Milan Rennes

Milan-Rennes (3-0) – Considerazioni Sparse


Ruben Loftus-Cheek e Leão troppo più forti del Rennes, il Milan diverte senza sporcarsi.

Quando è stato sorteggiato come avversario del Milan, il Rennes era 13esimo in classifica e aveva appena cambiato allenatore sostituendo Genesio con Julien Stéphan. Si è trattato di un ritorno sulla panchina dei francesi. Dopo questa sostituzione in corsa, il Rennes ha cambiato marcia e si è presentato per la prima volta nella sua storia a sfidare il Milan - accompagnato in massa dai propri tifosi - con 8 vittorie consecutive e settimo in Ligue One. Due squadre in fiducia, che promettevano una partita dinamica. Quel talento e dinamismo che ci si aspettava dalla squadra di Stéphan, forse anche per l’emozione della prima volta a San Siro, non si è mai visto in questa gara di andata. L’unica cosa godibile che si può dire del Rennes è che il talento di Desire Doué è il più brillante in questa squadra e magari potrà seguire le orme di Doku e Leão tra i talenti esplosi in Bretagna.

I giocatori del Rennes si sono presentati a San Siro nella loro versione pre-sorteggio, ovvero una squadra con le idee poco chiare su cosa fare in campo, con poca intensità, poco pressing e incapace di aprire spazi per transizioni, dove hanno molte frecce al loro arco. Questo perché, al contrario, il Milan è sembrato troppo superiore sia da un punto di vista tattico che tecnico. Il talento di Ruben Loftus-Cheek e Rafael Leão, per limitarci a chi ha deciso questo 3-0, è stato straripante in confronto agli avversari. Era evidente che si affrontassero due squadre di caratura diversa: una squadra arrivata in semifinale di Champions League contro una abituata all' Europa League. Forte di questo divario il Milan ha fatto una prestazione solida e divertente.

Con questa differenza in campo per il Milan è stata una boccata d’aria fresca, una vittoria comoda che
indirizza il ritorno in un periodo di ottima forma senza dare l’impressione di essersi sporcati troppo le maglie
. Ma anche in una giornata facile c’è da considerare il momento che sta vivendo il Milan e alcuni suoi interpreti in particolare. Con questa doppietta Loftus-Cheek arriva a sette gol stagione, di cui 6 nelle ultime 8 partite. Fisicamente straripante già da inizio partita quando ha preso in contro-tempo Truffert sulla linea di fondo con una facilità disarmante. Il controllo orientato sull’azione che porta all’angolo da cui segnerà è una giocata che farà parte nei suoi prossimi video highlights di Youtube.

Azione da highlights anche il 3-0 dei rossoneri, confezionato dalla splendida intesa di Theo e Leão sulla
sinistra, con un tacco del portoghese per la sovrapposizione del terzino francese che a sua volta gli serve un tiro di poco comodo da tirare secco in porta. Un gol che, oltre a chiudere virtualmente la qualificazione, è anche importante per il numero 10 del Milan. Non segnava da 5 partite e il suo scarso bottino di gol è molto chiacchierato.

Un’altra considerazione in una partita dove è difficile trovare macchie nella prestazione collettiva del Milan va fatta su Florenzi. Il terzino destro ha giocato una partita di esperienza e intelligenza, diventando spesso il playmaker della squadra visto che il Rennes ha marcato a uomo Reijnders. E così ha sfoderato il suo repertorio di lanci lunghi calibrati, uno di questi per la giocata di Loftus-Cheek citata sopra, e anche l’assist per il primo gol dell’inglese. Il Milan è in forma è ha giocato una partita da una delle squadre più forti di questa competizione, mettendo in discesa la qualificazione. Sorride, dunque, Stefano Pioli che si sta godendo il periodo positivo del Milan e con il ritorno di Thiaw sa che l’emergenza difensiva sta per finire.

  • Classe ’91, è nato a Milano e cresciuto a Torino. È il tipo di persona affascinato da tante cose culturali, forse troppe e guarda caso non sa mai scegliere la preferita. Ama sparire e riapparire tra le luci stroboscopiche e i suoni elettronici dei club. Si crogiola nel ridere e far ridere agli spettacoli di stand up, e resta sempre sorpreso dell’emozione che può regalare un uomo che calcia un pallone. Scrive di sport su Ultimo Uomo, Sportellate e qua e là. Conduce un podcast sul calcio inglese, Britannia. Scrive anche di musica, cinema e tanto altro. Collabora con Seeyousound International Film Festival.

Ti potrebbe interessare

Dallo stesso autore

Associati

Banner associazioni Sportellate, clicca qui per associarti!
Newsletter
Campagna Associazioni a Sportellate.it
Sportellate è ufficialmente un’associazione culturale.

Associati per supportarci e ottenere contenuti extra!
Associati ora!
pencilcrossmenu