Logo Sportellate
, 24 Settembre 2023

Considerazioni sparse post Udinese-Fiorentina (0-2)


La Fiorentina si scopre cortomusista mentre l'Udinese spreca l'impossibile.


- In terra friulana è una Fiorentina piuttosto inusuale a scendere in campo e conquistarsi i tre punti: non nella formazione (al netto delle solite turnazioni di Italiano e dell'assenza di un acciaccato Nico Gonzalez), quanto in un atteggiamento tattico più o meno volutamente remissivo e conservativo, non privo oltretutto di traballamenti. In fondo, il 2.16 di xG cumulato dall'Udinese contro lo 0.43 della Fiorentina inquadra bene la situazione (fonte: Sofascore). Qualcosa che si era intravisto già a Genk, qualcosa che se da una parte esprime una recente (e preoccupante) difficoltà dei viola nel superare con il palleggio le linee di pressione avversarie, dall'altra a questo giro indica anche una certa dose di cinismo e di saper tenere una partita anche a denti stretti, e non solo sul velluto;

- La decisiva (e sorprendente) prestazione tra i pali di Terracciano è un discreto indicatore delle difficoltà avute dalla Fiorentina sul piano del controllo del gioco, ma anche della sostanziale inconsistenza realizzativa dell'Udinese, ancora ferma a 1 gol in campionato, firmato Samardžić contro la Salernitana. I bianconeri sono stati spesso bravi a sviluppare e mettere gli uomini in posizione buona per la conclusione, tanto da "costringere" Italiano a chiudere la partita con un'inedita difesa a 3. che limitasse gli spazi per imbucate centrali. Ma sottoporta il duo Thauvin-Lucca è stato tragico, nonostante abbiano messo in difficoltà su anticipi e duelli i centrali viola;

- Freddezza che invece non è mancata ai viola in avanti: due conclusioni nello specchio, due gol. Apre Martinez Quarta, nel segno dell'unico lusso che Italiano sembra concedersi ultimamente, ovvero lo sganciamento in avanti di uno dei centrali di difesa. E come contro l'Atalanta, le proiezioni offensive di Quarta sono state un elemento poco gestibile per la difesa avversaria. Preciso e puntuale l'argentino nel finalizzare l'imbeccata di Bonaventura, nell'unico vero lampo del centrocampo viola che a questo giro vedeva l'esordio in cabina di regia di un timido Maxime Lopez. Bonaventura che poi chiude la pratica allo scadere, tanto a ribadire il suo stato di forma (terzo gol e secondo assist in campionato) e la sua centralità nella rosa della Fiorentina;

- Di riffa o di raffa, in una giornata che vede ancora latitare i gol del duo Nzola-Beltran (in campo in coppia nel finale di gara, per un curioso 3-5-2), nelle statistiche entra in compenso anche il primo clean sheet stagionale per la squadra di Italiano. Per la Fiorentina, anche al netto dei demeriti avversari, sono piccoli tasselli da cumulare e conservare, per trovare continuità e ritrovarsi, anche più avanti, in scia con il gruppo di testa (ancora lontano dall'esser definito);

- L'esordio stagionale tra i friulani del 17enne Pafundi anche a questo giro lascia un retrogusto di mossa della disperazione, più che di apprezzamento delle qualità del ragazzo (impossibili da mostrare nei 7' giocati). Situazione difficile quella dell'Udinese: contro la Fiorentina non è mancato gioco, non sono mancati i riferimenti tattici, la squadra sembra star bene in campo e rispondere bene alle direttive del suo allenatore. Però non segna mai. Che sia un problema qualitativo o solo psicologico è presto saperlo, ma l'avvio stagionale dei friulani lascia presagire un'annata alquanto complicata.

  • Scribacchino schierato sull'ala sinistra. Fiorentina o barbarie dal 1990. Evidenzia le complessità di un gioco molto semplice.

Ti potrebbe interessare

Il calendario calcistico è saturo

Trovare date libere per i recuperi delle partite rinviate è diventato un grosso problema.

Che senso ha Cannavaro all'Udinese?

La scelta del club friulano ha lasciato tutti perplessi.

Chi si salva?

Squadra per squadra, una panoramica sulla lotta salvezza più serrata degli ultimi anni.

Anche Cose Buone - Elastici e drible da vaca

Possessi salvaguardati, dribbling inattesi e citazioni letterarie.

Dallo stesso autore

Il calendario calcistico è saturo

Trovare date libere per i recuperi delle partite rinviate è diventato un grosso problema.

La narrazione tossica sui giovani italiani

Pafundi e Camarda ci hanno mostrato la pigrizia nei nostri giudizi.

Vincenzo Italiano ha un problema con i centravanti?

O sono i centravanti ad avere un problema con lui?

La Roma femminile ha fatto una piccola impresa

Il pari contro il Bayern Monaco nell'esordio in Women's Champions League è un piccolo capolavoro delle giallorosse.
1 2 3 7
Newsletter
Campagna Associazioni a Sportellate.it
Sportellate è ufficialmente un’associazione culturale.

Associati per supportarci e ottenere contenuti extra!
Associati ora!
pencilcrossmenu