Article image
, ,
2 min

- di Luca Barbara

Considerazioni sparse post MotoGP di Le Mans


Vince uno scatenato Bastianini, terza vittoria per lui quest’anno. Disastrosa caduta di Bagnaia a 5 giri dalla fine. Quartararo resta in testa al Mondiale.


- Bastianini, sei un vero Bestia! Il centauro riminese ha vinto per la terza volta quest’anno e, al di là di ogni aspettativa, continua ad essere in corsa per il titolo mondiale. Il weekend era, evidentemente, super favorevole per casa Ducati ma nessuno si sarebbe aspettato una vittoria di un pilota non ufficiale, soprattutto dopo il primo/secondo della griglia di partenza firmato Bagnaia e Miller. Il pilota del team Gresini, però, ha studiato, ha aspettato ed ha attaccato Pecco al momento giusto, esattamente come nel GP delle Americhe. Ennesima vittoria di maturità. Bastianini sta mostrando ogni gara di più di poter diventare il pilota di punta nostrano;

- Avevamo definito Fabio Quartararo ”formichina” solo 15 giorni fa. Anche oggi, nel gran premio di casa, il centauro di origini italiche ha raccolto il massimo possibile. La sua moto non gli ha mai consentito di competere nè con l’Aprilia nè tantomeno con le Ducati, vere dominatrici del fine settimana. Lui, però, si pazza quarto, restando in testa al Mondiale e limitando i danni. Non si diventa campioni per caso;

- Pecco, NO! Non ci voleva, questa caduta ci toglie la terra sotto i piedi. L’errore a cinque giri dalla fine, con conseguente sorpasso di Bastianini, ha costretto Bagnaia ad una folle rincorsa, che ha avuto termine solo poche curve dopo sul ghiaino francese. La voglia di voler portare a casa la seconda vittoria consecutive ha fatto perdere lucidità al torinese, al quale, però, i punti del secondo classificato sarebbero serviti come il pane per poter continuare a competere per il titolo mondiale. Con questo 0 in classifica, potrebbe già aver detto definitivamente addio alle velleità da campione del Mondo;

- L’annuncio dell’addio alle corse della Suzuki racing alle gare deve aver demolito psicologicamente anche i piloti della factory. Subito Rins, poi Mir, entrambi lunghi sulla ghiaia. Sarà un caso ma da quando sono venute a mancare le certezze per la prossima stagione, si è passati dalla lotta per il titolo mondiale alle inaspettate cadute. Quest’annata, ormai, sembra definitivamente compromessa ed è un vero peccato perchè moto e piloti erano davvero competitivi;

- Adesso anche la classifica si fa interessante per Enea Bastianini. Dopo la vittoria a Le Mans, l’italiano si trova a 8 punti dalla testa della classifica, occupata da Fabio Quartararo a quota 102 punti. In mezzo l’Aprilia di Aleix Espargaro, pilota più continuo del circus in questo momento. Pecco, vera speranza italiana, rimane a 56, demolito dalla caduta. Ancora lontano Marquez, oggi sesto e mai in gara.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE...

34 anni, pugliese di nascita, siciliano, ciociaro e ligure d'adozione. Ex pallanuotista, da sempre appassionato di sport in generale ma con una fissazione per il futbòl. Ho visto giocare Ronaldinho contro Romario al Maracanà di Rio de Janeiro nel 1999. Trasmissione sportiva preferita: Tutto il calcio minuto per minuto.

Cos’è sportellate.it

Dal 2012 Sportellate interviene a gamba tesa senza mai tirarsi indietro. Sport e cultura pop raccontati come piace a noi e come piace anche a te.

Newsletter
Canale YouTube
clockcrossmenu