Article image
,
6 min

- di Vincenzo Corrado

L'era dei Fantayoutuber


Visto che non esistono prove concrete circa le competenze dei cosiddetti "fantayoutuber" (avete un diploma di fantacalcio? No, non ce l'avete), è arrivato il momento di giudicare coloro che giudicano le nostre rose fantacalcistiche. Diamo i voti ai content creator fantacalcistici più in voga. Buon divertimento.


Chi oggi ha almeno venticinque anni ricorda sicuramente quella selva di canali al di là della santissima trinità Rai, Canale 5 e Italia 1: oltre il tasto 6 del telecomando c'era la tv privata, un impasto informe di frequenze in cui pullulavano televendite di ogni tipo. Materassi, gioielli, calzoncini dimagranti, set di coltelli, opere d'arte, mountain bike. Rai e Fininvest/Mediaset ci intrattenevano, ma oltre, poco più in là, esistevano vaste praterie dominate dal marketing aggressivo, un mondo diabolico nel quale chiunque tentava di farci comprare qualunque cosa. Bastava una telefonata. Formula "soddisfatto o rimborsato". Era internet prima di internet e non a caso le televisioni minori erano anche quelle che dalla mezzanotte in poi allargavano il palinsesto al proibito, ai film erotici. 

Tra le varie tipologie di venditori, il me bambino era particolarmente interessato ai signori e alle signore in grado di indovinare i numeri del Lotto. Sembravano persone davvero affidabili, distinte, ben vestite e a parte qualche rara eccezione comunicavano in maniera pacata. Ma soprattutto ci azzeccavano sempre, come dimostrato dalle schedine vincenti portate in favore di telecamera. Il fatto che chiedessero poche decine di migliaia di lire per rivelare ai clienti i numeri da giocare mi appariva la logica conseguenza della loro generosità: per una cifra contenuta, più o meno quanto mia madre pagava al supermercato la spesa settimanale, offrivano un'opportunità imperdibile di guadagnare parecchio denaro.

Quando mio fratello maggiore mi fece riflettere sul fatto che in trasmissione venivano mostrate soltanto le giocate vincenti e non quelle perdenti, che sicuramente erano cento di volte di più, o che peggio ancora le schedine forse erano false, ci rimasi molto male, mi sentii ingannato: per un settenne è sconfortante essere preso in giro da adulti in cui si è riposta tanta fiducia. 

Negli ultimi anni, diciamo da quando il mio amico Roberto ha smesso di calcolare i punteggi manualmente e anche la nostra lega è entrata nell'era del fantacalcio digitale con app, aste pandemiche via Zoom e tutto il resto, d'estate ho preso l'abitudine di preparmi alla nuova stagione attingendo alle varie guide sparse per siti e canali social. Non sono mai stato un nostalgico e quindi non rimpiango i pomeriggi passati a sottolineare i nomi buoni e le scommesse da prendere a un credito sul listone pubblicato dalla Gazzetta dello Sport: per me il progresso è sempre ok se mi consente di impiegare meno tempo per fare una cosa e magari mi aiuta pure a farla meglio.

Fino a poche stagioni fa, esistevano soltanto una manciata di siti di riferimento, ovviamente tutti gratuiti, li si seguiva per un mesetto e poi si andava alla guerra nella speranza che il Falcinelli di turno andasse in doppia cifra. 

Il quadro però oggi è cambiato ed esistono una moltitudine di guru e para-guru del fantacalcio, titolari di canali Youtube da centinaia di migliaia di visualizzazioni e in grado di coinvolgere eserciti di fantallenatori durante le dirette Twitch. L'associazione con i venditori di sistemoni per il Lotto mi è venuta automatica: come possono questi ragazzi fare le carte alla Serie A ad agosto? Su quali basi si presentano come esperti di un gioco che per sua stessa natura è governato almeno al 50% dal caso? Non è che i fantayoutuber sono la versione più giovane (e senza giacca e cravatta comprate all'Oviesse) dei teleimbonitori?

No, mi sono risposto di no e che il dubbio mi è venuto perché a 35 anni sto vacillando precipitosamente sull'orlo di un burrone sotto al quale scritto a caratteri cubitali leggo distintamente la parola BOOMER. Il mondo è cambiato, bellezza, e tu non puoi farci niente. Tra l'altro devo dire che rispetto ad altre nicchie di interesse di internet, il fantacalcio se la passa bene: le quattro/cinque realtà maggiori che propongono contenuti sul giochino legato al pallone hanno un seguito fedele perché non fanno l'errore di promettere vittoria sicura e con il tempo, migliorando la qualità dei video, i contenuti rappresentano sempre più una forma di intrattenimento godibile e che va oltre la mera preparazione per l'asta con gli amici.

Certo però un dubbio rimane: visto che non esistono prove concrete circa le competenze degli youtuber (avete un diploma di fantacalcio? No, non ce l'avete), potremmo essere di fronte all'annossa questione che il vecchio Platone riassumeva con la frase Quis custodiet ipsos custodes? e cioè Chi sorveglierà i sorveglianti?, nel nostro caso traslabile in "Chi giudicherà coloro i quali giudicano le nostre rose al fantacalcio?"

La risposta è semplice, io. Dall'alto della mia ventennale esperienza di sconfitte dolorosissime al fantacalcio, ma anche dell'aver comprato a due spicci Simy nella stagione in cui ha dominato la Serie A, ho deciso di dare i voti ai content creator più in vista. Di seguito, dunque, la guida ai tizi che fanno le guide del fantacalcio. Così imparano.

LUDOVICO ROSSINI

fantayoutuber

Il suo canale Youtube ha spopolato nelle ultime due stagioni e al momento conta 97mila iscritti . A Ludovico va riconosciuto il merito di aver cambiato le regole del gioco caricando video di qualità basati sullo storytelling più che sui meri consigli riguardo ai giocatori da avere in rosa. Ternano, prima di dedicarsi a tempo pieno al web si occupava di comunicazione politica. E' un ragazzo spigliato, super disponibile e che ha saputo farsi strada anche nel mainstream partecipando al programma "Fantacalcio Serie A Tim". Segni particolari: l'anno scorso ha consigliato Muriel e Soriano rovinando la vita a milioni di italiani.

Qualità video: 9,5
Spocchia da esperto: 7,5
Pazienza con gli iscritti al canale: 8
Capello spettinato: 6,5
Bellezza del suo cane: 8,5

IL PROFETA DEL FANTACALCIO

Il Profeta è di Genova e tifa Samp, ha mollato il posto fisso in banca per diventare youtuber a tempo pieno. Il suo canale è in crescita costante. Vero stratega del giochino, riesce a creare un clima disteso durante le live e dispensa dritte interessanti in ogni singolo video. Partito da zero, propone abbonamenti per contenuti extra a prezzi decisamente accessibili. Un ragazzo simpatico e alla mano che diventa insopportabile durante le aste, come giusto che sia. Il suo più grande merito ad oggi? Aver spinto il sottoscritto a prendere Beto a un credito.

Qualità video: 7,5
Spocchia da esperto: 4
Pazienza con gli iscritti al canale: 9
Scoperta di nuovi talenti: 7,5
Sigla iniziale dei video: 5,5

CARMYSPECIAL

fantayoutuber

Carmy è del sud ma vive al nord. Tifa Juve ma nonostante ciò ha la faccia da buono. Le sue guide consultabili in giganteschi file excel sono un must have in preparazione dell'asta. I suoi video grondano passione, è un vero nerd del fantacalcio, l'amico esperto di cui sbirciamo gli appunti quando al tavolo viene chiamato Politano centrocampista e non sappiamo se buttare dieci crediti o tenerceli per Strefezza. Ad oggi ha oltre 70mila seguaci e nella vita reale ha frequentato con successo un corso per diventare match analyst.

Qualità video: 7
Spocchia da esperto: 3
Pazienza con gli iscritti al canale: 9,5
Cappellini brutti: 7
File excel salvavita: 9

RE COSTA

Giuseppe "Re Costa" Costantino è sbarcato sul web dopo aver portato a casa un'infinità di premi al Magic Gazzetta (nel 2020 una Jaguar) e quindi ha un altissimo tasso di street credibility nella comunità dei fantallenatori. Registra video lunghi, molto lunghi, troppo lunghi, forse per ricordarci che nella vita bisogna faticare se si vogliono ottenere risultati. Il suo eloquio a volte è incerto ma difficilmente sbaglia il centrocampista da bonus da prendere sottocosto.

Qualità video: 6
Spocchia da esperto: 3
Pazienza con gli iscritti al canale: 8
Grammatica: 6-
Supercar: una

IL VETERANO DEL FANTACALCIO

Il Veterano è un uomo di mezza età, brizzolato, dalla parlantina spedita e con un seguito ridotto sul web. Però lui ci crede molto e per questo lo rispettiamo. La sua vita non deve essere male, soprattutto d'estate, almeno stando ai video che pubblica dal mare. Il suo modo di comunicare ricorda vagamente quello dei guru delle criptovalute, parla svelto e fa uso di termini tecnici per dimostrare conoscenza della materia. Sarà. 

Qualità video: 5
Spocchia da esperto: 7
Pazienza con gli iscritti al canale: 6
Vacanze: 9
Consigli per l'asta: 6,5

FANTAVIRUS

Premetto che Fantavirus lo conosco poco, il nome mi risulta un po' respingente durante una pandemia. Il ragazzo ci prova ma per il momento i risultati in termini di seguito sono mediocri (5mila iscritti al canale). A metà luglio pubblica video acchiappaclick con in cui elenca le certezze da avere in squadra: amico, è fottutamente presto. 

Qualità video: 6,5
Spocchia da esperto: 5
Pazienza con gli iscritti al canale: 7
Popolarità: 4
Clickbait: 7

LORENZO CANTARINI

fantayoutuber

Video casinisti, grafiche che partono a destra e a manca, una generale sensazione di caos organizzato di fascettiana memoria: Cantarini ha superato i 20mila follower e se ne compiace. Nella bolla del fantacalcio lui interpreta il ruolo del tizio alternativo, si presenta davanti alla telecamera con anelli, bracciali, collane, a volte la bandana. Estroverso, piacevole da ascoltare.

Qualità video: 7
Spocchia da esperto: 3,5
Pazienza con gli iscritti al canale: 7
Costumi: 8,5
Anarchia: 7

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE...

Cos’è sportellate.it

Dal 2012 Sportellate interviene a gamba tesa senza mai tirarsi indietro. Sport e cultura pop raccontati come piace a noi e come piace anche a te.

Newsletter
Canale YouTube
clockcrossmenu