L'esultanza di Zapata in Udinese-Torino
, 16 Marzo 2024

Udinese-Torino (0-2) - Considerazioni Sparse


Contro un Torino solido, l'Udinese ci tiene a far sapere che la vittoria contro la Lazio è stata una casualità.

Al Bluenergy Stadium va in scena una sfida tra due fondamentalisti della difesa a tre come Cioffi e Juric, anche se con il secondo confinato dietro ad un vetro a scontare la sua seconda giornata di squalifica. Nei friulani viene lasciato nuovamente fuori Samardzic, a cui viene preferita la quantità di Payero, e Pereyra viene spostato sulla fascia, lasciando l'onere di inventare in zona centrale al solo Thauvin, ultimamente molto ispirato. Nelle fila granata spiccano invece il ritorno di Mergim Vojvoda, anche se da braccetto della difesa a tre, e l'esordio dal primo minuto di Okereke al posto dell'acciaccato Sanabria. In questa sfida tra un'Udinese a caccia di punti salvezza e un Torino che vuole di più del decimo posto ormai d'ordinanza, a fornire uno spunto di discussione ulteriore è l'incrocio tra tre giovani nazionali italiani, freschi di convocazione: Alessandro Buongiorno, Raoul Bellanova e Lorenzo Lucca.

Il Torino decide di mordere immediatamente la gara, facendo suo il pallino del gioco sin dalle prime azioni e rendendosi pericoloso soprattutto con le discese sul lato sinistro e con le combinazioni in attacco tra Zapata e Okereke. Dal canto suo l'Udinese apprezza che sia la squadra avversaria a condurre le danze e si prepara ad una gara di ripartenza, ma il pressing degli uomini di Cioffi e disordinato e affannoso. Il premio per il piglio intraprendente dei granata arriva dopo 10 minuti: il rientrante Vojvoda pennella un pallone sulla testa di Duvan Zapata, che sfugge ad una marcatura non troppo convinta dell'altrettanto rientrante Bijol e spedisce il pallone alle spalle di Okoye. Per l'Udinese sembra già essere il colpo del KO senza nemmeno aver iniziato a provarci, anche se il gancio che mette veramente i bianconeri al tappeto arriva al 53' quando Vlasic trova il raddoppio e mette fine al suo digiuno di gol. Tra i due gol, una mossa di Cioffi che ha lo stesso effetto di attaccare i cavi elettrici ad una rana morta, come nel proverbiale esperimento da scuola americana;

La scossa elettrica data da Cioffi è l'ingresso di Ehizibue al posto di un perplesso Payero attorno alla mezz'ora del primo tempo, con il contestuale accentramento di Pereyra in posizione di mezzala. In realtà con questa mossa l'allenatore toscano è andato a tamponare un errore che lui stesso aveva commesso, ovvero quello di allontanare Pereyra dal fulcro del gioco, perdendoci allo stesso tempo in atleticità e capacità di filtro sulla fascia, non riuscendo così né a costruire azioni né a fermare quelle granata sul lato sinistro. Nei successivi quindici minuti l'Udinese è tornata dentro la partita, ma la fascia sinistra è stata la Moby Dick di Cioffi oggi, che poi ha sostituito Ferreira con Kristensen sempre da quel lato e poi il già subentrato Ehizibue con Ebosele. Una girandola di cambi che certifica quanto è facile mettere in difficoltà l'Udinese su determinati aspetti e quanto sia un problema avere una serie di giocatori monodimensionali, uno buono per difendere ma non per attaccare, uno fisico ma non di qualità, uno raffinato ma in imbarazzo a difendere, e così via.

La partita di oggi è stata anche estremamente didascalica nel mostrare quanto faccia la differenza avere un centravanti come Duvan Zapata rispetto a uno come Lorenzo Lucca. Alcuni numeri, oltre al gol e all'assist fatti registrare dal colombiano: 5 tiri contro 2, 46 palloni toccati contro 26, 13 passaggi riusciti contro 9, 5 duelli aerei vinti contro 2. Certo, il Torino è una squadra che coinvolge meglio nel gioco i suoi attaccanti, ma Zapata è un giocatore in grado, spesso e volentieri, di "fare da sé" e proprio di questo avrebbe bisogno l'Udinese, che basa ampie fasi del suo gioco su estemporanee espressioni di talento o di potenza fisica dei singoli. Non stiamo dicendo che Lucca sia scarso, inadatto alla Serie A o che altro - sarebbe falso e ingeneroso nei suoi confronti - ma va anche riconosciuto che in una squadra strutturata come l'Udinese di Cioffi è più un cruccio che una risorsa avere un attaccante molto efficace in quanto a finalizzazione pura ma poco consistente in fase di costruzione delle occasioni e di salita della squadra. Paradossalmente un giocatore con un rapporto a dir poco complicato con il gol come Success regala molte più soluzioni ai bianconeri;

Questa partita ha dimostrato ancora una volta, se ce ne fosse stato bisogno, che questa Udinese non può ambire a molto di più della posizione in cui si trova e che c'è un gradino piuttosto ripido da superare per guardare da pari squadre come Genoa, Monza e lo stesso Torino, che si rilancia invece in ottica Europa. I granata possono finalmente provare ad uscire dalla palude dell'eterna mezza classifica, anche grazie ad una grande dose di talento, tra quello già affermato - Vlasic, ad esempio - e quello in divenire - notevole la partita di Gineitis oggi. L'Udinese deve invece rassegnarsi a lottare nel fango fino a fine stagione, restando consapevole di poterci mettere almeno più ambizione e grinta di oggi. In settimana Cioffi aveva parlato di grande pressione per la sua squadra quando impegnata tra le mura amiche, identificando però i fischi - in questa stagione molto frequenti - del pubblico come manifestazione d'amore. E oggi sia a fine primo tempo che al 90' di amore ce n'è stato parecchio.


  • Classe '99, fervente calciofilo e tifoso dell'Udinese, alla sua prima partita allo stadio vede un gol di Cesare Natali e ne resta irrimediabilmente segnato. Laureato in scienze politiche a Padova e in un corso dal nome lunghissimo che finisce per "media" a Bologna, usa la tastiera per scrivere di calcio e Formula 1 e il mouse per fare grafiche su Canva.

Ti potrebbe interessare

Dallo stesso autore

Associati

Banner associazioni Sportellate, clicca qui per associarti!
Newsletter
Campagna Associazioni a Sportellate.it
Sportellate è ufficialmente un’associazione culturale.

Associati per supportarci e ottenere contenuti extra!
Associati ora!
pencilcrossmenu