, 21 Gennaio 2022

Cinque consigliati al fantacalcio che non avresti mai schierato


Cinque slot che non avresti mai pensato di schierare fra i tuoi 11 titolari al Fantacalcio.


Andrea Pinamonti (Empoli F.C.). Domenica 23 Gennaio ore 18:00. Empoli F.C. - A.S. Roma

A cura di Alberto Fabbri

La frizzantezza che ha nel gioco l’Empoli sta palesemente giovando i suoi rispettivi interpreti. Agli occhi dei bookmakers il match potrebbe apparire tendente ai colori giallo-rossi, ma per la reputazione che la squadra di Andreazzoli si è creata nel corso della stagione la realtà rispecchierà sicuramente altri scenari. La prolificità offensiva all’attivo segna 35 reti che per una neopromossa sanno tanto di salvezza anticipata, se non fosse per le ambizioni occulte del club toscano.

La voglia di stupire e mettersi in luce è ancora in fase embrionale e in questo weekend Andrea Pinamonti sarà uno dei nostri baluardi. L’ispirazione a Zlatan Ibrahimovic osteggia eresia, ma in questa stagione l’attaccante altoatesino può vantare attualmente una sola rete in meno del campione svedese. La sua prestanza fisica non gli è d’intoppo palla al piede, il fraseggio nel nelle trame offensive toscane è un mantra insormontabile. Nella terra di mezzo delle sette reti sinora siglate il bottino in campionato non può arrestarsi, ma esige di essere arrotondato. Fantallenatori, schieratelo.

Indice di schierabilità: ⭐⭐⭐⭐ (4/5)

Gastòn Pereiro (Cagliari Calcio). Domenica 23 Gennaio ore 12:30. Cagliari Calcio - ACF Fiorentina.

A cura di Federico De Blasi

Questo Cagliari falcidiato da infortuni, covid, un mercato precario e trovate tattiche poco felici di Mazzarri ha comunque dimostrato tracce di miglioramento rispetto alla squadra vista nella prima parte di campionato.

Adesso si prospetta una sfida difficile con la Fiorentina, trionfante dopo il set inflitto lasciando a zero game il Genoa. I Viola, quindi, potrebbero essere un po' sazi e lasciare qualche speranza al Cagliari. Inoltre, si prospettano le condizioni migliori per Mazzarri: per la prima volta da quando allena, i suoi alibi sono in linea con le difficoltà oggettive del momento. Sia mai che è questa l'occasione per fare bella figura?

Ed in questo mare in tempesta, l'ultimo baluardo della truppa uruguayana, Gastone Pereiro, partirà dal primo minuto causa squalifica di Pavoletti. Magari una punizione, un tiro da fuori o chissà cosa però puntateci: potrebbe essere il suo momento.

Indice di schierabilità: ⭐⭐⭐⭐ (4/5)

Aaron Hickey (Bologna F.C.). Venerdì 21 Gennaio ore 20:45. Hellas Verona F.C. – Bologna F.C.

A cura di Alessandro Bisetto

Ad aprire le danze del weekend di Serie A arriva la sfida del Bentegodi tra Hellas Verona e Bologna. Il momento sorride ai padroni di casa, i quali però sono soliti alternare prestazioni roboanti a cadute piuttosto rocambolesche. Sorte inversa per la compagine allenata da Sinisa Mihajlović, reduce da quattro sconfitte nelle ultime cinque uscite, ma recentemente capaci di espugnare un campo difficile come quello di Reggio Emilia.

Proprio per propiziare un altro eventuale saccheggio formato luxury, non è poi così ardito puntare la fiche fantacalcistica su uno degli uomini più in forma dei felsinei. No, ovviamente sarebbe troppo facile farsi prendere la mano e sfruttare il magic moment di Riccardo Orsolini, ma la fascia di competenza rimane la stessa. Il cavallo vincente del turno è Aaron Hickey, autore di un ottimo campionato sotto il profilo delle reti segnate (4) e della spinta in zona offensiva. Dalla sua parte troverà Davide Faraoni, cliente ostico, ma non ancora al top della forma post Covid.

Per mettere nero su bianco tutte le condizioni e non urlare alla truffa, ecco una curiosa nota statistica: il Bologna segna almeno una rete da cinque trasferte consecutive e da quando l’Hellas Verona è tornato in massima serie non ha mai perso al Bentegodi. Tutto chiaro no? Nella fredda serata del gennaio veneto lasciatevi trasportare dall’euforia del guerriero scozzese abituato a scherzare con le basse temperature. Il bonus di Hickey vi regalerà l’autostima necessaria ad aprire con gioia e in modo impavido l’ultimo turno fantacalcistico prima della sosta.

Indice di schierabilità: ⭐⭐⭐ ⭐ (4/5)

David Okereke (Venezia). Sabato 22 Gennaio ore 18:00. Inter - Venezia

A cura di Jacopo Landi

David Okereke è il mio consiglio della settimana e no, non sono impazzito. Sono conscio che il Venezia, già dimezzato dal Covid arrivi a San Siro in qualità di poco più che sparring partner ma ci sono dei "ma" da tenere in considerazione e valutare.

Prima di tutto per il tipo di gioco che esprime l'Inter di Inzaghi, fatto di possesso e fase offensiva prolungata, un uomo veloce e ben disposto al contropiede come Okereke ben si adatta allo spartito tattico dell'incontro. In secundis l'Inter ha preso goal dalla Lazio, dalla Juventus e ha preso goal dall'Empoli (due) e questo denota un calo di concentrazione dalla ripresa del campionato nella retroguardia nerazzurra.

Uniti i puntini, se l'Inter dovesse faticare a piegare le resistenze della squadra di Zanetti, perdendo lucidità e geometrie tattiche, Okereke più di tutti potrebbe approfittarne per ampliare un bottino che ad oggi si aggira dalle parti del goal ogni tre partite.

Per questo motivo il mio consiglio è di riflettere attentamente sulle prestazioni di questa freccia della Laguna

Indice di schierabilità: ⭐⭐⭐ (3/5)

Jean-Victor Makengo (Udinese). Sabato 22 Gennaio ore 15:00. Genoa - Udinese

A cura di Lorenzo Lari

Jean Victor Makengo è un centrocampista dinamico classe 1998, che finora ha fatto vedere buone cose nel nostro campionato. Soprattutto ad inizio stagione, il ragazzo ci aveva esaltato mettendo in mostra doti fisiche sopra la norma e anche discrete capacita tecniche.

Una cosa però, Makengo ancora non è riuscito a mettere in mostra: la sua notevole sassata da fuori area.

Visto che prima o poi, per forza di cose, il centrocampista francese dovrà farci vedere una delle caratteristiche che l'avevano reso celebre in Ligue 1, quale occasione migliore se non quella di domani? Il Genoa visto a Firenze è una squadra allo sbando, che non sembra in grado di far la partita a prescindere dall'avversario, difende malissimo e lascia spazio ai centrocampisti per provare la giocata.

Forza Jean-Victor: noi siam con te!

Indice di schierabilità: ⭐⭐⭐ (3/5)

  • Nato a Rimini il 5 luglio 1996. Laurea magistrale in Management all’Università di Trento ma di cose realmente gestite finora riporta la “mise en place” di alcuni ristoranti in riviera e la sistemazione dei lettini in spiaggia. Terzinaccio generoso dotato di un sinistro considerevole, più deciso che mai a saziare la sua insanabile voglia di sport parlandone. Sogna di vedere suo padre festeggiare la vittoria della Champions League della Juventus e, personalmente, di assistere ad una partita all’American Airlines Center di Dallas gridando “Luka Doncic step back” con in sottofondo un “mamma butta la pasta” del mitico Dan Peterson.

Ti potrebbe interessare

Dallo stesso autore

Associati

Banner associazioni

Newsletter

Campagna Associazioni a Sportellate.it
Sportellate è ufficialmente un’associazione culturale.

Associati per supportarci e ottenere contenuti extra!
Associati ora!
pencilcrossmenu