Article image
,
1 min

- di Giuseppe Orio

Considerazioni sparse post Salernitana-Udinese (0-4)


Darwin Award per la squadra di casa, venuta a mancare all'appuntamento più importante della vita.


- In un Arechi gremito all'inverosimile é solo una squadra a scendere in campo: quella allenata da Cioffi. L'approccio dei giocatori di casa é molle e terrorizzato, tanto che il vantaggio friulano al sesto minuto sembra la cosa piú naturale del mondo;

- L'Udinese si limita a fare densitá in zona centrale e giocare di ripartenza mandando Udogie nell'uno contro uno su Mazzocchi e Deulofeu contro i marcantoni centrali granata. Poche mosse, ma superefficaci perché di fronte si sta vivendo una sorta di psicodramma;

- Nel corso dell'ultimo mese gli elogi per la Salernitana si sono sprecati, e a ragion veduta: una salvezza in partenza impossibile era giunta a portata di mano. Difficile determinare con precisione cosa sia scattato nella testa dei giocatori e quale sia stato il punto di rottura nelle ultime due settimane, se il pareggio subito da Altare, il rigore sbagliato a Empoli o la troppa pressione ambientale. Fatto sta che la prestazione offerta oggi é stata indegna;

- La ripresa é stata ancora più surreale della prima frazione: subíto il quarto gol dopo l'ennesima ripartenza, la partita é sostanzialmente finita a mezz'ora dal fischio dell'arbitro. Pubblico e panchina si sono rivolti altrove, verso Venezia, dove lo stato catatonico del Cagliari ha deciso la corsa salvezza in senso favorevole ai campani;

- Ora che il tanto evocato miracolo in stile Crotone é stato compiuto, Davide Nicola é atteso a piedi nello Stato Vaticano. Spero che non le abbia scagliate tutte addosso ai suoi uomini, ne servirá un paio buono: di scarpe, intendo.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE...

Salernitano, classe 1992. Laureato in Medicina e Chirurgia a Bologna, ma solo perché la Facoltà “Storia del calcio e filosofie dei sistemi di gioco” ancora non è stata inventata. Tifoso del Chievo dai tempi in cui i “Mussi” volavano per la prima volta in Serie A, sono innamorato di questo sport per la quantità incredibile di storie che è in grado di offrire.

Cos’è sportellate.it

Dal 2012 Sportellate interviene a gamba tesa senza mai tirarsi indietro. Sport e cultura pop raccontati come piace a noi e come piace anche a te.

Newsletter
Canale YouTube
clockcrossmenu