Logo Sportellate

Considerazioni sparse sul Fantacalcio post 26a giornata di Serie A


La giornata più pazza del campionato, in cui evangelicamente gli ultimi sono diventati i primi, lascia i suoi strascichi anche sul nostro passatempo preferito.


- Ventiseiesima giornata gattopardesca in cui succede di tutto, crollano i potenti del nostro calcio a favore delle ultime della classe che vivono il loro momento di gloria; tutto questo però non muta quasi di una virgola la classifica, che resta praticamente identica a venerdì pomeriggio. Un enorme disquisizione sul nulla? Forse per il banalissimo calcio sì, ma per quanto riguarda il fanta siamo decisamente fuori strada;

- È buona norma di ogni fantallenatore che si rispetti puntare sugli eroi di provincia, quelli grandi in una piccola pozza ma insignificanti nell'oceano, ma che nell'equilibrio delle nostre rose sono fondamentali per tirare la carretta. E questa, mio caro eroe che sei rimasto fedele al Quagliarellesimo quando tutti intorno a te si affidavano ai falsi idoli e ai Vlahovic qualunque, è la tua giornata: goditi il meritato trionfo, finché dura;

- Ma se, in fin dei conti, una giornata di tolleranza al buon Vlahovic, anche considerando che si trovava di fronte alla sua bestia nera Bremer, possiamo concederla, è con Lautaro Martinez che la pazienza è definitivamente finita: il gol manca ormai dal lontano dicembre, da prima che si arrivasse al giro di boa, e il 4.5 conquistato con merito (se così si può dire) domenica pomeriggio ha sancito il punto di non ritorno. Fa strano dirlo del calciatore sicuramente più pagato della vostra rosa, se non addirittura dell'intera lega, ma è ora di guardarsi intorno in panchina e valutare le alternative. P.s.: leggete bene il nome dell'autore su, così sapete con chi prendervela la settimana prossima quando il +9 in panchina di Lautaro vi guarderà schifato;

- D'altro canto affidarsi ad energie nuove, specie quando tutto va male, non è sbagliato: chiedere per info a Mourinho, che nei momenti peggiori della stagione (e non sono stati pochi) ha pescato dalle giovanili i suoi uomini della provvidenza, come capitato sabato con i giovanissimi Volpato e Bove. Sia chiaro, qui siamo tutti felicissimi per i ragazzi e curiosi su come cresceranno, anche (perché no?) in ottica di una futura nazionale, che da anni fatica a trovare chi sappia far gol con regolarità. Ma un'invettiva, nei confronti dei senior giallorossi è d'obbligo: volete pensare anche a noi fantallenatori? Tutti questi +3 di nessuno fanno un male enorme...;

- Si è parlato giustamente tanto di attaccanti, ma a proposito di certezze crollate come non fare un excursus sui portieri, uomini che devono farci dormire sonni tranquilli e che invece ci hanno regalato diversi traumi? Se Sparta (con Handanovic) piange, Atene di certo non ride, tradita in quel di Salerno dal lodatissimo Maignan, la cui gita fuori porta è finita per costare carissimo; mentre Ospina non trova nella Sardegna la sua isola felice, quanto piuttosto una burrasca nella quale è naufragato malamente. Chi vola sempre più su è (nomen omen) Falcone, che sembra aver soppiantato Audero fra i pali della Sampdoria, per la gioia di chi giustamente pensa "chi cazzo fa la coppia della Samp al fanta?".

  • Nato per puro caso a Caserta nel novembre 1992, si sente napoletano verace e convinto tifoso azzurro. Studia Medicina e Chirurgia presso l'Università degli studi di Napoli "Federico II", inizialmente per trovare una "cura" alla "malattia" che lo affligge sin da bambino: il calcio. Non trovandola però, se ne fa una ragione e opta per una "terapia conservativa", decidendo di iniziare a scrivere di calcio e raccontarne le numerose storie. Crede fortemente nel divino, specie se ha il codino.

Ti potrebbe interessare

Tutino è diventato un totem

L'attaccante del Cosenza ha brillato in questa stagione.

Cole Palmer non sente la pressione

L'esterno del Chelsea è stato votato miglior giovane della Premier League.

Guida ai playoff di Serie B

Sei squadre e un solo posto per tornare in Serie A.

Attenti a Saelemaekers

Il giocatore più odiato del Bologna, ma anche quello più vivace.

Dallo stesso autore

9 gol per ricordare Fabio Quagliarella

Celebriamo così la carriera di uno straordinario esteta del gol.

Che fine ha fatto Jesper Lindstrom?

Abbiamo raccolto tutte le comparsate del danese.

Tu me diciste: «Sì» 'na sera 'e maggio

La notte dei festeggiamenti del Napoli vissuta da Largo Maradona.

Tutti gli esoneri del presidente

Un estratto dell'articolo su Maurizio Zamparini che trovate nel nostro magazine.
1 2 3 8
Newsletter
Campagna Associazioni a Sportellate.it
Sportellate è ufficialmente un’associazione culturale.

Associati per supportarci e ottenere contenuti extra!
Associati ora!
pencilcrossmenu