Logo Sportellate
, 12 Marzo 2022

Considerazioni sparse post Milan-Empoli (1-0)


Kalulu ci mette il corto muso e rispedisce la Juventus a distanza di sicurezza.


- É vero: parlare oggi di Kalulu è troppo facile, quasi come fare le pagelle e dare voti alti a chi ha vinto, ma dopo qualche occasione in cui sarebbe stata la "sesta considerazione", è arrivato il momento di dedicarne una a questo ragazzo. L'abbiamo visto arrivare a parametro zero, quasi un oggetto misterioso, lavorare in silenzio senza pretendere nulla e farsi trovare pronto ogni volta è stato chiamato in causa. L'abbiamo visto sbagliare e riprendersi senza battere ciglio, schierato in tre ruoli diversi e facendoci chiedere quale fosse il suo. Ora si sta affermando come centrale e viene da chiedersi: è già lui il titolare del Milan?

- Com'è capitato spesso contro le cosiddette piccole, dopo un primo tempo di sostanziale dominio, ma senza trovare la seconda rete, il Milan ha abbassato ritmo e baricentro, scoprendosi alle offensive dell'Empoli. Una tattica che talvolta ha pagato, ma altrettante volte si è rivelata fatali per i rossoneri e fa interrogare se il motivo sia una semplice gestione delle forze o a volte manchi la cattiveria giusta per chiudere le partite. Buona, comunque, la gestione dei cambi da parte di Pioli;

- Sponda Empoli, ci si aspettava qualcosa di più da Bajrami, delle cui qualità si è vista soltanto la grande generosità, mentre ha commesso errori in fase d'appoggio che da lui non ci si aspettano. La sua giocata migliore, prima di uscire a metà ripresa, è stato un calcio d'angolo. Troppo poco. Va invece premiato il pacchetto difensivo, sostanzialmente incolpevole sulla rete del vantaggio rossonero e bravo a tenere botta anche quando la squadra s'è sbilanciata alla ricerca del pareggio;

- Resta comunque il piacere di avere visto una squadra, quella toscana, che nonostante punti alla salvezza non ha mai rinunciato a giocare anche contro un'avversaria nettamente più quotata e, anzi, nella ripresa ha provato in ogni modo a rimettere in pari il risultato anche attraverso una serie di cambi offensivi effettutati da Andreazzoli, che non si è mai accontentato né di fare bella figura, né di attendere passivamente un episodio fortuito, ma ha sempre cercato le proprie fortune attraverso il gioco;

- In tutto questo, il risultato dice che il Milan ha ottenuto una vittoria di misura e senza subire reti, che quando si è in lotta per obiettivi importanti non fa mai male, soprattutto pensando ad alcune occasioni perse in precedenza. I rossoneri danno quindi la migliore delle risposte alla Juventus, che si stava pericolosamente avvicinando e soprattutto mettono pressione all'Inter, impegnata domani sera a Torino contro i granata. Nulla da aggiungere sui toscani, la cui salvezza ci pare una cosa scontata.

  • Matteo Tencaioli. Classe 1980, da sempre diviso tra la professione di programmatore e l'amore per il giornalismo. Ama parlare di sport, in particolare di calcio e tennis. Conteso tra lavoro e famiglia, suo più grande amore, fa a sportellate tutti i giorni con il sonno per trovare il tempo di coltivare anche le proprie passioni.

Ti potrebbe interessare

La lezione che ci ha dato Gian Piero Gasperini

Il primo trofeo della sua carriera è coinciso con una lezione morale.

Ligue 1 2023/24, la squadra della stagione

Lilla, Nizza e Brest la fanno da padrone.

Tomás Esteves può giocare ovunque

Il giovane portoghese è un può giocare praticamente ovunque.

Premier League 2023/24, la squadra della stagione

Una squadra abbastanza fluida per un campionato abbastanza fluido.

Dallo stesso autore

Mondiale 2022: guida al Portogallo

Come al solito, il Portogallo arriva al Mondiale con le […]
Newsletter
Campagna Associazioni a Sportellate.it
Sportellate è ufficialmente un’associazione culturale.

Associati per supportarci e ottenere contenuti extra!
Associati ora!
pencilcrossmenu