Article image
,
3 min

- di Matteo Orlandi

Considerazioni sparse post Juventus-Sampdoria (4-1)


Una prestazione quasi misteriosamente brillante della Juventus.


- La Juve finisce dentro La Metamorfosi di Kafka e si risveglia in una mattina come le altre, trasformata in qualcosa di completamente diverso, in un corpo che non risconosce. Al netto del valore dell’avversario non c’è nessuna linea di continuità tra questa partita della Juventus e quanto visto nel resto della stagione. I bianconeri assaltano la Sampdoria con ferocia piratesca, come se da questo ottavo di finale di Coppa Italia dipendesse il futuro della stagione, anzi della vita stessa dei giocatori. Finalmente cattiveria, ritmo, aggressività. Perchè proprio stasera? Chi lo sa;

- No, non diremo che il merito di questa partita a ritmi forsennati della Juventus è attribuibile all’assenza fisica di Allegri dalla panchina juventina, l’allenatore della calma, dell’attesa e del silenzio. Di certo la coincidenza è simpatica. La Juventus ha segnato quattro gol solo tre volte in stagione. Due delle tre volte sono state le uniche occasioni con il fido vice Landucci in panchina a fare le veci di mister cortomuso. Se non altro, porta sicuramente fortuna;

-Semmai il merito stasera è invece di una disposizione tattica interessante che ha prodotto risultati da attenzionare. È la coppia Locatelli-Arthur il futuro di questa stagione juventina? Allegri ha sempre mostrato reticenza nell’utilizzare i due contemporaneamente, mostrando di ritenerli complementari come registi, l’uno sostituto all’altro. Eppure oggi, con Arthur equilibratore e gestore della palla utilizzando finalmente la verticalizzazione, Locatelli è sembrato togliersi quel macigno che ha portato sulle spalle negli ultimi mesi. Libero di attaccare gli spazi, ha mostrato anche qualitá di incursore. Puó essere la coppia titolare? Forse si. Intanto a sinistra il pianeta Rabiot torna a girare, dopo mesi di stasi e tristezza. Prestazione fisicamente strabordante di un giocatore in grado di illudere quanto una giornata di sole in pieno novembre;

- Se peró la Juve ha oggi potuto banchettare mostrando un calcio brillante come non si vedeva da mesi, tante responsabilità vanno addebitate sul capo della Sampdoria, avversario allo sbando assoluto. Prestazione di una pochezza disarmante. I blucerchiati sono nel mezzo dell’esonero di D’Aversa e aspettano Giampaolo come un Messia. Chiamare un allenatore tanto codificato quanto l’ex Milan in un momento così delicato della stagione, con una rosa costruita su allenatori completamente diversi da lui, è un azzardo di non poco conto. Un all in con coppia di due in mano. La sensazione è che la Samp dovrà augurarsi che le altri mani siano davvero povere per salvare la stagione;

- In una partita giocata in una sola metà campo, con possesso palla bulgaro e con avversario asserragliato in difesa dal primo all’ultimo minuto, Alvaro Morata, la punta della Juventus, ha segnato solo su rigore, concesso gentilmente da Dybala (che nel frattempo continua con successo il suo tirocinio per dimostrare ad Arrivabene che non è scarso). Un po’ poco per lo spagnolo. Morata è un attaccante di qualità e dire il contrario vuol dire essere ciechi. Ma che fatica buttare la palla in porta. Nota finale su Akè che oggettivamente ha saltato più giocatori in 15 minuti di quanti ne abbia saltati Kulusevski negli ultimi 5 mesi. Interessante ma ovviamente ancora ingiudicabile. Allora ci chiediamo, caro Max, perchè dobbiamo considerare questi giovani giocatori (Akè, Soulè, De Winter, Kaio Jorge, ma anche l’esiliato Fagioli) come delle folkloristiche guest star e non come atleti veri e propri da misurare con serietà e continuità?

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE...

È nato pochi giorni dopo l’ultima Champions League vinta dalla Juventus. Ama gli sportivi fragili, gli 1-0 e i trequartisti con i calzettini abbassati. Sembra sia laureato in Giurisprudenza.

Cos’è sportellate.it

Dal 2012 Sportellate interviene a gamba tesa senza mai tirarsi indietro. Sport e cultura pop raccontati come piace a noi e come piace anche a te.

Newsletter
Canale YouTube
clockcrossmenu