Michael Folorunsho esulta dopo un gol al Benevento.
, 16 Agosto 2023

Cinque giocatori dalla Serie B da prendere al fantacalcio


Alcune idee per fare la figura degli scout con i vostri amici.

Magari nessuno ve lo ha mai detto ma sicuramente qualcuno lo ha pensato: vincere il Fantacalcio non è importante, è l’ultima cosa che conta. Studiare una strategia, incasellare i giocatori in 250 slot, vivisezionare la griglia dei portieri: tutto ciò non serve. L’unico motivo per cui vale la pena perdere la testa dietro questo gioco è la possibilità di scoprire giocatori sconosciuti ai più, acquistarli ad una modica cifra e poi crearvi uno status da scout mancati da far pesare ai vostri avversari. Certo, fare questo con decine e decine di pagine dedicate al fantacalcio che ti propinano consigli di ogni tipo non è semplice, ma con questo pezzo ci proviamo.

Per farlo, abbiamo deciso di attingere dalla Serie B, un campionato che negli ultimi anni sta rimpinguando la massima serie con giocatori sempre più pronti ed interessanti. Molti di voi staranno già storcendo il naso, pensando di esser capitati nell’ennesimo articolo che consiglia Gudmunsson definendolo il nuovo Strefezza, Caprile paragonandolo al partente Vicario o Mulattieri sottolineando quanto sarà semplice fare le scarpe a Pinamonti. No, l’obbiettivo sarà quello di individuare 5 giocatori meno chiacchierati, chi più o chi meno, ma con una resa potenziale importante, sia fantacalcisticamente ma soprattutto nel ridisegnare i confini della vostra competenza agli occhi degli altri.

Radu Dragusin (difensore, Genoa)

Target di riferimento: coloro che aspirano ad una difesa low cost
Reale utilità al Fantacalcio: 3/5
Esotismo: 2/5
Cifra massima d’acquisto: 5/500

Dopo essersi presentato al calcio dei grandi con la maglia della Juventus e aver destato un notevole interesse negli addetti ai lavori, Dragusin ha vissuto una stagione interlocutoria nell’anonimato del nostro campionato, racimolando 20 presenze tra Sampdoria e Salernitana, senza brillare particolarmente. Per la stagione successiva, quella appena terminata, ha deciso di scendere di categoria per sposare l’ambizioso progetto del Genoa, una scelta che a posteriori possiamo definire decisamente fruttuosa. Sia con Blessin, ma soprattutto con il subentrante Gilardino, Dragusin si è imposto come leader difensivo del Grifone, disputando tutte le 38 partite in calendario e mettendo a segno 4 gol. Sorvolando sulle doti prettamente calcistiche, Dragusin potrebbe essere un buon affare al Fantacalcio sia per il minutaggio che gli garantirà Gilardino che per la pericolosità sui calci piazzati a favore. Oltre ai già conosciuti Badelj e Gudmunsson, il Genoa quest’anno aggiungerà alla batteria di battitori l’esterno sinistro Aaron Martin e anche Junior Messias. Senza svenarsi, potrebbe rappresentare una bella soluzione per le vostre difese, specie per chi usa il modificatore.

E poi, voi non prendereste qualcuno che è definito "Il drago del Genoa"?

Anthony Oyono (difensore, Frosinone)

Target di riferimento: aspiranti Pantaleo Corvino
Reale utilità al Fantacalcio: 2/5
Esotismo: 4/5
Cifra massimo d’acquisto: 3/500

A tutti coloro che hanno guardato con gli occhi a cuoricino Pantaleo Corvino inveire contro coloro che criticavano la sua Primavera priva di calciatori italiani piacerà sapere che Antony Oyono è stato pescato dalla quarta serie francese e adesso si appresta ad esordire in Serie A. La correlazione vi sembrerà forzata, ma ciò che lega Corvino e Oyono è l’uomo dietro la trattativa che ha portato il terzino gabonese in Ciociaria: Guido Angelozzi. Per i meno avvezzi alle categorie inferiori, Angelozzi è uno dei venerabili maestri del nostro calcio, al pari di Corvino, sempre piuttosto distante dal mainstream ma con alle spalle una carriera di culto disseminata di perle nascoste. Oyono è una delle sue tante scoperte, la meno chiacchierata fino ad ora, ma che potrebbe rivelarsi presto una delle più redditizie. È un terzino moderno: ha doti atletiche e fisiche strabordanti, abilità tecniche migliorabili ma già più che discrete e un’innata capacità di giocare su entrambe le fasce. L’anno scorso diversi infortuni di natura traumatica ne hanno limitato l’ascesa, ma nella manciata di partite disputate ha fatto intravedere margini di crescita importanti. Fantacalcisticamente può avere un suo valore sia per i potenziali bonus che ha nei piedi che per la fiducia che Di Francesco ha dimostrato di riporre in lui. Nel 433 del tecnico ex Roma i terzini devono essere a trazione anteriore, e Oyono ha tutte le carte in regola per assecondare le richieste del suo allenatore. Per i mantristi all’ascolto: il triplo ruolo che gli è stato assegnato (DC, DS, DD) lo rende ancora più appetibile.

Antoine Makoumbou (centrocampista, Cagliari)

Target di riferimento: mantristi con gusto calcistico sofisticato
Reale utilità al Fantacalcio: 1/5
Esotismo: 5/5
Cifra massima d’acquisto: 1/500

Si sa, il Mantra è la nuova frontiera del Fantacalcio al cui fascino prima o poi tutti cederanno. In questa particolare modalità i mediani sono necessari nella gran parte dei moduli a disposizione, e Antoine Makoumbou è il profilo ideale per soddisfare le esigenze delle vostre rose. Leve lunghe, fisico statuario, falcata leggera ed elegante per un 25enne di grande personalità pescato nel campionato sloveno dal Cagliari appena retrocesso in B. La sua titolarità non è in discussione, Ranieri ne ha fatto il perno del suo centrocampo sin dal primo giorno in cui è sbarcato a Cagliari. Da lui non potete pretendere bonus, ma diversi 6,5 e una bella sfilza di 6, non per forza macchiati da ammonizioni. Ma oltre a garantire stabilità al vostro Fantacalcio, vi offrirà un campionario pressoché infinito di trucchetti da strada per liberarsi dalla pressione avversaria che allieteranno i vostri weekend passati davanti al televisore a sperare in un bonus di Shomurodov.

Michael Folorunsho (centrocampista, Hellas Verona)

Target di riferimento: vedove di Milinkovic Savic a caccia di centrocampisti che calciano forte
Reale utilità al Fantacalcio: 4/5
Esotismo: 2/5
Cifra massima d’acquisto: 5/500

A differenza vostra, non tutti seguono compulsivamente le news di mercato di Gianluca Di Marzio, quindi non tutti sapranno che Michael Folorunsho è praticamente diventato un giocatore del Verona e prendere domicilio alle spalle della punta nel 3421 ereditato da Juric e confermato anche da Baroni. Folorunsho è molto grosso, decisamente potente e con un vizio per il gol piuttosto marcato. Negli ultimi anni, tra Bari e Reggina, si è disimpegnato anche come prima punta, con risultati degni di nota. I gol nelle ultime tre stagioni sono stati 18 (8 nell’ultimo campionato) in poco meno di 90 partite, cifre interessanti per un ragazzo che si approccia alla Serie A con il vento in poppa. Difficile che si prenda subito la titolarità, ma è lecito pensare che Baroni possa servirsi della sua fisicità anche a gara in corso e in zone di campo piuttosto avanzate. A cifre contenute e con la giusta dose di fortuna nell’indovinare le giornate giuste in cui inserirlo potrebbe rappresentare un settimo/ottavo slot di tutto rispetto. In caso tutto questo panegirico non fosse bastato, vi lascio qui questo siluro:

Zito Luvumbo (attaccante, Cagliari)

Target di riferimento: utenti di TikTok
Reale utilità al Fantacalcio: 2/5
Esotismo: 4/5
Cifra massima d’acquisto: 7/500

“Piaaceeere Luvumbo Zito piacere” sì, sì, la filastrocca la conosciamo a memoria. Oltre ad essere un meme però, Luvumbo è anche un calciatore molto forte, del cui talento abbiamo grattato solo la superficie. L’anno scorso ha ribaltato una semifinale playoff da solo, mentre quest’anno promette di essere il 12esimo uomo a disposizione di Ranieri per affettare le difese avversarie e far ammattire difensori con le gambe pesanti. Luvumbo è un calciatore istintivo, un’ala che ama ricevere il pallone sulla fascia per poi lanciarsi in picchiata verso la porta avversaria. Ha un’esplosività soprannaturale, ma pecca ancora di lucidità nelle scelte da compiere nell’ultimo terzo di campo. Ranieri lo punzecchia spesso, chiedendogli maggiore concretezza, ed è ben augurante il fatto che un talento così luminoso ma altrettanto grezzo sia nelle mani di un maestro di calcio come lui. La forbice delle sue prestazioni è ancora troppo ampia per definirlo un attaccante affidabile, ma in un reparto ricco di titolari potrebbe rappresentare la giusta scommessa.


  • Pugliese, classe ‘98. Seguo qualsiasi sport e ne scrivo il più possibile.

Ti potrebbe interessare

Dallo stesso autore

Associati

Banner associazioni

Newsletter

Campagna Associazioni a Sportellate.it
Sportellate è ufficialmente un’associazione culturale.

Associati per supportarci e ottenere contenuti extra!
Associati ora!
pencilcrossmenu