Bayern Olimpia
, 6 Dicembre 2023

Bayern Monaco-Olimpia Milano (91-84 d.t.s) - Considerazioni Sparse


Sconfitta amara per Milano: non bastano i 26 di Shields contro il duo Edwards-Ibaka.

È profondo rosso per l’Olimpia, che perde la quarta partita consecutiva tra campionato ed EuroLeague, appena 24 ore dopo l’annuncio dell’estensione contrattuale di coach Ettore Messina fino al 2026, confermato nonostante il momento poco felice. L’Olimpia si trova di fronte una Bayern in ottima salute, reduce da 4 vittorie in fila contando anche il campionato, e fa fatica a contenere sotto canestro i lunghi avversari, anche a causa dell’assenza importante di Mirotic.

Milano parte bene trovando subito ritmo in attacco, fa girare la palla e concede poche opportunità di contropiede al Bayern. Chiude gli spazi in difesa, costringendo la squadra di Laso a forzare e sbagliare tiri a bassa percentuale. L’Olimpia però non riesce - e questo le costerà molto caro - a sfruttare il calo di concentrazione dei bavaresi nel secondo quarto, quando il Bayern abbassa un po’ la guardia e concede anche 8 punti di vantaggio agli ospiti. Tra il secondo e il terzo periodo però il blackout delle Scarpette Rosse permette ai tedeschi di rientrare. Ci si affida alle mani e al talento offensivo di Shields, ma Ibaka è semplicemente incontenibile sotto canestro.

Terzo e quarto periodo sono una sparatoria western: piovono triple, di Voightmann e Shields da una parte, di Edwards e Ibaka dall’altra. Si arriva a un finale punto a punto in cui ogni possesso conta: dopo una chiara infrazione di passi di Booker non vista dagli arbitri, Milano si ritrova comunque avanti di 3 ma il Bayern ha l’ultimo possesso della partita. La difesa milanese riesce quasi a rubare il pallone, che in modo rocambolesco Ibaka si ritrova in mano: a quel punto con una splendida virata elude la difesa e segna il buzzer beater che manda la partita all’overtime. Nei 5 minuti supplementari non c’è storia: grazie a 7 punti in fila di Carsen Edwards e a una grande stoppata di Serge Ibaka il Bayern Monaco trionfa e raggiunge quota 6 vittorie in EL.

Il Bayern vince dominando a rimbalzo e si conferma la migliore squadra dell’Eurolega in questa statistica (40.1 rimbalzi a partita). È proprio in area che i bavaresi riescono a fare la differenza: segnano con il 53% da due punti (contro il 45% di Milano) e mettono paura con i loro stoppatori. Ibaka in Eurolega è in top 5 per rimbalzi offensivi (4°, 2.7 di media) e stoppate (3°, 1.4 di media) tra tutti i giocatori della competizione.

L’Olimpia perde soffrendo. L’alibi dell’assenza di Mirotic non basta: non soltanto ha pagato la differenza di fisicità, ma è mancata la capacità di sfruttare i momenti di difficoltà degli avversari. Shields sforna ancora una buona prestazione e fa gli straordinari in attacco, ma non è una questione di singoli: quello che sembra mancare è il morale e la fiducia del gruppo. Questa è soltanto la seconda delle 11 gare che l’Olimpia ha in calendario a dicembre, un vero e proprio tour de force. Questa settimana è la volta del double round di EuroLeague, giovedì l’EA7 è attesa dal Partizan a Belgrado: una sfida che si preannuncia ancora più complicata di quella contro il Bayern. I serbi hanno vinto, ancora, contro il Monaco di Mike James.

  • Milanese classe 2003. Cestista mancato, ma gli è rimasto l'amore per il basket e per lo sport in generale.

Ti potrebbe interessare

Dallo stesso autore

Associati

Banner associazioni

Newsletter

Campagna Associazioni a Sportellate.it
Sportellate è ufficialmente un’associazione culturale.

Associati per supportarci e ottenere contenuti extra!
Associati ora!
pencilcrossmenu