Logo sportellate trasparente
Sanremo

Sanremo, Giovedì - Considerazioni Sparse


La terza serata di Sanremo 2024 scorre con più fatica, anche a causa dell'insostenibile invadenza del Fantasanremo

La terza serata perde un po’ di brio e di interesse, forse anche a causa del sovraffollamento degli artisti più attesi nella serata di ieri che ha lasciato leggermente sguarnita quella odierna. Il caso Travolta riecheggia fino all’inizio puntata, quando Amadeus per la prima volta in 5 anni si concede un’apertura nemmeno velatamente polemica. Il discorso è stato umanamente comprensibile, oltre a essere condivisibile, ma i riferimenti all’antipatia dell’ospite ce li saremmo risparmiati. Anche perché in fondo, come scrive l’ottimo Antonio Cefalù, “il ballo del qua qua con John Travolta è la Gioconda di Amadeus”, avendo fatto parlare tutti ancora una volta di Sanremo.

Il Festival di Sanremo è un programma unico per la televisione italiana e non solo, quindi trasformarne la durata in quella di un normale show di prima serata significherebbe castrarlo; ciò non toglie che una mezz'ora in queste due serate "interlocutorie" ce la saremmo potuta risparmiare senza grossi patemi d'animo. A livello di scrittura, pur in assenza di un momento forte come quello di Allevi, lo spettacolo è stato comunque scorrevole, forse anche più lineare della serata precedente. Merito degli ospiti azzeccati e non preponderanti (Russel Crowe su tutti) e di una Teresa Mannino (7,5) in grande spolvero nelle vesti di co-conduttrice, meno invece in quelli di oratrice. In una trascurabile parentesi da politologa, durante la conferenza stampa aveva cavalcato l’evergreen dell’anti-americanismo d’accatto (apprezzato sia a sinistra che a destra), farneticando di un’Italia “colonia degli USA”, ignorando di essere nella stessa manifestazione che 11 anni fa ospitò con tutti gli onori del caso il Coro dell’Armata Rossa. Anche il monologo di mezzanotte non è stato - eufemismo - indimenticabile, ma per fortuna nel resto delle occasioni sul palco se l’è cavata decisamente meglio e ha confermato tutto il suo talento: la storia del Festival è costellata di comici cha hanno floppato, ma non è affatto il suo caso. Il suo salto in braccio agli attoniti cantanti de Il Volo resterà un’immagine iconica. 

Come scrivevamo già 2 anni fa, il Fantasanremo era stata in origine un’intuizione brillante, mutuata di fatto dagli (irripetibili) inside joke della Gialappa’s: questi però, oltre a essere brillanti, venivano saggiamente centellinati e lasciavano genuinamente basito il Pippo Baudo di turno. Il gioco ha invece raggiunto livelli di invadenza che lo hanno portato a strabordare, cancellando ogni effetto comico: la spontaneità è andata a farsi benedire e le interazioni dei cantanti con il presentatore o il direttore d’orchestra, tratto caratterizzante delle prime edizioni di Amadeus, sono diventate meccaniche e ripetitive fino allo sfinimento. Ormai è diventato impossibile apprezzare anche quello che un tempo era un gesto di gentilezza, come il dono delle rose al Maestro, dato che l’unico riflesso è quello di pensare “punti al Fantasanremo”. 

Venendo alla gara, Maninni (7+) resta uno dei più sottovalutati, nonostante abbia un brano perfetto per i canoni di Sanremo e le sue esibizioni risultino convincenti; finirà a fondo classifica, ma è una bella scoperta. Alessandra Amoroso (7,5) e i Negramaro (7+) sono accomunati da un pezzo diesel, che necessità di più di un ascolto per essere apprezzato appieno, arricchito ovviamente dalle voci inconfondibili; la cantante salentina merita un mezzo punto in più per aver tenuto le rose senza prestarsi all'ormai consueta pagliacciata acchiappa-punti. I Santi Francesi (7,5) confermano invece le buone sensazioni del primo ascolto, mentre Angela (10) de I Ricchi e Poveri è la vera performer di questo Festival: presenza scenica, sorriso ed entusiasmo contagiosi, nessuna paura di mettersi in gioco. Il giudizio su Il Tre (6,5) risentiva negativamente dell’esibizione a orari marzulliani, ma il suo passaggio lascia un buon sapore e viene premiato un po' a sorpresa (c'è lo zampino della giuria delle radio). Rivalutare Sangiovanni (5) e la sua ballad resta invece impresa per stomaci forti o padiglioni auricolari difettosi. 

Davide Petrella e Jacopo Ettorre hanno co-firmato la bellezza di 4 brani diversi in gara a testa, seguiti a ruota da Paolo Antonacci, Edwyn Roberts e Cheope che hanno scritto 3 pezzi. La concentrazione di così tante canzoni nelle mani di poche (bravissime) penne è andata inevitabilmente a discapito della varietà delle proposte, come evidenziavamo già per la serata di mercoledì. In questo contesto merita una nota di merito un artista come Diodato, autore (unico) di testo e musica del suo brano; se a questo ci aggiungiamo che ci ha regalato l'ennesima esibizione perfetta, non si può che destinare a lui il voto più alto della serata (8,5). Al contrario, il peggiore risulta essere un Ghali (5) fuori fuoco e in difficoltà nel prendere una singola nota, sorprendentemente premiato con un'immeritata seconda piazza. La standing ovation e il successivo primo posto per Angelina (7,5) lascia presagire una lotta a 2 con Geolier per la vittoria finale di Sanremo: la cantante proveniente da Amici dovrebbe assicurarsi la vittoria nella serata cover ma nella finalissima a cinque i voti precedenti si azzereranno. Avere la meglio sull'enorme potenza di fuoco del rapper di Secondigliano al televoto sarà un'impresa ardua per chiunque.

  • Giornalista classe 90', da sempre innamorato della radio, ho diretto per 3 anni RadioLuiss e collaborato con varie emittenti in qualità di conduttore. Attualmente mi occupo di comunicazione d'impresa e rapporti istituzionali. Pallavolista da una vita, calciofilo per amore, appassionato di politica e linguaggi radiotelevisivi, nella mia camera convivono i poster di Angela Merkel, Karch Kiraly e Luciano Spalletti.

Ti potrebbe interessare

Dallo stesso autore

Associati

Banner associazioni

Newsletter

Campagna Associazioni a Sportellate.it
Sportellate è ufficialmente un’associazione culturale.

Associati per supportarci e ottenere contenuti extra!
Associati ora!
pencilcrossmenu