pechino 2022
, 3 Febbraio 2022

Giochi Olimpici Invernali Pechino 2022 - Vademecum per le gare di sci alpino


Venerdì 4 febbraio si terrà la cerimonia di apertura dei XXIV Giochi Olimpici Invernali Beijing 2022. L'edizione sarà caratterizzata da una ridotta affluenza di pubblico. A causa della diffusione del Covid-19, il governo cinese, ha stabilito l'accesso degli spettatori solo su invito. La maggior parte delle gare si svolgeranno nella capitale ma alcune discipline richiederanno degli spostamenti. Nella prefetture limitrofa di Zhangjiakou si svolgeranno le gare di sci nordico, snowboard e freestyle, presso la contea di Yanqing si svolgeranno quelle di slittino, bob, skeleton e sci alpino. La kermesse di chiusura sarà il 20 febbraio dopo l'assegnazione delle ultime medaglie.


Ski Men ai lavori sulla pista nel comprensorio di Xiaohaituo

Con la due giorni di Garmisch e lo slalom notturno di Schladming si chiudono, rispettivamente per le donne e per gli uomini, le gare di Coppa del Mondo fino alla terza decade di febbraio. I riflettori del ''circo bianco'' si spostano ora ad oriente per le Olimpiadi Invernali di Pechino.

La cornice, va detto, non sarà certo suggestiva quanto quella della Streif di Kitzbühel o della nostra amata Gran Risa. Le regioni montuose a nord di Pechino sono caratterizzate da precipitazioni quasi nulle e temperature molto rigide. La totalità della neve è prodotta artificialmente che nello sci è sicuramente un fattore.

Il dubbio più grande in casa azzurri rimane quello su Sofia Goggia, la nostra atleta più in forma. L'infortunio rimediato al crociato nel SuperG di Cortina richiederà un recupero record, quasi miracoloso. Per fare un parallelismo calcistico servirebbe un recupero alla Baresi a Italia 90' o alla Zurbriggen nell'85 per rimanere con gli sci ai piedi.

Ecco il palinsesto con le gare, gli orari e una breve analisi sul cosa aspettarsi.

Gare Uomini

Discesa Libera, 6 febbraio, ore 04:00 (ora italiana)

Si comincia con la discesa libera che vedrà la Norvegia difendere la medaglia d'oro di Pyeongchang vinta da Svindal. A raccogliere il testimone del ''Gigante'' sarà l'erede Aleksander Kilde, già leader provvisorio della classifica di specialità in Coppa del Mondo. A insidiarne le ambizioni Beat Feuz che nel 2018 arrivò terzo proprio alle spalle di Svindal. Una vittoria alle olimpiadi sarebbe un ulteriore messaggio proprio a Kilde che lo precede in Coppa del Mondo.

Le speranze italiane sono affidate a Dominik Paris che quest'anno ha raccolto un solo successo in Coppa del Mondo nella discesa libera di Bormio dello scorso 28 dicembre. Attenzione anche a Matthias Mayer che insegue ancora il primo successo stagionale ma che comunque si è sempre piazzato bene.

IL FAVORITO: Aleksander Aamodt Kilde
LA SCOMMESSA: Matthias Mayer
LA SPERANZA AZZURRA: Dominik Paris

Super G, 8 febbraio, ore 04:00

Restiamo nelle discipline di velocità dove anche i pronostici rimangono più o meno gli stessi della discesa. Il grande favorito resta Kilde che quest'anno sembra essere definitivamente esploso. Attenzione però ad un altro svizzero nonché leader della classifica generale di coppa del mondo: Marco Odermatt quest'anno ha lasciato il vuoto dietro di sé in slalom gigante ma anche in discesa e superG ha raccolto ottimi risultati. Per i nostri ragazzi sarà molto dura in questa disciplina, ci sono molti avversari agguerriti al top della loro condizione fisica. Oltre al solito ''Dome'' Paris possiamo però credere nel redivivo Christoph Innerhofer. Per lui già due medaglie olimpiche a Sochi 2014: crederci non costa nulla. Non ci aspettiamo grosse sorprese da questa gara ma se chiedeste a colui che sta scrivendo questo articolo su chi giocare un euro, vi dico Travis Ganong. Americano su pista poco impegnativa e neve esclusivamente artificiale, why not?

IL FAVORITO: Aleksander Aamodt Kilde
LA SCOMMESSA: Travis Ganon
LA SPERANZA AZZURRA: Christoph Innerhofer

Combinata, 10 febbraio, ore 3:30 1a manche - ore 7:15 2a manche

Gara, per sua natura, dal risultato molto incerto, ma da due anni a questa parte non sono previste gare di combinata nel palinsesto di Coppa del Mondo. Venendo a mancare un riferimento in merito alla stagione corrente l'unico modo per valutare un possibile vincitore è vedere chi riuscirà a ottenere il maggior vantaggio nella sua specialità in primo lungo. Sarà poi fondamentale cercare di non perdere questo vantaggio nella manche dove si parte da sfavoriti.

Quindi oltre alle teste di serie Odermatt e Kilde attenzione agli atleti che questa competizione l'hanno già assaggiata; uno su tutti Alexis Pinturault vincitore della coppetta di specialità per 4 anni. Oltre al francese occhio anche allo svizzero Loic Meillard, gigantista col vizio della velocità, potrebbe essere la sua gara. Per i nostri sarà già difficile capire chi parteciperà, con lo slalom gigante alle porte vedo improbabile una gara alla morte dei nostri ''slalomisti''. Probabilmente l'unico a rappresentarci sarà ''Inner'' che si giocherà l'ultima possibilità per una medaglia a questi giochi.

IL FAVORITO: Alexis Pinturault
LA SCOMMESA: Loic Meillard
LA SPERANZA ITALIANA: Christof Innerhofer

Slalom Gigante, 13 febbraio, 1a manche 3:15 - 2a manche 6:45

La regina delle discipline dello sci alpino probabilmente ha già pronto il suo re, Marco Odermatt. Fino ad ora dominatore incontrastato in Coppa del Mondo, ha creato letteralmente il vuoto dietro di sé in classifica ed probabile che bisserà il risultato anche all'Olimpiade incombente. Se la sua tenuta mentale fosse alla pari del suo talento non staremmo neanche a parlare di una scommessa: purtroppo Henrik Kristoffersen nonostante il ritiro del suo incubo, Marcel Hirscher, non si è mai del tutto ripreso. Solo qualche sprazzo del talento che pareva predestinato, non sia mai che in gara secca gli riesca il miracolo. Luca DeAliprandini invece sarà il nostro osservato speciale: in Alta Badia ha dimostrato di potersela giocare coi grandi, ora si fa sul serio.

IL FAVORITO: Marco Odermatt
LA SCOMMESSA: Henrik Kristoffersen
LA SPERANZA ITALIANA: Luca DeAliprandini

Slalom Speciale, 16 febbraio, ore 3:15 1a manche - ore 6:15 2a manche

Quest'anno lo slalom speciale ci ha riservato molte sorprese, spesso in negativo. I favoriti a inizio stagione come Noel e il già citato Kristoffersen si sono prodigati a più riprese in errore che son stati molto pesanti in classifica mondiale. Ringraziano i norvegesi, tanto per cambiare, Lucas Braathen e Sebastian Foss-Solevagg ma le olimpiadi servono anche per scrollarsi di dosso le insicurezze di una stagione storta: ne vedremo delle belle.

Attenzione a Kristoffer Jakobsen! In stato di grazia nelle ultime uscite saprà proseguire sul sentiero già tracciato? Nello slalom abbiamo ben due nomi su cui è giusto spendere una parola. Un Giuliano Razzoli mai domo, dato per finito ogni anno ma che ogni anno riesce a strappare dei podi che ci riportano all'oro del 2010 a Vancouver. Una generazione più giovane Alex Vinatzer, per il gardenese classe '99 tante cose buone alternate a molte uscite che gli han fatto perdere punti sanguinosi. La continuità non è il suo forte ma in gara secca… chissà!

IL FAVORITO: Braathen/Foss-Solevagg
LA SCOMMESSA: Krisoffer Jakobsen
LA SPERANZA ITALIANA: Razzoli/Vinatzer

Dominik Paris, discesista e favorito alla medaglia per la squadra maschile

Donne

Slalom Gigante, 7 febbraio, 1a manche ore 3:15 - 2a manche ore 6:45

Sarà una lotta serratissima nelle discipline tecniche, tantissimi profili di livello a contendersi solo tre medaglie. La svedese Sara Hector guida la classifica di specialità in Coppa del Mondo grazie ad una condizione fisica e mentale d'acciaio. Dietro di lei l'esperienza di Tessa Worley, la classe e l'eleganza di Mikaela Shiffrin. Un gradino sotto ci sono Petra Vlhova e la nostra Marta Bassino, entrambe dovranno fare la gara perfetta per ambire concretamente ad una delle medaglie. Con così tante teste di serie pronte a scannarsi sulle nevi dell'estremo oriente la sorpresa potrebbe giungere ancora più da Est. La ventenne neozelandese Alice Robinson potrebbe fare lo sgambetto alle sue colleghe più esperte. Attenzione alle sorprese che possono riservare i ''millennials''.

LA FAVORITA: Mikaela Shiffrin
LA SCOMMESSA: Alice Robinson
LA SPERANZA AZZURRA: Marta Bassino

Slalom Speciale, 9 febbraio, 1a manche ore 3:15 - 2a manche ore 6:45

A giocarsi la medaglia d'oro ci le strafavorite , come sempre, Shiffrin e Vlhova con quest'ultima in leggero vantaggio solo se guardiamo alla classifica in Coppa del Mondo. Ovviamente la tensione di una gara secca è un fattore importante quindi mai dare nulla per scontato. Se sarà fortunata col sorteggio del pettorale ha buone possibilità di piazzarsi a podio la svizzera Michelle Gisin. Ricordiamo che nelle discipline tecniche partire con un pettorale basso è un grande vantaggio in quanto il tracciato risulta meno segnato. Per l'Italia ci proveranno sicuramente Della Mea e Gulli ma la medaglia dipenderà molto dall'eventuale partecipazione di Bassino e Brignone.

LA FAVORITA: Petra Vlhova
LA SCOMMESSA: Michelle Gisin
LA SPERANZA AZZURRA: Bassino/Brignone

Super G, 11 febbraio, ore 4:00

Mai come quest'anno l'Italia sta dando prova di concretezza in super gigante. Le prime tre posizioni in classifica di specialità sono occupate dalle nostre atlete. In ordine: Federica Brignone, Elena Curtoni e Sofia Goggia stanno macinando vittorie su vittorie. Ammesso che Sofia Goggia sia in grado di partecipare, la sua gara in superG potrebbe essere solo una comparsata. Il ginocchio va testato per la discesa libera che si svolgerà il 15, quello sarà l'appuntamento dove Sofia potrà giocarsi il tutto per tutto. Dietro le nostre un nome che spicca su tutti è quello della svizzera Lara Gut. Anche se la sua stagione fino ad ora è stata un po' al di sotto delle aspettative mai darla per finita, ha il pedigree della vera campionessa.

LA FAVORITA: Federica Brignone
LA SCOMMESSA: Lara Gut-Behrami
LA SPERANZA AZZURRA: Elena Curtoni

Discesa Libera, 15 febbraio, ore 4:00

Grande incertezza aleggia intorno ai pronostici della discesa libera. Oltre al nodo Sofia Goggia da sciogliere, c'è da tenere conto anche dell'assenza di Breezy Johnson. La statunitense ha dovuto rinunciare alle Olimpiadi a seguito dell'infortunio rimediato in Austria ha metà gennaio. Per caratteristiche, sue e del tracciato cinese, sarebbe stata lei l'avversario naturale dell'atleta bergamasca. Se Sofia ci sarà rimane la favorita ma ai box è pronta a sostituirla Nadia Delago. Corinne Suter e Ramona Siebenhofer seguono attentamente lo svolgersi della situazione in quanto dirette pretendenti alla medaglia ma occhio alla norvegese Mowinckel. Nel 2018 vinse l'argento proprio alle spalle della Goggia, una chance troppo ghiotta per farsela scappare in caso di ritiro dell'azzurra.

LA FAVORITA: Sofia Goggia
LA SCOMMESSA: Ragnild Mowinckel
LA SPERANZA AZZURRA: Nadia Delago

Combinata, 17 febbraio, 1a manche ore 3:30 - 2a manche ore 7:00

Ultima gara individuale prima del Team Event che chiuderà la rassegna dello sci alpino di questi giochi invernali in Asia. L'atleta più completa e adatta al tipo di gara è Federica Brignone, in grado di giocarsi tutto e di spingere gli sci a prescindere dalla disciplina. Questo comporta anche il suo impiego in numerose gare, ben cinque se dovesse prendere parte anche alla discesa e non dimentichiamo il team event dove parteciperà insieme a Bassino. Ricordiamoci anche della presenza di Elena Curtoni sicuramente più fresca e meno impiegata. A proposito di atleti completi, vi ricordate di Ester Ledecka? La tre volte campionessa mondiale di SNOWBOARD ha già vinto una medaglia d'oro nello sci alpino. Una favola degna dei fratelli Grimm che proprio in questa disciplina potrebbe ripetersi.

LA FAVORITA: Federica Brignone
LA SCOMMESSA: Ester Ledecka
LA SPERANZA AZZURRA: Elena Curtoni

Sofia Goggia e Federica Brignone insieme sul podio del Super G di Sochi nel 2020

Team Event, 19 febbraio, ottavi di finale ore 4:00, finale ore 5:45

C'è poco da fare, le tre grandi nazioni favorite son sempre Austria, Norvegia e Svizzera. Un sistema organizzato troppo bene da cui noi dobbiamo prendere esempio per far fronte al tempo che avanza e al ricambio generazione che troppo spesso ci coglie impreparati in questo sport. Tutti i quartetti sono da valutare vista anche la mole dei contingenti imbarcati dalle federazioni verso la Cina.

Per la Norvegia, forse la favorita di questa edizione, dovrebbero essere schierate Mowinckel e una tra Mina Holtmann e Maria-Therese Tviber. Al loro fianco c'è l'imbarazzo della scelta: Kristoffersen, Braathen, Foss-Solevag, McGrath, proprio non vorrei essere nei panni dell'Head Coach della Norvegia il 18 sera. Per l'Austria sicuramente ci sarà una delle ''4 Katharine'' convocate dalla federazione, più probabilmente la Truppe che affiancherà Ramona Siebenhofer. Senza Leitinger, infortunato, ci sarà uno tra Marco Schwarz e Johannes Strolz ad affiancare la rockstar del momento, Manuel Feller guarito da poco dal Covid. La Svizzera campione uscente potrebbe riproporre 3/4 della squadra vincitrice in Corea del Sud: Daniel Yule e Ramon Zenhausern con Wendy Holdener e Michelle Gisin a sostituire l'ex collega Feierabend.

A difendere i nostri colori confermatissime Bassino e Brignone, tre nomi per due posti per gli uomini invece. Da vedere chi sarà al cancelletto tra De Aliprandini, Vinatzer e Tommaso Sala. Gara molto difficile ma anche l'europeo di calcio non ci vedeva tra i favoriti, giusto?

Slalom Parallelo, unica disciplina in cui gli atleti si sfidano testa-a-testa. Questa tipo di gara viene impiegato per format particolari come i Team Event e le gare nelle grandi città.

Se siete neofiti del fantastico mondo dello sci alpino vi rimando a due link molto interessanti che riassumono le caratteristiche di ogni disciplina in maniera dettagliata con i video che han fatto la storia di questo sport:

https://olympics.com/it/notizie/the-differences-between-alpine-skiing-disciplines

https://www.salomon.com/it-it/alpine/alpine-advices/what-are-the-disciplines-alpine-ski-racing

  • Rimini, 5/8/1996. Ama il calcio romanzato e gli sport del circo bianco. Pare abbia imparato prima a sciare che a camminare e nel tempo libero è un professore di Educazione Fisica. Il suo sogno? Esordire con la nazionale di San Marino per dichiarare il suo amore al 'Loco' Bielsa nella futura amichevole con l'Argentina.

Ti potrebbe interessare

Dallo stesso autore

Associati

Banner associazioni

Newsletter

Campagna Associazioni a Sportellate.it
Sportellate è ufficialmente un’associazione culturale.

Associati per supportarci e ottenere contenuti extra!
Associati ora!
pencilcrossmenu