Logo Sportellate
, 2 Settembre 2023

Considerazioni sparse post Napoli-Lazio (1-2)


Il Napoli si schianta in casa contro la Lazio per il secondo anno consecutivo.


- Sarri riprova a fare la partita che lo scorso anno gli permise di tornare a casa coi tre punti dal Maradona, questa volta fallendo. Fallendo sì, perché stavolta non solo vince, ma lo fa anche bene e meritatamente, non limitandosi a mettere la museruola ai suoi avversari, ma gestendo con intelligenza il pallone e affondando con precisione chirurgica negli spazi che la retroguardia avversaria gli ha concesso. Chapeau;

- Con il Felipe Anderson visto stasera diventa abbastanza facile tagliare le difese avversarie come il coltello nel burro. Senza le magie di Luis Alberto però, autore di un gol e mezzo (il velo che libera Kamada alla conclusione è un colpo di genio assoluto), la prestazione mostruosa del brasiliano sarebbe servita a poco. Sono loro due i migliori in campo. In generale, un'ottima Lazio stasera, in cui i singoli citati e l'esordiente Guendouzi hanno certamente rubato l'occhio, ma in cui tutti i reparti hanno offerto una prova di alto livello;

- Il Napoli sbatte addosso alla Lazio, e lo fa violentemente, tornando drasticamente alla realtà: dopo un inizio per la verità neppure cattivo, in cui però si iniziavano a intravedere le prime crepe in una pressione alta distratta e a volte blanda facilmente superata dalla mediana biancoceleste, nella ripresa gli azzurri barcollano e poi naufragano, spazzati via dalle accelerazioni di Felipe Anderson - che fa di Olivera ciò che vuole - e in generale da troppe leggerezze della coppia centrale;

- Non solo la difesa, c'è anche un attacco particolarmente spuntato che non riesce a sfruttare la mole di gioco che, nella prima frazione, è stata comunque prodotta. Sul banco degli imputati Osimhen, che oggi non è stato all'altezza delle sue potenzialità. Può capitare, per carità, parliamo pur sempre di esseri umani: la domanda, spontanea, però è perché non dargli un po' di riposo richiamando il nigeriano in panchina, invece di un Kvaratskhelia che comunque sembrava sempre pericoloso?;

- Quella sul cambio è una mini provocazione, ma soprattutto è solo una delle tante domande che dovrà farsi ed a cui dovrà dare delle risposte Rudi Garcia. Il quale dovrà innanzitutto spiegare perché schierare una difesa così alta senza avere la gamba per scappare indietro quando necessario; spiegare perché il pressing è stato così disordinato; spiegare perché la squadra nella seconda frazione si è spaccata così tanto, lasciando troppi spazi alle frecce biancocelesti. La sosta arriva in un momento provvidenziale per il tecnico francese, che avrà due settimane per limare i difetti ancora presenti nel suo lavoro.

  • Nato per puro caso a Caserta nel novembre 1992, si sente napoletano verace e convinto tifoso azzurro. Studia Medicina e Chirurgia presso l'Università degli studi di Napoli "Federico II", inizialmente per trovare una "cura" alla "malattia" che lo affligge sin da bambino: il calcio. Non trovandola però, se ne fa una ragione e opta per una "terapia conservativa", decidendo di iniziare a scrivere di calcio e raccontarne le numerose storie. Crede fortemente nel divino, specie se ha il codino.

Ti potrebbe interessare

La pelota siempre al Diez

L'addio di Luis Alberto alla Lazio, sul confine tra follia e lucidità.

Serie A 2023/24, i premi della stagione

Il meglio del nostro campionato in dieci categorie.

Il maggio di Serie A in cinque meme

Assieme alla pagina Instagram Pitch/fork ripercorriamo l'ultimo mese del nostro campionato.

L'anno del gol di Davis

Come un'annata terribile può diventare indimenticabile e l'uomo più inaspettato può diventare eroe.

Dallo stesso autore

9 gol per ricordare Fabio Quagliarella

Celebriamo così la carriera di uno straordinario esteta del gol.

Che fine ha fatto Jesper Lindstrom?

Abbiamo raccolto tutte le comparsate del danese.

Tu me diciste: «Sì» 'na sera 'e maggio

La notte dei festeggiamenti del Napoli vissuta da Largo Maradona.

Tutti gli esoneri del presidente

Un estratto dell'articolo su Maurizio Zamparini che trovate nel nostro magazine.
1 2 3 8
Newsletter
Campagna Associazioni a Sportellate.it
Sportellate è ufficialmente un’associazione culturale.

Associati per supportarci e ottenere contenuti extra!
Associati ora!
pencilcrossmenu