro 2024. Alla prima presenza in una grande manifestazione internazionale, nessuno si sarebbe aspettato che passassero il turno: Kvara e compagni hanno fatto una vera e propria impresa, di quelle che scaldano il cuore di tutti gli appassionati di sport, una sorta di - scusate il reato di - Leicester delle nazionali. Sorprendentemente, il capocannoniere dei gironi di Euro 2024 è Mikautadze, attaccante del Metz; la stella Kvaratskhelia, invece, si è ripreso la scena nell’ultima partita dopo un inizio titubante. Se la Georgia vuole stupire ancora sa che ha bisogno del suo giocatore da 90.

Austria - Una delle squadre più toste e quadrate. A bocce ferme tutti avrebbero scommesso su Francia prima nel gruppo D e Paesi Bassi seconda, ma gli austriaci hanno ribaltato il pronostico. Alla squadra di Rangnick, ora, la possibilità di sfruttare il lato del tabellone più agibile (sulla carta). Gli uomini in più di questa squadra sono Sabitzer e Baumgartner, ma il vero punto di forza dell’Austria è il grande ordine che Rangnick ha dato alla selezione, facendola pressare alto in maniera corale e risultando estremamente efficace. Agli ottavi incontrerà la Turchia: la sensazione è che l'Austria detterà il ritmo della gara, a prescindere dall'andamento del risultato.

Svizzera - Così come l’Austria, i rossocrociati di Yakin si sono rivelati una squadra ostica, facendo sudare il primo posto nel girone alla Germania (fino al 92° dell'ultima gara, quando Füllkrug ha sovrastato la difesa avversaria pareggiando i conti). La Svizzera è il prossimo avversario dell’Italia, e il risultato sarà tutt’altro che scontato: gli Azzurri hanno una rosa in termini assoluti e decontestualizzati dal giugno 2024 più attrezzata, ma la Svizzera è parsa consapevole dei propri mezzi e sicura di sé. Almeno stando alle parole nell'avvicinamento, di Yakin e Freuler in particolare. 

Rimandati

Paesi Bassi - Quanta fatica... Alla luce di quanto dimostrato da Francia e Polonia, gli Oranje potevano fare di più. Il punto interrogativo più grande è la guida tecnica di Koeman, che non sta incidendo come dovrebbe. La squadra gioca senza convinzione e affidandosi a Depay, che da solo non può far molto. Van Dijk sta giocando un Euro 2024 negativo e la squadra ne risente. La rosa non è di assoluto livello, ma è lecito aspettarsi qualcosa in più da una squadra che sembra aggrapparsi unicamente alle giocate dei singoli. Nonostante ciò, il girone è stato passato: il giudizio definitivo sull’Olanda è in itinere. Basterà la spinta degli splendidi tifosi?

Inghilterra e Francia - Un Euro 2024, purtroppo per loro, analogo. Le due formazioni che vantano i giocatori del livello più alto in assoluto (prima del fischio d'inizio di Germania-Scozia, moltissimi le davano come le principali favorite per la conquista di Euro 2024) ma non riescono a sfruttarli a dovere.

Da una parte l’Inghilterra sembra sgonfiarsi non appena sblocca il risultato (se lo sblocca); dall’altra la Francia pare apatica e incapace di far rendere a pieno il proprio roster. La squadra di Southgate è comunque riuscita ad arrivare prima nel girone C (rende l’idea del livello espresso dal girone stesso?), mentre la Francia è addirittura arrivata seconda alle spalle dell’Austria. Malgrado ciò, restano le favorite per la vittoria finale: dispongono di selezioni troppo forti e complete per poter pensare il contrario. Una cosa è certa: se Southgate e Deschamps vogliono alzare la coppa, devono cambiare qualcosa.

https://www.youtube.com/watch?v=o__y7AOY8yI&pp=ygUYZW5nbGFuZCBmcmFuY2UgZXVybyAyMDI0

Bocciati

Serbia - La grande delusione di questo Europeo. Sebbene i giocatori ci siano e siano forti, come a Qatar 2022, i serbi sono arrivati ultimi nel girone nonostante non fosse uno dei più ferrei (anzi). Vlahovic ha underperformato ancora, dimostrando come il feeling con la nazionale sia scarso; Milinkovic-Savic è stato forse il peggiore, risentendo tremendamente del dislivello tra il campionato arabo e il calcio europeo; la rosa, nel complesso, è parsa a più riprese svogliata e senza grinta, segnando un solo gol in tre match. Davvero troppo poco.

Scozia - Non vantava i favori del pronostico, in un girone ostico come quello composto da Germania, Svizzera e l’Ungheria di Marco Rossi, ma le prestazioni sono state scadenti. McTominay e compagni non hanno mai messo in difficoltà le avversarie, al di là dei primi 13' con la Svizzera dove proprio il giocatore dello United aveva portato gli scozzesi avanti. Al termine del girone, il caldo e spettacolare pubblico della Tartan Army ha raccolto meno di quanto si aspettasse, e torna a casa con le mani vuote.

Polonia - Orfana per una partita e mezza della punta di diamante, Lewandowski, non ha vinto neanche una partita pareggiando solo con l’irriconoscibile Francia. I biancorossi sono stati la prima eliminata da Euro 2024 alla seconda giornata, restando in totale balia degli avversari. Probabilmente questa sarà l’ultima grande competizione con la nazionale per Lewandowski: la Polonia dovrà inventarsi qualcos’altro per non vedere i prossimi Europei e Mondiali dal divano e sopperire alla mancanza del suo numero 9. 

Casinisti [Speciale categoria riservata alle compagini che hanno dato più spettacolo, imprevedibilità e incertezze, giocandosi la qualificazione al turno successivo fino all’ultimo secondo] 

Belgio - Nominata in rappresentanza del girone E: fino al fischio d’inizio del terzo e ultimo giro di giostra tutte e 4 le squadre erano a pari merito a quota 3. Giocate Belgio-Ucraina e Romania-Slovacchia, la situazione è rimasta invariata ma a 4 punti. Decisiva, per l’Ucraina, il -2 di differenza reti in seguito al disastro della prima partita (0-3 contro la Romania). La squadra di Tedesco disponeva, sulla carta, della rosa migliore: è stata casinista in negativo, giocando male e ricevendo molte critiche. Agli ottavi lo aspetta la Francia, in una sfida tra delusioni.

Croazia e Italia - Casiniste per eccellenza di Euro 2024. Si sapeva: la Spagna era la favorita nel girone B, con Dalic e Spalletti pronte a fronteggiarsi il secondo posto. Italia e Croazia si sono giocate la qualificazione all’ultimo respiro. Ad andare in vantaggio sono i Vatreni con la loro stella più luminosa, Luka Modric, rimontati dalla rete di Zaccagni al 97'. La partita è stata una delle più emozionanti dell’intero Euro 2024 (siamo italiani, ci ha visti coinvolti emotivamente, siamo di parte).

  • Nato a Venezia nel 2003, studia Scienze della Comunicazione a Verona. Si è avvicinato al mondo del calcio grazie alle repliche delle partite di Serie A su Rai Sport e a quelle del PSG su Sportitalia.

Ti potrebbe interessare

Dallo stesso autore

Le ca-te-go-ri-e di Euro 2024

Alcune considerazioni tra i gironi e la fase a eliminazione diretta di Euro 2024

Tomáš Suslov, rapido ed elusivo

Il trequartista slovacco ha conquistato il Verona.

Éderson è dappertutto

Nel centrocampo dell'Atalanta di Gasperini e, ora, anche in quello della Seleção

I giocatori che hanno bisogno di Euro 2024

Sette giocatori che devono farsi notare a Euro 2024.
Newsletter
Campagna Associazioni a Sportellate.it
Sportellate è ufficialmente un’associazione culturale.

Associati per supportarci e ottenere contenuti extra!
Associati ora!
pencilcrossmenu