Leao e Di Lorenzo a duello durante Napoli-Milan.
, 29 Ottobre 2023

Considerazioni sparse post Napoli-Milan (2-2)


Napoli e Milan si spartiscono la posta in palio giocando un tempo a testa. Gode solo l’Inter.

L’errore di esuberanza ultimamente imputato al Milan, nel primo tempo, è tutto del Napoli. Garcia, forse sottovalutando un po’ gli avversari e noncurante della sconfitta dello scorso aprile (quando alla guida degli azzurri c’era Spalletti), commette l’errore di consegnarsi alle transizioni offensive del Milan e paga pegno. La velocità degli esterni a disposizione di Pioli, a campo libero, è come quella di un coltello che affonda nel burro e in mezzo Giroud ricorda a tutti che, quando è servito a dovere, sa ancora come infilare il pallone in porta. Un compito reso ancora più facile da una difesa che, orfana di Kim, non sembra essere sui livelli di quella dello scorso anno;

Nel Milan, la catena di destra funziona come un orologio svizzero. Calabria è molto più a suo agio nel dare la sovrapposizione a Pulisic, creare densità a centrocampo sembra un lontano ricordo. Il suo cross per la seconda rete di Giroud è perfetto ed è dalla sua parte che, complice il grande lavoro di Musah, arrivano i maggiori pericoli per la porta dei partenopei. Molto meno bene vanno le cose dall’altra parte, dove Leao si specchia troppo e si accende ad intermittenza, cercando a volte giocate improbabili. Theo Hernandez, dalla sua, sembra sempre un po’ svogliato. È in uno di quei momenti lì, un po’ imbolsito, un po’ macchinoso. Arriveranno momenti migliori;

Il triplice cambio effettuato all’intervallo dall’allenatore dei partenopei suona come un “mea culpa” rispetto alle scelte iniziali, ma è anche molto efficace. Togliere due dei peggiori in campo, Elmas e Rrahmani, sarebbe sufficiente, ma è determinante soprattutto la scelta di inserire Simeone al fianco di Raspadori. Una mossa che fa saltare i meccanismi difensivi del Milan, diretta ad infierire sul punto debole avversario - Pellegrini - ed esaltare le caratteristiche di Politano. La partita si trasforma improvvisamente in una battaglia di 1 vs 1 in ogni zona del campo, che permette al Napoli di far valere la propria qualità;

Ogni tanto è bene ricordare che la quantità d’infortuni muscolari registrati nella squadra milanese è fuori dal comune. A Kjaer, infortunato nella rifinitura, si è aggiunto Pulisic, che ha indotto Pioli a rispolverare Romero. Un’ecatombe riguardo il quale, in società, si fa orecchio da mercante ormai da anni, imputando il tutto all’elevato numero d’impegni della squadra. Una motivazione che regge poco, mettendo a confronto l’infermeria con quella delle dirette concorrenti, che sta mettendo a dura prova la rosa rossonera. Emblematica l’uscita di Pellegrino nel finale, che riesce nell’impresa di farsi male il giorno dell’esordio;

Il risultato finale suddivide la posta in palio e rispecchia l’andamento delle due frazioni di gioco. Se a fine primo tempo il Milan era sceso negli spogliatoi con qualche rimpianto per non avere messo il terzo goal che avrebbe potuto chiudere la partita, nella ripresa è stato il Napoli a fare da padrone. La differenza, come già detto sopra, sono stati i cambi che hanno ribaltato completamente l’aspetto tattico della partita a favore dei partenopei. Grosse perplessità, invece, su quelli effettuati da Pioli (contestati anche dai suoi stessi giocatori). In vantaggio di due reti ha mandato in campo Romero invece di cambiare assetto e, nella parte finale della partita, non ha dato respiro al centrocampo in affanno (Adli?) preferendo dare minuti a Jovic e Okafor.


  • 34 anni, pugliese di nascita, siciliano, ciociaro e ligure d'adozione. Ex pallanuotista, da sempre appassionato di sport in generale ma con una fissazione per il futbòl. Ho visto giocare Ronaldinho contro Romario al Maracanà di Rio de Janeiro nel 1999. Trasmissione sportiva preferita: Tutto il calcio minuto per minuto.

Ti potrebbe interessare

Dallo stesso autore

Associati

Banner associazioni

Newsletter

Campagna Associazioni a Sportellate.it
Sportellate è ufficialmente un’associazione culturale.

Associati per supportarci e ottenere contenuti extra!
Associati ora!
pencilcrossmenu