Logo Sportellate
, 10 Dicembre 2021

Considerazioni sparse post Genoa-Sampdoria (1-3)


Il Genoa di Shevchenko fa tenerezza.


- È stato un derby della Lanterna intenso, ruvido, molto divertente ma di una pochezza tecnica disarmante. Le uniche azioni degne di nota? I contropiedi della Sampdoria, magistralmente orchestrati dall’accoppiata Candreva e Caputo. Il Genoa? Non pervenuto per 60 minuti. Poi meglio, grazie all’ingresso in campo di Destro e la forza della disperazione;

- Il primo tiro in porta dei rossoblù è arrivato al 57esimo minuto e questo la dice lunga sulla prestazione degli uomini di Sheva, che prima dell’ingresso di Destro danno l’impressione di far proprio fatica ad avvicinarsi al tiro. Altroché segnare. Sullo 0 a 3 poi, complice un piccolo calo di tensione della Samp e con i buoi già ampiamente scappati dalla stalla, le cose sono andate un poco meglio, ma per Shevchenko e i suoi ragazzi è notte fondissima;

- Non si può dire siano mancate le emozioni: tra gol, pali, VAR, occhi gonfi e sportellate è successo veramente di tutto. Tra le tante: quando mai vi era capitato di vedere un giocatore che festeggia il gol dopo essere uscito dal campo? C’è poco da fare: il Derby della Lanterna, a prescindere dai giocatori, la categoria e le ambizioni delle due contendenti, riesce (quasi) sempre a regalare partite maschie e vibranti, per le quali vale (quasi) sempre la pena perdere due ore del nostro tempo;

- Nella Sampdoria la copertina se la prende Manolo Gabbiadini, che con la doppietta messa a segno stasera aggancia Adriano Bassetto come miglior marcatore nella stracittadina genovese nel massimo campionato. Il leader tecnico della squadra di D’Aversa è però sempre e solo uno: Antonio Candreva, anche oggi autore di una partita completa e intelligentissima sia in fase di ripiegamento sia di rifinitura. Promossi a pieni voti Augello e Caputo. Adrien Silva commette qualche ingenuità di troppo, bene invece Ekdal;

- Nel Genoa difficile salvare qualcuno. Ekuban non sembra pronto per la categoria e la differenza con Destro stasera si è vista tutta. Pandev è un leone e lotta su ogni pallone, ma pecca spesso di lucidità. Disastrosi Ghiglione e Sirigu. Deludente Criscito, al rientro dopo l’infortunio. Cambiaso dribbla e crossa come quelli bravi: è senza dubbio lui la nota più positiva in casa rossoblù. 

  • Nato a Rimini l’11/06/1990. Laureato in Giurisprudenza, adora disquisire di sport ed America. Ogni tanto scrive, solitamente legge. Sogna un giorno di poter assistere ad una partita allo Staples al fianco di Jack Nicholson.

Ti potrebbe interessare

Premier League 2023/24, la squadra della stagione

Una squadra abbastanza fluida per un campionato abbastanza fluido.

Tutino è diventato un totem

L'attaccante del Cosenza ha brillato in questa stagione.

7 cose che ci mancheranno del Sassuolo

La retrocessione del Sassuolo in Serie B è ormai matematica. Quali elementi hanno reso i neroverdi una squadra peculiare e (forse) irripetibile?

Cole Palmer non sente la pressione

L'esterno del Chelsea è stato votato miglior giovane della Premier League.

Dallo stesso autore

Premier Padel 2023: il calendario e le tappe italiane 

Proseguono le gare di padel del Premier Padel 2023, e […]

Fragilità e sport, con Federico Buffa

Incontrare Federico Buffa, è sempre un piacere. “Amici Fragili” è […]

L'organizzazione tragicomica delle ATP Finals di Torino

Tutto il caos di quello che doveva essere un grande […]

I 5 profili social dei calciatori da seguire assolutamente

Non i più belli. Non i più forti. Non i […]
Newsletter
Campagna Associazioni a Sportellate.it
Sportellate è ufficialmente un’associazione culturale.

Associati per supportarci e ottenere contenuti extra!
Associati ora!
pencilcrossmenu