Kronplatz
, 6 Febbraio 2024

Kronplatz & Chamonix & WC Juniores - Considerazioni Sparse


Il caldo risparmia Kronplatz e Chamonix: dominio elvetico (Gut e Yule). Italia 2° nel medagliere dei Mondiali Juniores.

SLALOM GIGANTE Femminile - Lara Gut vince il gigante sulla Erta e si lancia all'inseguimento di Shiffrin! Se il successo non fa notizia, ciò non si può dire del 5° posto (1.39'' da Gut) di Sofia Goggia, la migliore delle azzurre. Per la bergamasca il 2° tempo della 2° manche dietro la freccia ticinese: a causa di un'uscita larga in 1° manche, avremmo potuto rivedere Sofy di nuovo sul podio in gigante a distanza di 8 anni. Beffata di appena 5 centesimi Federica Brignone (6° a 1.45'' da Gut): dopo una prima traballante si era rimessa in carreggiata, stando davanti a Goggia fino all'ultimo intertempo. Negli ultimi 10", senza commettere errori evidenti, ha compromesso la possibilità di arrivare a podio. Un trend che si ripete ormai da qualche gara e che ci suggerisce qualche perplessità in merito alla preparazione del setup (scioline, scarponi, ecc...). Completano il podio di Kronplatz a pari merito Alice Robinson e Sara Hector, a 1.09'' da Lara Gut; per la neozelandese classe 2001 si stanno concretizzando le aspettative che avevamo già dalle Olimpiadi di Pechino 2022, mentre per la 31enne svedese è l'ennesima prova di concretezza.

Impossibile non parlare dell'ennesimo terribile infortunio per Sofia Goggia nella giornata di lunedì 5 febbraio: frattura di tibia e malleolo tibiale della gamba destra in allenamento a Temù. Andrea Panzeri (Presidente della Commissione Medica FISI) ai microfoni di SKY Sport ha dichiarato che l'operazione in giornata alla clinica ''La Madonnina'' di Milano è riuscita perfettamente. La bergamasca dovrà osservare 45 giorni di riposo assoluto per permettere il consolidamento della placca e delle sette viti in titanio: solo dopo questo periodo si procederà con un recupero più attivo. Stagione terminata per Supersofy, costretta ad abbandonare la corsa per la coppa di Discesa Libera quando era in testa.

SLALOM SPECIALE Maschile - Rimonta senza precedenti! Lo svizzero recupera 29 posizioni e vince lo slalom di Chamonix, è record assoluto. Per una manciata di centesimi ha rischiato di non qualificarsi alla seconda manche, per la mancata presa dello sci esterno che lo ha portato lungo circa a metà tracciato. Per non uscire dai pali è stato costretto a inchiodare e ripartire praticamente da fermo, scivolando così in fondo alla classifica parziale. Ha sfruttato a pieno il vantaggio di partire primo in una pista destinata a rovinarsi tanto e ha recuperato un secondo e mezzo su Loic Meillard (2° a 0.16'') e Clement Noel (3° a 0.18''). La prima manche si è disputata con un'ora di anticipo rispetto al solito a causa delle temperature anomale che hanno costretto la FIS a cancellare le gare di Garmisch per le donne e le prove di velocità per gli uomini. Questa scelta ha conservato l'integrità della pista durante la prima discesa, mentre in seconda è successo quel che ci si aspettava. La gara ha visto distacchi minimi: Alex Vinatzer ha chiuso 10° con solo 46 centesimi di distacco dal primo posto. In un secondo erano racchiusi 27 atleti su 30 della seconda manche, ogni discesa poteva valere il podio come il 20° posto. Una vera e propria roulette russa.

MONDIALI JUNIORES Maschili - In Alta Savoia si sono disputati i Campionati Mondiali Juniores 2024: tra i grandi protagonisti anche i nostri azzurrini! Il 30 gennaio nella discesa libera l'Italia conquista due medaglie (argento e bronzo, Gregorio Bernardi e Max Perathoner) dietro al fenomeno svizzero Livio Hiltbrand - potrebbe esordire in Coppa del Mondo già l'anno prossimo. Il 31 gennaio l'Italia fa piazza pulita con due ori: Gregorio Bernardi (SuperG) e Max Perathoner & Edoardo Saracco (Combinata a Squadre). Il 3 febbraio nello Slalom Gigante una beffa clamorosa per Stefano Pizzato che si vede soffiare il bronzo per soli 4 centesimi dallo svedese Fabian Ax Swart, pupillo di Marcel Hirscher che già corre in Coppa del Mondo. Oro nel Gigante che va all'americano Ryder Sarchett davanti all'idolo di casa Alban Elezi-Cannaferina. Nello Slalom Speciale oro allo svizzero Hachler, argento all'austriaco Zudrell e bronzo al norvegese Grahl-Madesen. Saracco migliore degli azzurini 9°.

MONDIALI JUNIORES Femminili - Borsino vuoto in termini di medaglie per le baby azzurre, che in ogni prova piazzano comuqnue in Top10 quasi sempre almeno due atlete. L'oro in discesa libera va alla svizzera Malorie Blanc, dietro di lei due austriache (Viktoria Burgler 2° e Nicol Eibl 3°). Matilde Lorenzi è la migliore delle italiane, 7° posto. Lo slalom gigante vede trionfare la canadese Britt Richardson (18° a Kronplatz) davanti alla svizzera Stefanie Grob e a Lara Colturi (12° a Kronplatz) sulla quale non vogliamo spendere altre parole per non attirare le ire della FISI. Per le azzurre anche il 7° posto di Francesca Carolli. Nello slalom sono ben tre le italiane in Top10, purtroppo nessuna a podio; Beatrice Sola (5°), Ambra Pomarè (6°) e la più giovane della spedizione in Savoia, Giorgia Collomb - classe 2006 - (9°). Si prende l'oro la lettone Germane, già ammirata in CdM anche a Kronplatz, mentre argento e bronzo vanno rispettivamente a Svizzera (Anuk Brandli) e Svezia (Cornelia Ohlund).

  • Rimini, 5/8/1996. Ama il calcio romanzato e gli sport del circo bianco. Pare abbia imparato prima a sciare che a camminare e nel tempo libero è un professore di Educazione Fisica. Il suo sogno? Esordire con la nazionale di San Marino per dichiarare il suo amore al 'Loco' Bielsa nella futura amichevole con l'Argentina.

Ti potrebbe interessare

Dallo stesso autore

Associati

Banner associazioni

Newsletter

Campagna Associazioni a Sportellate.it
Sportellate è ufficialmente un’associazione culturale.

Associati per supportarci e ottenere contenuti extra!
Associati ora!
pencilcrossmenu