Logo Sportellate

Considerazioni sparse post Bayern Monaco-Manchester City (1-1)


Guardiola vince la prima finale della sua settimana, il Bayern esce malinconicamente da una competizione che solo un mese fa sembrava poter dominare.


- Ci aspettavamo una serata diversa, una notte da vero Bayern, come tante volte è accaduto in passato nella gloriosa storia europea della formazione bavarese. È finita invece in modo quasi malinconico, con la squadra di Tuchel che ha dimostrato di non essere all'altezza del momento e dell'avversario, senza neanche lottare troppo. Ce ne eravamo già accorti all'andata, traditi da un Bayern che solo un paio di settimane prima era stato capace di dominare il PSG di Messi e Mbappè. Stasera ne abbiamo avuto la conferma, in una partita che certifica il fallimento del ribaltone tecnico operato a fine di marzo. Il Bayern di Nagelsmann sembrava in grado di potersi prendere tutto, oggi invece i bavaresi sono fuori da Champions League e Coppa di Germania, e anche in campionato sembrano voler fare di tutto per entrare nella storia dalla porta sbagliata;

- Il Bayern all'inizio ci ha anche provato, grazie alle folate di Coman e alla volontà di aggredire alto che ha colto un po' di sorpresa gli uomini di Guardiola. Al 16' Sané ha avuto la possibilità di stappare il match, ma la sua conclusione a due passi da Ederson è finita fuori e neanche di poco. Pian piano il City ha poi ripreso campo, aiutato anche dalla mossa di Tuchel di invertire gli esterni offensivi che ha liberato Aké dall'incubo Coman. Al 35' gli ospiti hanno anche avuto il primo match ball della gara, ma il rigore tirato da Haaland è finito alle stelle. Nonostante lo scampato pericolo, l'episodio favorevole non ha però prodotto nei bavaresi quella reazione di inerzia che ci si poteva aspettare, e il primo tempo se ne è così andato via abbastanza velocemente e senza particolari pericoli dalle parti di Ederson;

- Intorno al quarto d'ora della ripresa è arrivato l'episodio che ha chiuso definitivamente il discorso qualificazione. Dopo una bella azione personale sulla destra, il tiro di Coman - ancora lui, senza dubbio il più positivo dei suoi - è finito sui guantoni di Ederson, e sulla ripartenza successiva lo scambio Haaland-De Bruyne-Haaland ha isolato il norvegese nell'1vs1 contro Upamecano. Dopo la disastrosa prova dell'andata, il difensore francese ha aggiunto un'altra pagina sfortunata al suo quarto di finale da incubo, scivolando impietosamente davanti al nemico e lasciando Haaland libero di segnare il gol del vantaggio, l'undicesimo del suo torneo, il numero 47 della sua stagione senza senso. Un colpo devastante per i padroni di casa, incapaci di reagire in alcun modo fino al minuto 85, quando Kimmich ha trasformato il rigore che ha solo avuto l'effetto di evitare un'altra sconfitta;

- Appare oggi quasi buffo ripensare a come in casa Bayern si sia deciso di buttare via un progetto tecnico così ben avviato, e per giunta nel momento meno opportuno di una stagione in cui tutto era apparecchiato per un gran finale. Buffa anche la scelta di andare in tutta fretta su Thomas Tuchel, quasi per evitare che qualcuno se lo portasse via prima. Il tecnico tedesco è il vero grande sconfitto di questa doppia sfida europea - lui insieme a Kahn e Salihamidzic, gli artefici della decisione più scellerata della storia recente del Bayern. Anche stasera le scelte dell'ex Chelsea non si sono dimostrate azzeccate. Ancora fuori Muller e Mané, inspiegabilmente, visto anche le condizioni precarie di Goretzka e Choupo-Mouting, e in generale una pochezza offensiva quasi non degna di una squadra così importante. E poi l'atteggiamento in panchina. Strano vedere un allenatore del Bayern Monaco rendersi quasi ridicolo nelle continue proteste con la terna arbitrale. Per ora nel nuovo regno di Tuchel non funziona niente, e conquistare l'ennesima Bundesliga non potrà comunque cambiare il giudizio su una decisione davvero incomprensibile;

- Siamo sicuri che Guardiola per la sua 400ª panchina sulla panchina City si aspettasse una notte più complicata. L'unica vera nota negativa della serata dei citizens è l'infortunio di Aké, che dovrà essere valutato nelle prossime ore e che potrebbe privare il tecnico catalano di uno dei migliori difensori europei della stagione. Per il resto il City naviga sempre più spedito verso quel sogno chiamato treble. Sabato la squadra volerà a Wembley per giocarsi l'accesso alla prima finale stagionale, quella di Fa Cup. Pochi giorni dopo ad Etihad arriverà l'Arsenal per giocare la partita che con ogni probabilità deciderà la Premier League. E come già detto settimana scorsa, mai come quest'anno il City sembra finalmente pronto per prendersi tutto.

  • Milano. Iscritto all’albo dei Match Analyst LongoMatch. Diplomato al Liceo Scientifico, nonostante l’orale della maturità sostenuto il giorno dopo la finale di Berlino. Laureato in Scienze Politiche. Malato di calcio. Al primo appuntamento ho portato la mia ragazza a vedere il derby della Mole, quello dell’eurogol di Bruno Peres. Stiamo ancora insieme.

Ti potrebbe interessare

L'incredibile corsa al titolo in Women's Super League

Chelsea e Manchester City, a pari punti a una giornata dal termine, si giocano al fotofinish il titolo femminile inglese.

Le squadre di calcio hanno un DNA?

Un argomento sempre più sulla bocca di club e tifosi.

È tornato lo Squadron

Un anno da sogno condensato in una notte.

Toni Kroos, lo stratega

A 34 anni il centrocampista tedesco è ancora il fulcro del Real Madrid.

Dallo stesso autore

Cinque giovani interessanti della Premier League 2023/24

Tra cui un Mudryk tutto da riscoprire.
,

Premier League 2022/23: la squadra della stagione

Abbiamo scelto la Top XI del campionato inglese.

Il senso della stagione del Manchester City

Abbiamo intervistato Sam Lee, autore di The Athletic, per capirlo.

Top e Flop della 18ª giornata di Premier League

Il meglio e il peggio dell'ultimo turno del campionato inglese. […]
Newsletter
Campagna Associazioni a Sportellate.it
Sportellate è ufficialmente un’associazione culturale.

Associati per supportarci e ottenere contenuti extra!
Associati ora!
pencilcrossmenu