Logo Sportellate
, 18 Dicembre 2021

Considerazioni sparse post Bologna-Juventus (0-2)


La Juve non si perde nella nebbia di Bologna.


- Nel centro di Bologna non si perde neanche un bambino, diceva Lucio Dalla. Oggi la Juve rischia di perdersi per l’ennesima volta, dentro una nebbia da film horror e una prima metà di secondo tempo che prometteva l’ennesima beffa, in una partita che sembrava la replica di quella di sabato scorso alla stessa ora a Venezia. Il gol di Cuadrado irrompe nella nebbia, toglie qualche fantasma nella testa della Juve e scioglie un tiepido Bologna, lontano dall’agognato salto di qualità;

- Era una partita di importanza particolare, aumentata dal tonfo secco dell’Atalanta contro la Roma. Con il Bologna a quattro punti, una sconfitta odierna avrebbe rischiato di far deragliare il campionato bianconero verso precipizi imprevedibili. La Juve la sblocca subito grazie ad una palla meravigliosa di Bernardeschi, forse alla giocata migliore dei suoi ultimi grigi anni di carrera. Poi inizia la solita attesa. Il Bologna prova a prendere il comando delle operazioni ma mette in campo poco, sbattendo sul muro di de Ligt come il mare contro uno scoglio. Nel momento di massimo sforzo felsineo, con la Juve asserragliata e preda dei soliti demoni davanti l’area di rigore, Cuadrado, il giocatore dal maggior tasso tecnico in campo, fin lì stranamente impreciso, risolve la questione e libera la Juve. Nel finale abbiamo solo immaginato calcio, con la nebbia ad inghiottire il Dall’Ara e le squadre ad aspettare di tornare a casa;

- Senza troppi timori di smentita, oggi la Juventus ha schierato l’undici più debole degli ultimi anni in campionato. Le assenze contemporanee di Dybala, Chiesa e Locatelli hanno aperto una voragine tecnica difficile da colmare. Questa squadra ha davvero poco da dire, oltre ad essere oggettivamente incredibilmente noiosa. C’è ancora troppa anemia in mezzo al campo. Arthur fa intravedere qualcosa, ma è timido e impacciato come un ragazzo al ballo di fine anno con la ragazza dei sogni. Il capro espiatorio Rabiot invece ormai rappresenta la fotocopia di un giocatore di calcio. C’è qualcosa che puó ricordare l’originale, ma non lo è. La quantità di scelte facili tatticamente sbagliate, oggi è stata abnorme. Giocatori impauriti e sfiduciati, con la testa altrove;

- Partita estremamente deludente del Bologna. Il gol a freddo ha stordito la squadra che ci ha messo troppo a ritrovare il filo. La squadra è sfilacciata e confusionaria, con Arnautovic e Barrow che sembravano essersi visti per la prima volta nello spogliatoio. I sogni europei di Mihajilovic sono proibitivi per questo gruppo, nonostante la crescita evidente di qualche singolo, Svanberg su tutti. Un merito alla bella pescata di Arthur Theate, difensore con piedi raffinati, sempre testa alta e sguardo in avanti. Lo troveremo in altri e alti contesti a breve;

- Nel corso della partita la sensazione avuta a lungo è stata che la vera differenza tra il Bologna e la Juventus era nella presenza di De Ligt da un lato piuttosto che da un altro. Il centrale olandese è un giocatore sopraffino, probabilmente l’unico vero fuoriclasse della rosa e uno dei pochi del nostro campionato. È vero, il trasferimento in Italia forse non ha giovato al suo percorso e forse in cuor suo si è anche un po’ pentito, visto il ridimensionamento bianconero. Peró che spettacolo vederlo in certe giornata di grazia, dominare fisicamente e tatticamente l’avversario. 

  • È nato pochi giorni dopo l’ultima Champions League vinta dalla Juventus. Ama gli sportivi fragili, gli 1-0 e i trequartisti con i calzettini abbassati. Sembra sia laureato in Giurisprudenza.

Ti potrebbe interessare

Dallo stesso autore

Gaucci, l'insaziabile

Un estratto dall'articolo su Gaucci che trovate nel nostro magazine.

Anatomia dell’Allegrata

E come imparare a riconoscerla.

Cinque giocatori con una stagione da salvare

In sole tre partite. Joaquin Correa Brother, where art thou? […]

Cinque cose da seguire nella Formula 1 2022

Pronti per il Gp di Arabia Saudita? 1- Le prove […]
1 2 3 8
Newsletter
Campagna Associazioni a Sportellate.it
Sportellate è ufficialmente un’associazione culturale.

Associati per supportarci e ottenere contenuti extra!
Associati ora!
pencilcrossmenu