Logo Sportellate

Considerazioni sparse sul Fantacalcio post 2a giornata di Serie A


Occhio all'hype creato attorno ai calciatori giallorossi, che sono diventati una serissima squadra di calcio ma una trappola “fantacalcistica".


- Sarà il calcio di Agosto, sarà che le squadre debbano ancora oliare i propri meccanismi, sarà il mercato ancora aperto e gli organici ancora incompleti, sarà probabilmente la somma di tutte queste motivazioni, ma sta di fatto che questa seconda giornata di serie A abbia deluso un po’ oltre le aspettative la nostra voglia di calcio e di fantacalcio. Escludendo le goleade di Inter e Napoli, nessuna squadra ha segnato più di una rete, ma il dato ancora più triste lo troviamo nel contare fino a 12 le squadre rimaste a secco di goal;

- E’ evidente che se il 60% delle squadre non segna ci sia un grosso problema di distribuzione di goal nelle nostre leghe, tanto da domandarsi se sia davvero semplice calcio di Agosto, o se i pochi goal segnati ad oggi siano sentore di una stagione dove gli attaccanti faticheranno e i difensori torneranno a far cantare i modificatori dopo un paio di annate complicate. Non facciamo di tutta l’erba un fascio, ma liste alla mano risulta evidente come quest’anno ci sia carenza di attaccanti (sia in termini di qualità che di quantità) e tolti i primi 5/6 nomi di livello ci si ritrovi di fronte ad un valore medio piuttosto basso, che lascia ben poco spazio alla fantasia di noi fantallenatori e tanto spazio ad una disincantata speranza che Sanabria ci faccia 15 goal;

- Il fatto che il nuovo 11 titolare della Roma sia diventato così offensivo ha spinto Mourinho a impostare la squadra sulla difensiva e questo non è un bene per il nostro fantacalcio perché se da un lato questo assetto ha portato (e porterà) tanti punti in dote ai giallorossi, a livello fantacalcistico non dobbiamo immaginarci una Roma da 90 goal in campionato, ma piuttosto da 70/75 (lo scorso anno furono 59). Sarebbe sbagliato dunque aspettarsi nella stessa stagione un Abraham con 25 goal, Dybala con 20, Zaniolo con 15 e Pellegrini con 10. Occhio quindi a questo hype attorno ai calciatori giallorossi, che sono diventati una serissima squadra di calcio ma una trappola fantacalcistica, non tanto per i valori assoluti dei propri giocatori, ma per i valori percepiti che sembrano essere mediamente più alti del dovuto;

- Sembrano essere mediamente più bassi del dovuto invece i valori percepiti della Juventus, specialmente dopo il triste pari con la Sampdoria. La squadra bianconera sta vivendo un’involuzione di gioco e idee talmente evidente da gettare ombre persino sul rendimento finale dei suoi top player, ma facendo un’accurata selezione si possono acquistare giocatori sicuramente poco sexy ma molto molto efficaci. Bonucci, Alex Sandro, Rugani, Gatti, lo stesso De Sciglio sono tutti nomi da far venire i brividi, ma andranno via a poco e giocheranno tanto e lo faranno in una squadra tra le prime 4 d’Italia che chiuderà l’anno con una delle migliori difese del campionato. Questo discorso non vale per il centrocampo, dove si rischia di pagare di più un Locatelli di un Bajrami solamente perché titolare della Juve, ma i bonus a centrocampo sembrano essere pochi e mal distribuiti. Zero preoccupazioni sulla stagione che farà Vlahovic;

- Atalanta Fiorentina e Sassuolo sembrano essere invece delle squadre più normali del previsto. Sono tutte accomunate da un concetto di calcio offensivo che però non sembra possa sintetizzarsi in un’esaltazione del singolo, ma piuttosto del contesto corale. Zapata Jovic e Pinamonti possono certamente segnare 20 goal, ma non bisogna meravigliarsi se si fermassero a 13/15 dividendo i +3 con altri compagni di reparto. In questo senso Lookman, Nico Gonzalez, Traorè potrebbero essere piacevoli scoperte, sicuramente con meno goal dei colleghi, ma ad un prezzo dimezzato rispetto ad essi. Per la difesa subito sotto ai soliti top bisognerebbe sempre provare ad acquistare un difensore di Gasperini e/o di Juric come secondo / terzo slot, ed un difensore di Bologna e Udinese come terzo / quarto. Non ci sono dubbi invece a centrocampo: Kvaratskhelia sarà il nuovo bug di attacanti listati centrocampisti, come furono prima di lui il Papu Gomez e Mertens.

  • Grande appassionato di calcio e di fantacalcio. Si lascia incantare da giocatori mediocri (a detta di altri) che considera sottovalutati. Considera D’Ambrosio il miglior terzino destro della serie A, forse della storia ma c’è un ballottaggio con Zé Maria. Diffida di chiunque consideri il 3-4-3 il miglior modulo fantacalcistico. Gli piace considerarsi calcisticamente un centrocampista a metà tra Gattuso e Pirlo, nel senso che ha il piede di Gattuso e la grinta di Pirlo. Ha aperto una petizione per inserire il tiro da fuori di Stankovic tra le Meraviglie del Mondo.

Ti potrebbe interessare

Fantacalcio: e se l’asta fosse a marzo?

Tre ragionamenti più o meno sensati per costruire una rosa al Fantacalcio. Anche a marzo inoltrato, l'asta è un rito da rispettare.

Fantacalcio e tifo: 5 livelli di compatibilità

Baratteresti una vittoria al Fantacalcio con un trionfo della squadra del cuore? Sì? No? FantaGeek fa per te, in ogni caso.

10 acquisti improbabili per salvare il vostro fantacalcio

Nomi fuori dagli schemi che possono sorprendere voi e gli avversari

La scienza del Fantacalcio, intervista ad Alfredo Fantetti di Fantaculo

Abbiamo intervistato il co-founder e direttore di Sports Analytics srl, la società dietro Fantaculo.it e leader in Italia nell'analisi di dati per il Fantacalcio.

Dallo stesso autore

Se le squadre di Serie A fossero dei rapper italiani

Un simpatico episodio crossover.
Newsletter
Campagna Associazioni a Sportellate.it
Sportellate è ufficialmente un’associazione culturale.

Associati per supportarci e ottenere contenuti extra!
Associati ora!
pencilcrossmenu