, 26 Agosto 2022

Mantra Experience: i 5 nomi a cui prestare attenzione in sede d'asta


Essendo la modalità “Mantra” un’esperienza di gioco sempre più comune tra i fantallenatori, apportiamo qualche osservazione su quei giocatori che dall'essere intriganti sono passati ad avere meno appeal, o viceversa; la posizione che il calciatore ricopre realmente in campo è la discriminante valida su cui vertono le considerazioni, a confronto con il ruolo datogli sul listone (Fantacalcio.it).


1) Lorenzo Pellegrini (A.S. Roma) - Ruolo Mantra - (T)

I mantristi da quest’anno dovranno rimpiangere le prestazioni del capitano della Roma sulla linea di centrocampo, vedendosi costretti a schierarlo sulla linea della trequarti. Con il passaggio di ruolo da (C/T) a (T) l’appeal fantacalcistico viene leggermente meno, ma a compensarne la perdita della molteplicità del ruolo ci pensano le parole di Mourinho, che sembra voler mettere ancor di più il giocatore al centro del progetto romanista.

La verve realizzativa di Pellegrini è ben nota, ma ben evidente è anche il fatto che, con una “T – trequartista” che paradossalmente nello scacchiere tattico può anche giocare da mediano o mezz’ala più vicino alla linea difensiva, il suo relativo costo non può essere da primissimi 3 slot.

Avere un Pellegrini in rosa lusingato dalle parole di Mourinho è certamente un lusso, ma doverlo obbligatoriamente posizionarlo sulla trequarti quando effettivamente vi è la possibilità che giochi in mediana può fare perdere l'opportunità di trovare soluzioni più prolifiche in quel ruolo.

Lorenzo Pellegrini si o no? Beh, ovviamente si, ma con le dovute proporzioni di budget.

Budget d'acquisto: Range (8 - 10)% dell'ammontare dei crediti.

2. Weston McKennie (Juventus F.C.) - Ruolo Mantra - (C/W)

Il centrocampista statunitense si approccia alla sua terza stagione in bianconero e gli esperti fantacalcistici lo lusingano assegnandoli il doppio ruolo, ma questa volta con una peculiarità in più per essere un mero centrocampista.

Con l’aggiunta della (W – Esterno di fascia) come ruolo oltre alla (C), McKennie fantacalcisticamente acquista ancor di più lo status di “jolly”. È già un giocatore abituato ad essere definito così nella realtà, infatti nella sua esperienza italiana è stato spesso utilizzato come "tuttocampista" in varie posizioni del centrocampo ed in emergenza anche in appoggio alla prima punta.

Ovviamente è preferibile schierarlo da “C” e non da esterno d’attacco, precludendosi la possibilità di avere un giocatore più prolifico in quella posizione, ma la suggestione di questa novità ha quel non so che di scommessa vincente al Mantra.

Giocatore da blitz in area di rigore cui in leghe numerose può essere assegnato non a molti crediti. Lungo la stagione potrà risultare determinante.

Budget d'acquisto: Massimo il 5% dell'ammontare dei crediti

3. Filip Kostic (Juventus F.C.) - Ruolo Mantra - (E/W)

Primo anno alla Juventus e di Serie A. . Il doppio ruolo da (E/W) gli dona appetibilità all’asta per certo, ma in termini di bonus è pressoché ancora da catalogare.

Si può pensare al fatto che Allegri utilizzi questi giocatori come equilibratori per la sua rosa, dotati di dinamismo, corsa e sostanza. Adempiere al dovere di ausilio al compagno sarà il suo mantra, che perciò in termini di bonus gli concederà pressoché assist e non troppo di più.

Viene ad essere un giocatore intrigante nel momento in cui avete la possibilità di schierarlo più come “E – esterno di centrocampo, che come W”. Portate attenzione al fatto che le “E” è un ruolo prezioso, che se acquistate razionalmente vi apre scenari tattici intriganti, avendo la possibilità di giocare sia con la doppia punta (Pc – Pc), sia con trequartista ed esterno d’attacco contemporaneamente.

Kostic si o no? Si perché la Juventus è chiamata al riscatto e l’allenatore ha richiesto un giocatore con queste caratteristiche. Non aspettatevi troppi bonus, ma quantomeno un’assoluta continuità di prestazioni per tutta la stagione.

Budget d'acquisto: Range (3 - 5)% dell'ammontare dei crediti.

4. Federico Dimarco (F.C. Internazionale) - Ruolo Mantra - (Ds/Dc/E)

Fantacalcisticamente parlando uno dei difensori più appetibili sul listone di quest’anno. In grado di ricoprire 3 posizione al mantra, ovvero quella di difensore laterale sinistro, centrale ed esterno di centrocampo per gli amanti delle improvvisazioni.

Con Inzaghi è in grado di giocare sia da braccetto di sinistra nei tre difensore sia anche da esterno di centrocampo di sinistra nei cinque centrocampisti. Le sue doti balistiche si sono fatte conoscere in questi anni di Serie A, tatticamente perfetto per ogni fantasquadra. Se per di più nelle vostre leghe considerate il bonus "modificatore difesa", il suo acquisto diventerà imprescindibile.

Anche se non da titolare è sempre da avere all’interno dell’undici titolare, può fornire assist o punizioni importanti in qualsiasi momento del match.

Credeteci, vi regalerà diverse soddisfazioni.

Budget d'acquisto: Massimo il 5% dell'ammontare dei crediti.

Giacomo Bonaventura (ACF Fiorentina) - Ruolo Mantra - (C/W/T)

Un grande classico per il listone mantra cui teniamo particolarmente a parlarvi.

Centrocampista polivalente che da sempre per i redattori è stato astato come mezz’ala "C", esterno di fascia d’attacco "W" e/o trequartista "T". Nel corso della carriera Bonaventura ha ricoperto svariate posizioni sulla linea della trequarti, trovando spesso fortuna con giocate deliziose a supporto dei compagni.

Con Italiano e specialmente alla Fiorentina sembra aver trovato la continuità che a lunghi tratti in carriera gli è mancata; nella posizione di mezz’ala diventa un fattore determinante per le vostre leghe. Assist, gol e prestazioni lodevoli, il tutto condito dalla possibilità di avere fantacalcisticamente un jolly unico in rosa. Ovviamente consigliabile schierarlo come “C” per evitare di fare sacrifici maggiori nelle altre posizioni, ma che lusso fantallenatori.

Bonaventura si, pur sapendo di effettuare un piccolo extra-budget in virtù del triplo ruolo.

Budget d'acquisto: Range (5 - 6)% dell'ammontare dei crediti

  • Nato a Rimini il 5 luglio 1996. Laurea magistrale in Management all’Università di Trento ma di cose realmente gestite finora riporta la “mise en place” di alcuni ristoranti in riviera e la sistemazione dei lettini in spiaggia. Terzinaccio generoso dotato di un sinistro considerevole, più deciso che mai a saziare la sua insanabile voglia di sport parlandone. Sogna di vedere suo padre festeggiare la vittoria della Champions League della Juventus e, personalmente, di assistere ad una partita all’American Airlines Center di Dallas gridando “Luka Doncic step back” con in sottofondo un “mamma butta la pasta” del mitico Dan Peterson.

Ti potrebbe interessare

Dallo stesso autore

Associati

Banner associazioni

Newsletter

Campagna Associazioni a Sportellate.it
Sportellate è ufficialmente un’associazione culturale.

Associati per supportarci e ottenere contenuti extra!
Associati ora!
pencilcrossmenu