Article image
, ,
4 min

- di Lorenzo Tognacci

Da 10 a 1: diamo i voti al GP del Canada


In 10 giorni il campionato ha preso uno scossone che ne ha cambiato connotati e certezze: a Montreal sembra ormai delinata la nuova faccia di questo Mondiale.


Voto 10: al Campione del Mondo in carica

Semplicemente di fronte alla perfezione non ci sono troppi commenti da fare. È incredibile vedere come l'aver raggiunto il Titolo abbia trasformato Max in una macchina calcolatrice fredda e perfetta. Se proprio dovessimo trovare un "dettaglio" gli è mancato il giro veloce, ma chissenefrega.

Se Verstappen fosse un oggetto di consumo, sarebbe di metallo e molto costoso.

Voto 9: il Carlitos nostrano, Carletto, e pure il muretto

In un weekend in cui Leclerc era sportivamente escluso da ogni battaglia all'apice, Sainz si trova con il fardello pesante sulle spalle: ballano pochissimi decimi tra lui e il primo podio in carriera ma Carlos porta a termine un weekend finalmente solido e motivante. La coesistenza con la monoposto non è al 100% ma finalmente sembra aver fatto passi avanti, Carletto dal fondo del barile risale con una gara che porta un'iniezione di fiducia decisamente necessaria. Il muretto diciamo che non si merita 9 ma azzarda una strategia con Leclerc importante, in gara si comporta benino, facciamo che ci buttiamo dentro anche loro. Ci serviva.

Voto 8: la stella a 3 punte

Dare 10 al primo classificato, 9 al secondo e 8 al terzo, come se i voti venissero dati esclusivamente in base all'ordine di arrivo, è un po' scontato (infatti cerco sempre di non farlo EHEH), però come ho detto prima a Montreal sembra si sia delineato un secondo corso del Mondiale, diverso da quello iniziale. Una delle nuove certezze è la Mercedes, che paga qualcosa in velocità pura ma porta a termine il compito. Russell è un pilota in palla formidabile, Hamilton si prende una botta di fiducia importante. Aspettiamo il prossimo colpo di Toto.

Voto 7: all'Alpine? No, a Fernando Alonso

L'Alpine è una macchina che aveva già messo in chiaro la sua performance, Alonso e Ocon che sapevano fare, però che bello vedere una qualifica bagnata dove un pilota che ha un discreto quantitativo di manico tira fuori un coniglio dal cilindro non indifferente. "Solo" 7 perché purtroppo dopo c'è anche la gara e per come la vedo io l'Alpine ha corso sì molto bene ma senza strafare, quindi il grosso del voto è per la qualifica di Alonso. Poi, io sono uno di quelli che tra un 40enne con super esperienza e un tizio di 20 anni con gli occhi iniettati di sangue, preferisco sempre il secondo, ma sono comunque un romantico ed è sempre bello vedere cose del genere.

"alla tua età, saltavo i fossi per il lungo"

Voto 6: ALL'ALPHA TAURI, MA LASCIATEMI SPIEGARE

L'Alpha Tauri questo weekend è tornata a essere l'Alpha Tauri, un po' na merda, Tsunoda fa una roba che è meglio guardare da un'altra parte, Gasly purtroppo spinge la carretta. PERÒ io il weekend scorso non sono riuscito a fare i pagelloni un po' per lo sconforto generale che mi ha portato addirittura a non guardare gli ultimi giri ("mai successo questo carlo"), un po' perché ho avuto un po' di imprevisti durante la settimana. E io la settimana scorsa all'Alpha Tauri volevo dare 10, perché Gasly aveva fatto un garone ma soprattutto la macchina sembrava dimostrare competitività, lasciava ben sperare e io ero pure molto contento di questo. E quindi oggi si merita un 4, però col 10 scorso sarebbe una media di 7, 7 non glielo posso dare e quindi 6. Sto ancora cercando di capire cosa abbia fatto Tsunoda, ecco perché sono così confuso.

BOH AHAHAHAHAH

Voto 5: l'Alfa Romeo? Ma sì

5 è ovviamente severissimo, perché comunque porta entrambi i piloti a punti, Zhou disputa il suo primo Q3 e porta a casa punti anche lui, la macchina non ha le performance dei competitor ma loro ce la infilano comunque. È che purtroppo sembra ancora una scuderia troppo in balia degli eventi, non è aggressiva nei confronti della gara e sembra sempre molto si lasci travolgere dagli eventi, e alla fine porta a casa quello che passa il convento. Quindi, cosa vuoi dire, "il ragazzo è bravo ma non si applica". 5.

Voto 4: Aston Martin

Succedono cose a caso e Stroll prende un punto. Basta. 4 solo perché voglio dare voti peggiori a qualcun altro.

Voto 3: boh

Non nel senso che non so a chi darlo, nel senso che non so veramente che parole usare per descrivere quello che ha sfornato la mclaren sto weekend. sono talmente sconfortato che mi viene difficile spingere shift per usare le maiuscole. norris poverino è ormai prossimo alla depressione.

Voto 2: NICHOLAS DANIEL LATIFI

"...è un pilota automobilistico canadese, attivo in Formula 1 con la Williams. Il suo numero di gara è il 6". La scheda di Latifi su Google esordisce così. In realtà, nessuno ricorderà alcuna di queste informazioni se non "Latifi è andato a muro", un po' come il decisamente non compianto Mazespin (che questa settimana ha tirato fuori un'intervista da criminale "spero di fare come Magnussen e tornare in F1 a fare la differenza", perdonate il francesismo, "ma chi te se incula"). Non c'è niente di ufficiale ma si è parlato di mandare a quel paese Wallifi e far salire su una F1 Piastri. Bene, io voglio essere ottimista E DARE IL BEN SERVITO AL CANADESE CON UN BEL 2. CIAO.

Questa è l'espressione che ho la domenica quando parcheggio la macchina in un fosso per andare al mare. Lui corre in F1.

Voto 1: al pagellista di Sportellate

Come ho detto, il weekend scorso non ho fatto le pagelle. Non che interessi a qualcuno, ma visto che sparo sempre voti a tutti forse ogni tanto è anche giusto AUTOVALUTARSI. Meno male che i colleghi della Redazione Motori hanno dimostrato più professionalità della mia, ma l'Azerbagian mi ha proprio fatto cascare le palle.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE...

Rimini, 23/09/1994. Laureato in Comunicazione Pubblicitaria allo IED di Milano, freelance e multiforme. All’anagrafe porta il nome di Ayrton e la Formula 1 è appuntamento immancabile del weekend, a cui associa un passato da tennista sgangherato e anni di stadio a Cesena. Incallito e vorticoso consumatore di vinili e di cinema.

Cos’è sportellate.it

Dal 2012 Sportellate interviene a gamba tesa senza mai tirarsi indietro. Sport e cultura pop raccontati come piace a noi e come piace anche a te.

Newsletter
Canale YouTube
clockcrossmenu