Logo Sportellate
, 25 Aprile 2023

Considerazioni sparse post Liegi-Bastogne-Liegi


Demi Vollering e Remco Evenepoel dominano la Liegi-Bastogne-Liegi e si lanciano a tutta velocità verso la stagione dei grandi Giri.


- La settimana nelle Ardenne chiude la prima parte di stagione con due dominatori quasi assoluti: Tadej Pogacar e Demi Vollering. La prima stravince Amstel Gold Race, Freccia Vallone e Liegi Bastogne Liegi, il secondo per una sfortunata caduta dopo 95 chilometri della Liegi sfiora la tripletta, ma l’appuntamento è solo rimandato;

Demi Vollering esulta sul traguardo di Liegi

- C’era grande attesa per lo scontro, inedito, tra lo sloveno e il campione del mondo Remco Evenepoel: raramente i due si sono sfidati in corsa. Dopo lo shock del ritiro di Pogacar, Remco Evenepoel ha la strada spianata verso il successo: dove ci si aspettava attaccasse, il belga attacca e vince in solitaria la sua seconda Liegi. Dopo venticinque anni, un corridore vince per due volte di fila la Liegi e dopo trentasette, il vincitore indossa la maglia arcobaleno di campione del mondo;

- Dietro Evenepoel e Pogacar, tra i migliori nelle Ardenne, c’è il britannico Thomas Pidcock sempre a podio nelle tre gare: senza i fenomeni di oggi, il palmares del corridore della Ineos sarebbe molto più ricco. La sorpresa invece è l’irlandese Ben Healey, classe 2000, barbetta incolta, uscito fuori dal nulla alla Amstel, che ha chiuso al secondo posto e un terzo alla Liegi. Applausi;

- In campo femminile, nelle Ardenne Demi Vollering non ha lasciato scampo alle avversarie e in generale in questa prima parte di stagione: tripla corona questa settimana, Dwars von Flanderen, Strade Bianche. Un inizio di anno così dominante non lo aveva mai corso: è pronta a raccogliere l’eredità di Annemiek Van Vleuten, che nonostante i quarant’anni anche alla Liegi ha lottato indomita, e dominare non solo le gare di un giorno ma anche grandi corse a tappe?;

- Capitolo Sd Worxs: la squadra olandese sembra davvero non avere rivali in questa stagione. I numeri sono da capogiro: 12 classiche vinte su 18 in questa stagione, condite da cinque doppiette (primo e secondo posto) e con quattro protagoniste assolute: oltre a Vollering, Marlene Reusser, Lotte Kopecki e Lorena Wiebes. Alla Liegi ne ha portate di nuovo due sul podio: Reusser ha, infatti, chiuso terza.

  • Chiara Finulli, milanese, classe 1992. Nutro una passione smodata per Tadej Pogačar e per il calcio in ogni sua forma: ogni volta che posso sono allo stadio o sulle strade di qualche corsa. Nel tempo libero lavoro sommersa tra i libri in una casa editrice.

Ti potrebbe interessare

Dallo stesso autore

Diario da Oropa, la rosa di Pogačar

La seconda tappa del Giro d'Italia è arrivata in un luogo iconico, il santuario di Oropa.

Cosa aspettarsi dal ciclismo nel 2024

Con il Tour Down Under è partita una nuova stagione.

Jonas Vingegaard II, re di Francia

Il migliore scalatore al mondo ha vinto il secondo Tour consecutivo.

Cosa aspettarsi dal Tour de France 2023

Oltre ai due protagonisti preannunciati: Vingegaard e Pogacar.
Newsletter
Campagna Associazioni a Sportellate.it
Sportellate è ufficialmente un’associazione culturale.

Associati per supportarci e ottenere contenuti extra!
Associati ora!
pencilcrossmenu