Article image
2 min

- di Antonio Mazzolli

Dietro la lavagna: le pagelle che non ci sono piaciute


Per chi ha bisogno di conforto dopo un 65,5 al fantacalcio, per chi non può credere nella valutazione data a quella prestazione, per chi non crede nel cuore (e nella competenza) di tanti “pagellisti”, sappiatelo: vi siamo vicini e lottiamo con voi. Ecco la selezione delle pagelle lette dopo questo weekend, che proprio non ci sono piaciute.


Sandro Tonali 6 - Fantacalcio.it

Nelle nostre considerazioni l'avevamo definito "monumentale". La partita di Sandro Tonali, in effetti, è stata gigantesca: chiusure in ogni parte del campo, rincorse fino al 90' sommate al solito ordine tattico, ci avrebbero fatto pensare ad una valutazione notevolmente superiore. Così non è stato, la sufficienza striminzita con cui Fantacalcio.it ha valutato la partita del numero 8 rossonero sembra semplicemente frutto dell'assenza di bonus dai tabellini.

Mai decisione fu più sbagliata, Tonali era da 7 pieno.

Felix Afena Gyan 5,5 - Fantacalcio.it

Il protetto di Mou non incide. Nell'arco di 60 minuti scarsi non combina niente di buono. Non salta mai l'uomo, sbaglia cose facili, compie movimenti sbagliati e scelte di gioco anche peggiori.

Al momento pare più un corridore su pista che un calciatore. Un 5 in pagella sarebbe stato più oggettivo.

Edin Dzeko 6 - Fantacalcio.it

Per valutare la prestazione del bosniaco c'è da guardare ai due episodi che lo vedono protagonista: il calcio di rigore guadagnato dopo consulto Var e l'occasione fallita per il possibile 0-3 nella ripresa. Se è vero che il centravanti di Inzaghi risulta decisivo nel primo caso, nel secondo è lo specchio della sua prestazione: lento, impacciato, impreciso e fin troppo meccanico e semplicistico nelle scelte.

Non meritava la sufficienza, ma mezzo punto in meno.

Federico Bernardeschi & Alvaro Morata 6 - Fantacalcio.it

Giudicare la loro prestazione in casa con il Venezia sufficiente, è il più grosso insulto che possa essere fatto alle qualità di entrambi. Se veramente quanto abbiamo visto domenica, è quello che è lecito aspettarsi da Morata e Bernardeschi, parliamo di due giocatori che è giusto e sacrosanto facciano le valigie e vadano a giocare per piazze meno ambiziose di quella bianconera.

Mai pericolosi. Mai incisivi. Mai veramente connessi tra loro e con Vlahovic. Giustamente sostituiti rispettivamente al 58esimo ed al 69esimo minuto, avrebbero meritato entrambi l'insufficienza.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE...

Nato nel 1997 nella provincia toscana e laureato in Scienze della Comunicazione a Siena. Innamorato del calcio grazie alla partita del Torneo di Viareggio che si giocava una volta all'anno nel mio paese e alle VHS con le sfide della Juventus per intero. Tifoso dei bianconeri, dell'Hockey Follonica (squadra della mia città) e della vecchia Montepaschi Siena. Mi emoziona qualsiasi tipo di impresa sportiva e cerco di scoprire prima il lato umano e poi agonistico dei protagonisti nel mondo dello sport. In attesa di ricominciare a studiare, osservo, memorizzo e prendo appunti.

Cos’è sportellate.it

Dal 2012 Sportellate interviene a gamba tesa senza mai tirarsi indietro. Sport e cultura pop raccontati come piace a noi e come piace anche a te.

Newsletter
Canale YouTube
clockcrossmenu