Logo Sportellate
Canzoni
, 1 Febbraio 2022

5 grandi canzoni che sono diventate inni di tifoserie italiane


Torna l'appuntamento col Festival di Sanremo e con la musica italiana che dominerà la scena per tutta la settimana: a tal proposito, scopriamo cinque grandi canzoni della tradizione canora nostrana che sono diventate degli inni delle tifoserie italiane.


Il Festival di Sanremo è pronto a tornare nelle case degli italiani. Negli ultimi anni, la famosa kermesse musicale ha ritrovato il proprio brio, visibilmente svecchiata e aggiornata dalla sapiente conduzione di Amadeus.

La musica torna assolutamente protagonista dunque, con i 25 big in gara pronti a sfidarsi per raccogliere lo scettro dei Maneskin e chissà, magari seguire le loro orme in un 2021 che è stato straordinario per la musica italiana.

La musica è, da sempre, protagonista del mondo del calcio, in particolar modo delle curve di tutta Italia e del mondo intero. Tra inni, cori e brani scritti in omaggio alle varie squadre sono tante le varianti melodiche a disposizione dei tifosi di ogni parte del globo. In questo ambito, un ruolo particolare è rivestito da quei brani che non sono nati con un legame specifico con alcuna squadra di calcio, ma sono diventati di fatto degli inni non ufficiali di curve del nostro paese.

Vediamo dunque cinque canzoni, appartenenti alla grande tradizione musicale italiana, che sono diventati simbolo di altrettante squadre del nostro calcio.

Urlando contro il cielo

Nel 1991 vede la luce “Lambrusco coltelli rose & pop corn”, secondo album di Ligabue dopo lo strepitoso successo del suo primo Cd, dal titolo “Ligabue” di appena un anno prima. All’interno di questo secondo lavoro del cantante di Correggio c’è una delle sue canzoni più iconiche, “Urlando contro il cielo”. Il brano in realtà era pronto già da prima, poteva essere incluso nel primo disco, ma poi alla fine è stato spostato in “Lambrusco coltelli rose & pop corn”, diventandone la canzone simbolo.

Col tempo, “Urlando contro il cielo” si è affermata come una delle canzoni più celebri di Ligabue, nonché come rimando alla squadra del cuore, l’Inter. Il brano riecheggia infatti a ogni gol segnato dalla squadra nerazzurra in casa, un omaggio che ha reso molto felice Liga, che non ha mai fatto mistero della propria fede, disseminandola anche in altre tracce. Dall’omaggio a Oriali in “Una vita da mediano” alla famosa domanda che pone a Dio “Chi prende l’Inter?”, “Urlando contro il cielo” è un po’ la realizzazione pratica del grande amore tra Ligabue e la squadra nerazzurra e il brano è diventato, col tempo, una vera e propria colonna sonora delle imprese del club.

I giardini di marzo

Uno dei più grandi brani di una leggenda come Lucio Battisti. La canzone è stata adottata dai tifosi della Lazio, che hanno fatto proprie alcune frasi del testo, come “Cieli immensi e immenso amore”, diventato un vero e proprio slogan dei tifosi della Lazio. Il brano, inoltre, risuona al termine delle partite giocate in casa dai tifosi biancocelesti: ma da dove deriva questo legame tra la Lazio e Lucio Battisti?

Tutto nasce dalla fede calcistica del cantante, che era legato alla Lazio, anche se nel corso del tempo questo amore per la squadra biancoceleste è risultato abbastanza controverso, con voci anche vicine al cantante che hanno smentito questa grande fede. Che sia stata una semplice simpatia o un amore più profondo, Lucio Battisti è entrato a far parte a pieno dell’immaginario legato al tifo laziale e “I giardini di marzo” è la canzone simbolo di questo legame.

Lella

Dall’altra parte del Tevere, uno dei cantanti simbolo del tifo romanista è sicuramente Lando Fiorini, grande tifoso dei capitolini che per la sua squadra ha composto anche canzoni ad hoc come “Forza Roma forza lupi”, che viene cantata prima dei match casalinghi dei giallorossi. Una canzone, passata alla storia per l’interpretazione di Lando Fiorini, che riecheggia invece spesso in Curva Sud è "Lella", un pezzo storico della canzone romana. 

Sono molte le canzoni della tradizione romana che col tempo sono finite per essere associate al tifo giallorosso, soprattutto magari quelle realizzate da cantanti dichiaratamente romanisti come Antonello Venditti, Francesco De Gregori o appunto Lando Fiorini. “Lella” è uno dei massimi esempi di quest’appropriazione e un omaggio della curva a in illustre tifoso. 

Ma il cielo è sempre più blu

Una delle canzoni più famose dell’intero repertorio musicale italiano è finita per diventare oggetto di contesta tra due tifoserie. Crotone e Sampdoria hanno infatti adottato entrambe la canzone come una sorta di proprio inno: i calabresi per celebrare le origini di Rino Gaetano, i doriani per quel riferimento al blu, colore predominante dei genovesi.

“Ma il cielo è sempre più blu” è risuonato per la prima volta allo stadio Scida di Crotone nel 2000, in occasione della vittoria per 2-1 contro il Ravenna. Da quel momento la squadra ha continuato a omaggiare Rino Gaetano anche con altri suoi brani storici, come “A mano a mano”, canzone scritta da Riccardo Cocciante, ma portata al successo dall’interpretazione del cantautore calabrese. La Sampdoria invece diffonde il brano dal 2010 dopo le vittorie interne allo stadio Ferraris.

O surdat nnammurato

Un’altra piazza che ha una tradizione speciale con i propri cantanti e con la propria musica è sicuramente Napoli. Quella partenopea è una tradizione musicale molto fiorente e fra tutti i brani che sono diventati rappresentativi del Napoli un posto speciale è occupato sicuramente da “O surdato nnammurato”.

Scritta da Aniello Califano nel 1915, la canzone è diventata un must della musica napoletana, interpretata da grandissimi artisti come Massimo Ranieri, che ha fornito forse l’esecuzione più famose del brano. “O surdato nnammutato” è semplicemente il simbolo più efficace del legame simbiotico che lega il Napoli e la sua città, un grido di orgoglio e di appartenenza con pochi eguali.

  • Romano, vivo di calcio e di citazioni pop. Musica, cinema, arte e letteratura, ancora meglio se tutto insieme. Scrivo di tutto ciò che mi circonda.

Ti potrebbe interessare

Tutino è diventato un totem

L'attaccante del Cosenza ha brillato in questa stagione.

Cole Palmer non sente la pressione

L'esterno del Chelsea è stato votato miglior giovane della Premier League.

Guida ai playoff di Serie B

Sei squadre e un solo posto per tornare in Serie A.

Attenti a Saelemaekers

Il giocatore più odiato del Bologna, ma anche quello più vivace.

Dallo stesso autore

5 grandi canzoni che sono diventate inni di tifoserie italiane

Torna l'appuntamento col Festival di Sanremo e con la musica […]

Tutti gli inganni di Zlatan Ibrahimovic

Come Loki nei film e nei fumetti della Marvel, anche Zlatan Ibrahimovic ha basato tutta la sua carriera su continui inganni e colpi di scena, ottenendo di volta in volta risultati diversi.

Cassano e il Joker, la follia come contraltare del genio

La follia come contraltare del genio: questo accomuna Joker, il […]

Comics Football: il ragno nerazzurro

La storia di Walter Zenga, l'uomo ragno, molto più simile […]
Newsletter
Campagna Associazioni a Sportellate.it
Sportellate è ufficialmente un’associazione culturale.

Associati per supportarci e ottenere contenuti extra!
Associati ora!
pencilcrossmenu