Article image
,
2 min

- di Simone Renza

Considerazioni sparse post Bologna-Lazio (0-0)


Un punto che scontenta tutti.


- Una partita che ci si aspettava potesse essere divertente visto il livello di gioco che le due squadre hanno espresso nelle ultime uscite. Visto il calendario fitto, dovuto agli impegni delle nazionali nelle prossime settimane decisamente inutili, la fruibilità del saturday night show è stato di livello basso. Un pareggio che fa più gioco per il Bologna che per la Lazio, nonostante il passo falso dell'Inter;

- La prima frazione sembra promettere bene. La Lazio cerca di affondare e i felsinei di ripartire instantaneamente. A livello tattico Motta ha studiato bene le mosse sarriane e ne blocca le fonti, l'ispirazione in casa biancoceleste è poca e scarsa. Barrow spaventa in un paio d'occasioni Provedel, ma senza impensierirlo seriamente. Da occhio esterno piace il palleggio biancoceleste ma che porta a poco: il Bologna tiene senza patemi;

- La girandola di sostituzioni non cambia il canovaccio. La partita arranca. La Lazio per pochi tratti si fa preferire. I rossoblù provano a pungere. Noia è la parola d'ordine per chi non tifa le due squadre, nonostante stiamo parlando di medio - alta classifica. Si prova, si tenta ma non si riesce: al liceo si sarebbe detto "è bravo ma non si applica". Ecco, questa la sintesi di un secondo tempo scialbo;

- Sarri non sarà contento. La Lazio gioca molto peggio che nella sconfitta di martedì. La rosa corta non favorisce il toscano che deve mettere in campo sempre i soliti. Decisioni imposte da infortuni - lèggesi Immobile - e da ricambi non all'altezza. La difesa tiene - ennesimo clean sheet - ma attacco sterile. Sintetizzando: bene ma non benissimo;

- Motta, nemmeno lui, può ritenersi completamente felice. Il Bologna ci prova ma non riesce. Iniziative personali sporadiche e nemmeno così pericolose. I felsinei sono stati comunque più brillanti e pungenti e stanno confermando un trend positivo con le prime della classe. Thiago sta avendo il merito di cambiare mentalità, verso l'alto, della squadra. Cosa non di poco conto.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE...

Impuro, bordellatore insaziabile, beffeggiatore, crapulone, lesto de lengua e di spada, facile al gozzoviglio. Fuggo la verità e inseguo il vizio. Ma anche difensore centrale.

Cos’è sportellate.it

Dal 2012 Sportellate interviene a gamba tesa senza mai tirarsi indietro. Sport e cultura pop raccontati come piace a noi e come piace anche a te.

Newsletter
Canale YouTube
sportellate intervista
Campagna Associazioni a Sportellate.it
Sportellate.it è ufficialmente un’associazione culturale.

Con l’obiettivo di promuovere un’idea sana e costruttiva di sport.
Associati ora!
clockcrossmenu