Article image
,
3 min

- di Luca Ramberti

Considerazioni sparse sul Fantacalcio post 13a giornata di Serie A


Anche voi avete perso perché avevate contro i due rigori di Bonucci? Non siete gli unici cari lettori


- Ogni anno il campionato ci regala un paio di portieri che si collocano poco sotto i top di ruolo, ma che per costo di acquisto si rivelano poi essere tra i migliori per rapporto resa/spesa. Lo scorso anno a vincere questo premio furono Musso e Silvestri che con Udinese e Verona si rivelarono portieri dall’alto rendimento e da una media goal subiti del tutto rispettabile. Il passaggio di Musso all’Atalanta lo ha collocato di fatto tra i big di ruolo, mentre Silvestri nell’Udinese potrebbe ancora rientrare nei candidati al premio in questione se non fosse per un collega che contro ogni pronostico sta rubando la scena un po’ a tutti: Vanja Milinkovic Savic. Prima stagione da titolare per il portiere granata, ma lui non lo sa e para da veterano, risultando anche ieri tra i protagonisti della vittoria del Toro sull’Udinese con un bel 7 in pagella che portano la sua media voto ad un onestissimo 6,31 e confermandosi la seconda miglior difesa del campionato dietro al Napoli con soli 13 goal subiti in altrettante giornate. Seconda stagione di fila che il portiere di Juric si conferma essere tra le migliori scelte dell’anno, segniamocelo per il futuro;

- Che bella partita che è stata Sassuolo-Cagliari: 4 goal, 2 a testa, tutti fatti dagli attaccanti. Tutto al suo posto, tutto come doveva andare, bello, pulito, lineare. Rigori di Joao Pedro e Berardi a parte è però giusto sottolineare l’ennesimo goal di Keita Balde, questa volta addirittura in rovesciata. Partito titolare in sole 7 partite su 13 per via di qualche acciacco di troppo ha fin qui realizzato già 3 goal e 1 assist, rivelandosi la terza punta dei sogni per chiunque l’abbia in squadra. Il posto da titolare ormai pare suo e non era scontato ad inizio anno. Bene anche Scamacca, anche lui in goal. Ancora non riusciamo a capire chi possa essere meglio tra lui e Raspadori. Il primo ha forse più goal nei piedi, il secondo probabilmente più probabilità di partire titolare. In ogni caso è meglio averli in squadra che non averli;

- Sarebbe meglio non avere in squadra Soriano, che in un anno è riuscito a passare dall'essere un fattore determinante tra i centrocampisti all'essere un giocatore che va ringraziato quando strappa un 6 contro il neopromosso Venezia. La sua media del 5.73 preoccupa, ma ancor di più la sua fantamedia del 5.68. Fosse stato un sesto slot poco male ma si parla di un giocatore acquistato minimo come terzo slot. Chi a centrocampo sta facendo il Soriano v.2020 è Tonino Candreva, che ha segnato ieri il suo quinto goal stagionale alzando ulteriormente la sua fantamedia che ora tocca il 7.77. Triplo sette su ogni cosa, la Dark Polo Gang apprezzerà. Possiamo fare tutti i discorsi filosofici che vogliamo sullo studio dei giocatori, dati incrociati, tabelle digressive e tante altre parole aggettivate da termini complicatissimi, ma la verità è che il culo in questo caso è il fattore preponderante al successo o insuccesso di un acquisto (spesso tra l'altro non voluto ma capitato). Nessuno poteva immaginare un Candreva così determinante dopo quello delle passate stagione, così come nessuno poteva immaginare un Soriano così determinante lo scorso anno e così catastrofico quest’anno, nonostante giochi nella stessa squadra, con lo stesso allenatore, e in gran parte con gli stessi compagni;

- Per caso Ibra e N'zola sono ufficialmente rinati o si stanno candidando a diventare i vincitori del concorso miglior bluff di fine anno? No perché già lo scorso anno N'zola fregò un po’ tutti con un fine 2020 da protagonista salvo poi scomparire nell’anno nuovo (guarda caso proprio dopo la stragrande maggioranza delle aste di riparazione). La diffidenza è ancora alta per entrambi, per motivi diversi. Ibra sembra essere veramente al limite fisicamente, quasi come se stesse sparando le ultime cartucce, che però non vanno sprecate ma anzi sfruttate a proprio vantaggio per scambiarlo con gente più costante;

- Anche voi avete perso perché avevate contro i due rigori di Bonucci? Non siete gli unici cari lettori. Con questo 2/2 dal dischetto Bonucci si candida di fatto a diventare il primo rigorista della Juventus arrivando a trasformarsi nell’evoluzione di Criscito e diventare un difensore centrale che flirta con i 10 goal in campionato. Vorremmo in tutti i modi evitare di scrivere ciò che si sta per scrivere, ma purtroppo c’è solo un modo per esprimere questo concetto: qui c’è il forte rischio che questo Bonucci sposti gli equilibri del campionato all'interno delle nostre leghe.

ULTIME CONSIDERAZIONI SPARSE

Grande appassionato di calcio e di fantacalcio. Si lascia incantare da giocatori mediocri (a detta di altri) che considera sottovalutati. Considera D’Ambrosio il miglior terzino destro della serie A, forse della storia ma c’è un ballottaggio con Zé Maria. Diffida di chiunque consideri il 3-4-3 il miglior modulo fantacalcistico. Gli piace considerarsi calcisticamente un centrocampista a metà tra Gattuso e Pirlo, nel senso che ha il piede di Gattuso e la grinta di Pirlo. Ha aperto una petizione per inserire il tiro da fuori di Stankovic tra le Meraviglie del Mondo.

Cos’è sportellate.it

Dal 2012 Sportellate interviene a gamba tesa senza mai tirarsi indietro. Sport e cultura pop raccontati come piace a noi e come piace anche a te.

Newsletter
Canale YouTube
clockcrossmenu