Article image
, ,
2 min

- di Matteo Orlandi

Da 10 a 1: diamo i voti al GP di Australia


Leclerc fa prove da cannibale.


Leclerc voto 10

Un martello pneumatico. Prestazione francamente esagerata, una superiorità manifesta dal primo all’ultimo giro, a caccia costante del giro veloce. Il pilota irruente dello scorso anno ha lasciato spazio ad un killer spietato. Facciamo peró che la classifica la guardiamo in estate, altrimenti ci gira la testa.

Albon voto 9

Mvp di giornata. Partire ultimo e arrivare decimo con una Williams è qualcosa che vale più di una vittoria. Strategia sensazionale e grande manico di un ragazzo che meritava un’altra occasione in formula 1

McLaren voto 8

Nessuno dopo il disastro in Bahrein avrebbe scommesso un euro su una McLaren così in palla dopo due gran premi. Il team papaya è tornato dove era lo scorso anno e non è poco. Grande lavoro del team e piloti centrati come sempre, arrivati appaiati. Nel pacchetto di mischia ci sono anche loro.

Russell voto 7

È vero, un po’ di fortuna lo ha aiutato con la virtual safety car e fin lì in verità Hamilton sembrava averne di più. Nel secondo stint il numero 63 ha peró mostrato grande ritmo, meritando alla fine il podio. È secondo nel Mondiale. La Mercedes si avvicina, attenzione. Per ritmo miglior weekend delle Frecce d’Argento, molto vicine alla Red Bull

Alpine voto 6

Altri punti per Ocon, formichina affidabile. La macchina sembra veloce ma sembra anche raccogliere sempre qualcosina in meno di quanto meriterebbe. Passi avanti ci sono ma a ritmi molto lenti. Alonso mette in mostra a tratti il solito talento ma la fortuna gli sta voltando amaramente le spalle in questo 2022, come gli è purtroppo successo molte volte in carriera.

Alpha Tauri voto 5

Che succede a Faenza? La macchina sembra molto lontana dal rendimento dello scorso anno. Il piede di Gasly nasconde tanti problemi (buon nono posto), problemi che diventano peró molto visibili quando si tratta di guardare il povero Tsunoda, che continua a portare a casa un contributo pari a zero.

Vettel voto 4

È doloroso vedere un pilota vincitore di quattro Mondiali fare tanta fatica a stare in pista. La girata da autoscontro è semplicemente impietosa. Ha l’attenuante di essere stato fermo per qualche gran premio per covid, ma così non si puó.

Stroll voto 3

Partecipa alla Caporetto Aston Martin (unico team a zero punti) e l’insufficienza non è tanto per la gara coraggiosa e propositiva (anche se senza punti), quanto per il pasticcio del sabato contro il connazionale Latifi, tagliato fuori senza pietà.

Team Radio Mercedes voto 2

Si puó dire ad un pilota di non combattere per il podio perchè vanno conservate le gomme? A quanto pare si. Mah.

Sainz voto 1

Tutto da dimenticare. Puó capitare. Carlos è un pilota veloce e intelligente, ma un po’ lento nel capire le macchine (cresce sempre nel finale delle stagioni). Sta soffrendo un po’ il ritmo terribile di Leclerc ma c’è tutto il tempo per migliorare. Oggi tutto male, dal sabato, al volante difettoso, alla scelta di gomme sbagliata. Alla fine l’errore e zero punti. Ripartire subito.

Red Bull voto 0

Due ritiri su tre gran premi sono semplicemente inaccettabili. La macchina è più lenta della Ferrari ma il secondo posto era ampiamente alla portata. L’assenza della Honda si sente eccome

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE...

È nato pochi giorni dopo l’ultima Champions League vinta dalla Juventus. Ama gli sportivi fragili, gli 1-0 e i trequartisti con i calzettini abbassati. Sembra sia laureato in Giurisprudenza.

Cos’è sportellate.it

Dal 2012 Sportellate interviene a gamba tesa senza mai tirarsi indietro. Sport e cultura pop raccontati come piace a noi e come piace anche a te.

Newsletter
Canale YouTube
clockcrossmenu