Logo Sportellate

Considerazioni sparse sul Fantacalcio post 16a giornata di Serie A


Immobile e Berardi sono la massima espressione del concetto di Fantacalcio per il nostro campionato. Segnano loro e la nostra coscienza è a posto.


- Bentornata Serie A e soprattutto bentornati Immobile e Berardi, letteralmente la massima espressione del concetto di Fantacalcio per il nostro campionato. Il primo nell’accezione più pura del gioco, il manifesto del +3, il secondo nella veste meno appariscente, ma più comoda, del prezioso giocatore da doppia/doppia che lotta ogni anno per terminare la stagione come miglior bonus maker del campionato. Bentornato anche Lukaku, la cui sola presenza è stata un fattore per la vittoria dell’Inter di ieri sera. Cionondimeno un fattore continua però ad essere anche la sua non impeccabile freddezza sottoporta, tant’è che a fine serata il +3 è stato portato a casa da Dzeko. C’è curiosità su come ora Inzaghi gestirà tre punte di assoluto valore come il belga, il bosniaco e Lautaro. Ai nastri di partenza sembrava scontata la LuLa con Dzeko riserva di lusso, ma i diversi stati di forma (mentale e fisica) sembrerebbero far propendere per una rotazione più massiccia del previsto;

- Ritorno sulla terra per il Napoli e per Kvara, alla sua seconda insufficienza stagionale. Nulla di grave per una squadra che ha fin qui fatto overperformare tutti i suoi reparti. Bisognerà stare attenti ora all’eventuale impatto psicologico della prima sconfitta, ma non ci aspettiamo un suicidio azzurro da qui alla fine, piuttosto una leggera normalizzazione dei valori, dove i fenomeni continueranno a fare i fenomeni, e i buoni giocatori si limiteranno a oscillare tra buone prestazione e qualche sbavatura;

- Qualcosa di grave c’è invece nelle prestazioni di Juve e Roma. Potrebbe sembrare un paradosso se pensiamo a una Juventus che arriva da 7 vittorie consecutive senza prendere mai goal, e ad una Roma che dopo una serie di infortuni imprevisti è comunque a -6 dal secondo posto, ma queste due squadre sono accomunate (limitate?) dalla mentalità del “prima non prenderle” dei propri allenatori. La logica conseguenza è che le due vittorie per 1-0 a poco o nulla sono servite ai nostri Fantacalcio. In casa Juve su 8 centrocampisti andati a voto ben 4 di loro hanno preso l’insufficienza e solamente uno ha strappato un voto più alto del 6 (Rabiot, 6,5 da subentrante). Ben vengano i 6,5 dei difensori e portiere (unito al clean sheet), seppur per il modificatore servirebbe qualche 7 in più;

- In casa Roma regna la piattezza assoluta. La vittoria contro il Bologna ci lascia in eredità una valanga di 6, un paio di 7 (Smalling e il 7+3 di Pellegrini, ) e un paio di insufficienze (Celik e El Shaarawy). Sorriso amaro per i 6,5 di Dybala e Abraham, che sanno più di beffa che di altro. La domanda è quando dobbiamo aspettarci una prestazione da 2/3 goal della Roma se non contro squadre come Bologna? 19 goal in 16 giornate sono un bottino fin troppo risicato per le potenzialità dei giallorossi, e la svalutazione di tanti suoi top player è un aggravante che rende la Roma una delle squadre fantacalcisticamente più deludenti da inizio campionato ad oggi, a braccetto con Sassuolo e Fiorentina.

- Postilla finale per Tommaso Baldanzi, già soprannominato in Redazione Tommaso Truce Baldanzi, che sicuramente non finirà in galera (cit.) ma sui taccuini di tanti talent scout calcistici e fantacalcistici. 7 presenze e 3 goal per il baby centrocampista dell’Empoli, 6,43 di media voto e 7,71 di Fanta Media Voto. Numeri da primo slot per un giocatore il cui prezzo base ad inizio stagione era 1 e che ora è arrivato a 11. Beato chi lo ha in rosa, che sia stata lungimiranza o fortuna non importa, perché il Fantacalcio è un enorme TAO che vive nell'equilibrio tra queste due forze. Nella fortuna c’è sempre un pizzico di lungimiranza, e nella lungimiranza c'è sempre un pizzico di fortuna. L’unione di questi due elementi porta alla gloria eterna. La vittoria.

  • Grande appassionato di calcio e di fantacalcio. Si lascia incantare da giocatori mediocri (a detta di altri) che considera sottovalutati. Considera D’Ambrosio il miglior terzino destro della serie A, forse della storia ma c’è un ballottaggio con Zé Maria. Diffida di chiunque consideri il 3-4-3 il miglior modulo fantacalcistico. Gli piace considerarsi calcisticamente un centrocampista a metà tra Gattuso e Pirlo, nel senso che ha il piede di Gattuso e la grinta di Pirlo. Ha aperto una petizione per inserire il tiro da fuori di Stankovic tra le Meraviglie del Mondo.

Ti potrebbe interessare

Premier League 2023/24, la squadra della stagione

Una squadra abbastanza fluida per un campionato abbastanza fluido.

Tutino è diventato un totem

L'attaccante del Cosenza ha brillato in questa stagione.

Cole Palmer non sente la pressione

L'esterno del Chelsea è stato votato miglior giovane della Premier League.

Guida ai playoff di Serie B

Sei squadre e un solo posto per tornare in Serie A.

Dallo stesso autore

Se le squadre di Serie A fossero dei rapper italiani

Un simpatico episodio crossover.
Newsletter
Campagna Associazioni a Sportellate.it
Sportellate è ufficialmente un’associazione culturale.

Associati per supportarci e ottenere contenuti extra!
Associati ora!
pencilcrossmenu