Logo Sportellate
, 10 Ottobre 2022

Considerazioni sparse post Fiorentina-Lazio (0-4)


Una Lazio pulita ed essenziale lascia a terra una Fiorentina impietrita.


- Se la Lazio sta accusando difficoltà anche pesanti in Europa League, in campionato vola. Quello del Franchi è il terzo 4-0 consecutivo, che vale la quarta vittoria di fila e il riaggancio, al terzo posto, di Udinese e Milan. La squadra di Sarri (che di "sarriano" non ha moltissimo, visto il gioco estremamente verticale) colpisce durissimo e con uno sforzo ridotto al minimo la Fiorentina di Italiano, condannata dallo spietato raffronto tra l'efficacia dei biancocelesti sottoporta e la propria evanescenza negli ultimi 16 metri;

- I viola, che con due sole vittorie campionato sentono suonare più un coro di sirene che un semplice campanello d'allarme, sprofondano persino oltre quanto mostrato in campo. Per larghi tratti di gara forse la Fiorentina ha mostrato la miglior fluidità di gioco da inizio stagione, riuscendo a sviluppare con tanti uomini in avanti e a creare più palle gol nitide. Con un limite, che comincia ad apparire strutturale. Ovvero, la totale inefficacia al momento dell'esecuzione. Vuoi per scelte discutibili, vuoi per imprecisioni, vuoi per sfiga o per meriti di Provedel, Jovic e compagni non riescono a piazzarla mai. La Lazio ne fa due con i primi due tentativi in 25 minuti, e mette la gara su un tunnel che per la Fiorentina sa di girone infernale;

- A proposito di Provedel, a Formello e dintorni forse qualcuno deve rendere grazie ai quattro minuti di follia di Maximiano. Il portiere ex-Spezia, ormai titolare fisso anche stasera ha mostrato grande efficacia tra i pali (al netto di un errore in avvio di ripresa, non sfruttato dalla Fiorentina), nonché una sicurezza glaciale nelle giocate di piede. Fattore questo da non sottovalutare: Provedel, in assenza di un regista vero ma anche per la volontà dei biancocelesti di attrarre il pressing avversario e giocare sugli spazi alle spalle, sta risultando un valore aggiunto importante nell'economia del gioco della Lazio. Lazio che peraltro, un po' come lo scorso anno, è parsa andare a nozze sull'aggressività della Fiorentina senza palla;

- Una differenza evidente tra le due squadre, al di là dei valori tecnici ad oggi non paragonabili in attacco, sembra essere quello della consapevolezza nell'applicare il proprio piano gara. La Lazio sa bene cosa fare, come farlo, e a chi affidarsi. La Fiorentina non più. Se Sarri ha messo giù una squadra lucida (e spietata), Italiano non sembra più capace di trovare la quadra con i suoi uomini. Che, in tutta onestà, anche stavolta sono apparsi inadeguati tanto alla proposta di gioco dell'allenatore quanto all'esser giocatori di una squadra con presunte ambizioni europee;

- A livello di prestazioni individuali, il risultato è giudice severo e non si può andare tanto per il sottile. Oltre a Provedel, nella Lazio brilla la solita stella di Milinkovic-Savic, giocatore fuori scala sia per compagni che per avversari. Immobile vede premiata con l'ultimo gol una prestazione di fatica e di grande quantità al servizio della squadra, Vecino giocatore ormai ritrovato e Zaccagni decisivo con il suo guizzo dello 0-2. In casa viola, impossibile salvare dalla bocciatura lo sterile reparto offensivo, ma le mancanze che colpiscono la difesa sui gol della Lazio non sono meno gravi.

  • Scribacchino schierato sull'ala sinistra. Fiorentina o barbarie dal 1990. Evidenzia le complessità di un gioco molto semplice.

Ti potrebbe interessare

Dallo stesso autore

Il calendario calcistico è saturo

Trovare date libere per i recuperi delle partite rinviate è diventato un grosso problema.

La narrazione tossica sui giovani italiani

Pafundi e Camarda ci hanno mostrato la pigrizia nei nostri giudizi.

Vincenzo Italiano ha un problema con i centravanti?

O sono i centravanti ad avere un problema con lui?

La Roma femminile ha fatto una piccola impresa

Il pari contro il Bayern Monaco nell'esordio in Women's Champions League è un piccolo capolavoro delle giallorosse.
1 2 3 7
Newsletter
Campagna Associazioni a Sportellate.it
Sportellate è ufficialmente un’associazione culturale.

Associati per supportarci e ottenere contenuti extra!
Associati ora!
pencilcrossmenu