Article image
2 min

- di Luca Barbara

Il pagellone di Fiorentina-Milan (4-3)


Disastro Tatarusanu-Gabbia, Vlahovic e Ibrahimovic sugli scudi.


FIORENTINA

Terracciano 6 - Incolpevole sui gol. Non dà mai la sensazione di insicurezza;

Odriozola 6 - Non subisce il “fascino” di Theo e lo attacca senza pietà, sfruttando la buona vena di Callejon. Meglio in fase offensiva che difensiva;

Igor 6 - Regge fisicamente la lotta con Ibra, senza demeritare:

Venuti 5,5 - Ha il compito di sostituire Milenkovic e non è semplice. Lotta fino all’ultimo secondo, quando è autore di una sfortunata autorete;

Biraghi 6 - Prestazione di sostanza da parte del terzino mancino;

Duncan 7 - Rapido nello sfruttare la paperona di Tatarusanu, ottimo anche l’assist per il 3-0 momentaneo di Vlahovic;

Torreiera 6,5 - Italiano gli affida le chiavi del centrocampo e lui non sbaglia un tempo di gioco;

Bonaventura 5,5 - Il grande ex ha il dente avvelenato ma non riesce a pungere;

Castrovilli 6 - Entra determinato e sinceramente si fa fatica a pensare che uno con le sue qualità possa stare fuori;

Saponara 7 - Il suo gol è un autentico capolavoro, che gli vale da solo il voto in pagella;

Callejon 6 - Sempre insidioso quando crea la superiorità a destra con il suo compagno Odriozola;

Nico Gonzalez 6,5 - Scippa a Theo il pallone che diventerà del 4-2;

Vlahovic 8 - Straripante. Fa giocare Kjaer in apnea per tutta la gara. Due gol e un assist, cosa chiedere di più?;

All. Italiano 8 - Come sempre, contro il Milan indovina tutto. La sua Fiorentina è a pari punti con Lazio e Juventus e gran parte del merito è suo.

MILAN

Tatarusanu 4 - Orribile l’uscita in occasione del primo gol, incolpevole sugli altri;

Kalulu 6 - Presente in fase offensiva, non demerita particolarmente dietro;

Florenzi 6 - Non riesce ad incidere ma non demerita;

Gabbia 4,5 - Serata tragica per il giovane difensore. Vlahovic non è certo un cliente facile ma lui fa di tutto per rendere orribile la prestazione;

Kjaer 5,5 - Perde il duello con Vlahovic, questo sembra chiaro;

Theo Hernandez 5,5 - Ha il merito di servire a Ibra il pallone del 3-2 e di fare fuoco e fiamme insieme a Leao sulla destra. Poi è però troppo goffo nel farsi rubare il pallone in occasione del 4-2;

Kessie 6 - Capitano della serata. Senza infamia e senza lode;

Tonali 5,5 - Mancano come l’aria il suo solito dinamismo e le sue solite geometrie;

Saelemaekers 5 - Impreciso, lento ed inefficace. Lontano parente del calciatore dell’anno scorso;

Messias 5 - Inconcludente e poco pronto fisicamente;

Diaz 5,5 - È vivace ma conclude troppo poco;

Giroud 5 - Nonostante il fisico possente, è poco presente in area. Impalpabile;

Leao 6,5 - La sua forza è straripante. Fino al primo gol di Ibrahimovic sembrava che il Milan non avesse altre idee al di fuori di dargli la palla. Quando esce la spinta propulsiva rossonera cala vistosamente;

Ibrahimovic 7,5 - Primo tempo da assente ingiustificato. Sale in cattedra nel secondo e per poco non sigla una storica tripletta a 40 anni;

All. Pioli 5,5 - Partita non preparata al migliore dei modi. Ha l’attenuante delle assenze.

ULTIME CONSIDERAZIONI SPARSE

34 anni, pugliese di nascita, siciliano, ciociaro e ligure d'adozione. Ex pallanuotista, da sempre appassionato di sport in generale ma con una fissazione per il futbòl. Ho visto giocare Ronaldinho contro Romario al Maracanà di Rio de Janeiro nel 1999. Trasmissione sportiva preferita: Tutto il calcio minuto per minuto.

Cos’è sportellate.it

Dal 2012 Sportellate interviene a gamba tesa senza mai tirarsi indietro. Sport e cultura pop raccontati come piace a noi e come piace anche a te.

Newsletter
Canale YouTube
clockcrossmenu