Article image
2 min

- di Antonio Mazzolli

Dietro la lavagna: le pagelle che non ci sono piaciute


Per chi ha bisogno di conforto dopo un 65,5 al fantacalcio, per chi non può credere nella valutazione data a quella prestazione, per chi non crede nel cuore (e nella competenza) di tanti “pagellisti”, sappiatelo: vi siamo vicini e lottiamo con voi. Ecco la selezione delle pagelle lette dopo questo weekend, che proprio non ci sono piaciute.


Faraoni 5,5 - Fantacalcio.it

Da almeno un anno è uno dei fludificanti migliori del campionato, un'arma in più in fase offensiva. Lungo la sua fascia destra in questa partita tiene un ritmo altissimo durante tutto il match, creando assieme a Barak numerosi grattacapi alla difesa dell'Empoli. Pecca di imprecisione, ma la sua prestazione era meritevole di mezzo punto in più, se non uno.

Giroud 6 - Fantacalcio.it

Il francese entra nella ripresa per aumentare la pericolosità del Milan, ma di sicuro non è grazie a lui che la truppa di Pioli accorcia parzialmente le distanze dai viola. Il numero 9 dei rossoneri, infatti, corre tanto, ma spesso lo fa a vuoto e si fa notare soltanto per un paio di colpi di testa innocui. Troppo poco per meritarsi la sufficienza.

Bonucci 8 - Fantacalcio.it

Ha il grande merito di trasformare due calci di rigore di vitale importanza (e che non fanno che aumentare i rimpianti per la Nazionale). Ma per uno come lui che ha affrontato avversari di grande calibro, prestazioni come quelle contro l'attacco della Lazio dovrebbero essere la normalità. La Lazio di Sarri gioca letteralmente per 90 minuti senza un attaccante, prima senza un vero e proprio riferimento offensivo, poi con Muriqi. Mezzo voto in meno (se non uno) sarebbe stato più giusto.

Handanovic 7,5 - Gazzetta dello Sport

Ora qua il confine è magari per alcuni labile, ma per noi no: quella di Handanovic su Mario Rui era tutto tranne che una paratona come in presa diretta poteva sembrare. I miracoli sono altri. Il buon Samir, bravo comunque ad intuire le intenzioni di Mario Rui in anticipo, è andato più vicino alla papera che all’intervento magico. Il suo tuffo è goffo e non gli permette di respingere lateralmente di pugni come avrebbe voluto. Bravo a capire le intuizioni dell’avversario, ma principalmente fortunato.

E non ci addentriamo su quanto visto sui primi due gol del Napoli per non risultare troppo cattivi. Ci limiteremo a dire che un 6/6,5 in pagella sarebbe stato abbastanza.

ULTIME CONSIDERAZIONI SPARSE

Nato nel 1997 nella provincia toscana e laureato in Scienze della Comunicazione a Siena. Innamorato del calcio grazie alla partita del Torneo di Viareggio che si giocava una volta all'anno nel mio paese e alle VHS con le sfide della Juventus per intero. Tifoso dei bianconeri, dell'Hockey Follonica (squadra della mia città) e della vecchia Montepaschi Siena. Mi emoziona qualsiasi tipo di impresa sportiva e cerco di scoprire prima il lato umano e poi agonistico dei protagonisti nel mondo dello sport. In attesa di ricominciare a studiare, osservo, memorizzo e prendo appunti.

Cos’è sportellate.it

Dal 2012 Sportellate interviene a gamba tesa senza mai tirarsi indietro. Sport e cultura pop raccontati come piace a noi e come piace anche a te.

Newsletter
Canale YouTube
clockcrossmenu