Fiorentina-Atalanta
, 3 Aprile 2024

Fiorentina-Atalanta (1-0) - Considerazioni Sparse


L'Atalanta sbaglia i conti e viene rimandata sul campo di Firenze.

Questa semifinale d'andata di Coppa Italia segna per Fiorentina e Atalanta l'inizio di un aprile denso di impegni, un rush finale di stagione a dir poco serrato dove le due squadre saranno impegnate costantemente ogni tre giorni, tra campionato e competizioni europee. Italiano spererà che davvero chi ben comincia è a metà dell'opera: la prestazione dei suoi è un vero e proprio toccasana di rassicurazioni, dopo un ultimo periodo a dir poco complicato dentro e fuori dal campo;

Le prestazioni dell'ultimo turno di campionato restituivano di uno stato di salute ben differente delle due squadre, ferme da due settimane a causa del rinvio della loro sfida di campionato dopo l'improvvisa morte di Joe Barone. Sul bilico della crisi la Fiorentina, battuta dal Milan e soprattutto apparsa in confusione mentale, carica al massimo l'Atalanta, reduce dal sonoro 3-0 al Napoli. Ma ogni partita è sempre un universo a sé stante: il primo round in vista della finale se lo aggiudica con merito la Viola, che perfino avrebbe di che recriminare per un risultato troppo stretto, con le parate di Carnesecchi lì a testimoniarlo;

Gasperini sbaglia i conti, forse sopravvalutando la brutta prestazione difensiva dei viola contro i rossoneri. La necessità di dosare le forze e di compensare l'assenza di Scalvini soprattutto per il lavoro nella prima costruzione, lo fa propendere per una formazione con un centrocampo più di palleggio (Ederson inizialmente in panchina) e senza punti di riferimento in attacco. L'idea doveva essere di attrarre il pressing alto della Fiorentina per sfruttare le transizioni, innescando Lookman in profondità e Miranchuk in quei mezzi spazi che i viola avrebbero fisiologicamente lasciato aperti. Il primo tempo della Dea invece suona in tutt'altra maniera: la prima linea di pressione dei viola è sempre intensa e precisa nell'orientare i passaggi, e la mancanza di una soluzione diretta in uscita rende complicata la risalita dei bergamaschi, da subito bloccati nei propri venti metri;

Italiano rischia, ancora una volta, proponendo Bonaventura in mediana accanto a Mandragora e schierando ancora il quartetto offensivo al completo, con i due esterni e Beltran a supporto di Belotti. Sembra controintuitivo, ma la presenza di Jack in mezzo al campo, di fatto con compiti soprattutto di impostazione (vista anche l'assenza di un play aggiunto come Martinez Quarta), rende più equilibrata una Fiorentina che spesso fatica a sostenere i ritmi della sua stessa pressione in avanti, e quando viene saltata si trova sanguinosamente scoperta. La lucidità delle letture senza palla di Bonaventura, unita alle difficoltà dell'Atalanta, aiuta anche il collega di reparto in grande spolvero per l'occasione: Rolando Mandragora non solo decide la partita con un gol incredibile dalla distanza, ma offre probabilmente la sua miglior prestazione in assoluto a Firenze, tanto per ritmi quanto per pulizia e scelta delle giocate;

I correttivi all'intervallo - dentro Ederson e Scamacca da subito, per Pasalic e un irritante Miranchuk - da un lato rianimano l'Atalanta tanto quanto basta per evitarle il KO tecnico, dall'altra non bastano a cambiare l'inerzia di una partita già compromessa soprattutto sul piano psicologico. Dopo tante prestazioni storte la prima metà di gara è stata un'iniezione di fiducia enorme per la Fiorentina, che ha visto finalmente ripagata la grande intensità nel lavoro senza palla. Certo, per i viola ci sono dei problemi che la magia di Mandragora ha solo nascosto sotto il tappeto: anche in questa gara come in tante altre si è visto il sostanzialmente scollamento tra l'efficacia dei recuperi alti viola (ancora i migliori in Serie A in questa statistica), e le difficoltà nella creazione di palle gol pulite. Più che la famigerata "difesa alta", il punto critico della squadra di Italiano è che ha bisogno di faticare 100 per guadagnare uno. A questo giro, è bastato. In attesa del ritorno, Fiorentina-Atalanta ha già dato segnali e spunti di discussione.

  • Scribacchino schierato sull'ala sinistra. Fiorentina o barbarie dal 1990. Evidenzia le complessità di un gioco molto semplice.

Ti potrebbe interessare

Dallo stesso autore

Associati

Banner associazioni Sportellate, clicca qui per associarti!
Newsletter
Campagna Associazioni a Sportellate.it
Sportellate è ufficialmente un’associazione culturale.

Associati per supportarci e ottenere contenuti extra!
Associati ora!
pencilcrossmenu