, 5 Novembre 2021

Davide Frattesi si è preso il Sassuolo


Il classe 1999 dopo aver girato l'Italia è tornato in quella che è diventata la sua casa dopo Roma. Quella del Sassuolo su Davide Frattesi sembra l'ennesima scommessa giusta.


Una continua spina nel fianco per gli avversari. In attacco o in difesa non fa differenza. Davide Frattesi sta dimostrando sul campo che la Serie A è il palcoscenico adatto al suo talento, esploso definitivamente con la maglia del Sassuolo addosso. Dopo la trafila nelle nazionali giovanili e le varie tappe in Serie B, questo è il momento del numero 16 neroverde.

In giro per l'Italia

Il nome di Frattesi non è passato inosservato negli ultimi anni. Non solo per la giovane età, ma anche per avere potenzialmente il profilo adatto in una mediana del calcio di oggi.

Classe 1999, nato a Roma e cresciuto calcisticamente tra le due sponde della capitale: prima un passaggio alla Lazio fino all’under 17 biancoceleste, poi quello definitivo ai giallorossi, in una storia che ricorda lontanamente quella del suo nuovo compagno di squadra Scamacca. Con la maglia della Roma, Frattesi si mette subito in mostra per le sue qualità, diventando un punto di riferimento per la squadra giallorossa: 9 gol tra campionato e fase finale del torneo U17, con la sua squadra fermata solo in semifinale dall’Inter. Una stagione che non passa inosservata a Trigoria, nel mondo di quei grandi che sembra sempre più visibile all’orizzonte.

Arrivano le prime convocazioni e le prime panchine, mancano i minuti ma non l’intenzione di far assaporare al ragazzo anche solo l’aria di quello che potrà essere la sua quotidianità. In fondo, anche le convocazioni nelle nazionali di categoria confermano che potrebbe farsi, così come il positivo rendimento in primavera con cui nel 2016-2017 arrivano due trofei, la Coppa Italia Primavera e la Supercoppa di categoria. C’è una società però che sembra credere più in lui. È il Sassuolo, che decide di acquistarlo per cinque milioni di euro facendogli firmare un quinquennale. Una responsabilità non da poco, per un ragazzo che ha meno di diciott’anni e ancora non maturo, non solo dal punto di vista calcistico.

Con la società emiliana però arriva l’esordio in prima squadra in Coppa Italia, 74’ contro l’Atalanta grazie alla scelta di Iachini di mandarlo in campo. Il centrocampista si divide tra Serie A, senza mai giocare e primavera, dove nonostante le poche presenze mette dentro quattro reti. La stagione è l’anticipo del passaggio definitivo al mondo dei grandi, anche se un gradino sotto, ma da protagonista: Ascoli è la prima tappa di un percorso di crescita che vede il classe ‘99 andare velocissimo. Dopo le prime partite, l’ex Roma conquista la titolarità e diventa un asse portante della squadra marchigiana che finisce il campionato all’undicesimo posto.

Nella stagione seguente, dopo aver giocato il mondiale U20 con Nicolato in panca da vero leader, il Sassuolo decide di farlo andare in una piazza importante come Empoli appena scossa dalla retrocessione in cadetteria. L’inizio non è dei più semplici, ma dopo appena quattro giornate Frattesi conquista il suo posto da titolare e chiude la sua annata con 5 gol e 2 assist. Voglia di fare e quantità si trasformano in qualche caso in irruenza e disordine tattico ma i presupposti per tornare in Serie A ci sarebbero, visto anche il passaggio definitivo in Under 21. A farsi sotto e chiedere il giocatore è tuttavia l’ambizioso Monza di Berlusconi e Galliani.

Quello che all’inizio poteva sembrare uno step superfluo diventa fondamentale. Nello schema brianzolo Frattesi è cruciale in entrambe le fasi, e rende ancora di più evidente il suo buon rapporto con il gol: 8 le reti a fine campionato, che addolciscono lievemente l’amarezza del mancato salto di categoria sul campo. La Serie A però è nel destino di Frattesi e le parole di mister Brocchi oltre metà campionato lo anticipano.

Ritorno a casa

Prima l’Europeo con l’Under21 e poi il definitivo ritorno a casa. Nonostante le sirene di altre squadre interessate e pronte a offrirgli un posto nella massima serie, tra cui l’Empoli che aveva fatto parte del suo passato, il centrocampista ex Roma rimane in neroverde.

Qui trova un tecnico giovane e ambizioso come Alessio Dionisi, che gli cuce addosso il ruolo di equilibratore di una squadra che cerca di attaccare e difendere tutta insieme: dopo un breve adattamento, Frattesi assume definitivamente il ruolo di centrocampista box to box che per fisicità e qualità tecniche che può naturalmente interpretare. Le diverse caratteristiche rispetto a giocatori come Maxime Lopez, Traoré o Magnanelli, lo rendono imprescindibile sia nel 4-2-3-1 sia nel 4-3-3 utilizzato dal tecnico nell’ultima uscita.

Lo dicono anche le statistiche: almeno due tiri a partita, più di un pallone intercettato a gara, meno di un dribbling subito a partita e più di uno portato a termine. È tuttavia lo strappo in velocità e l’inserimento nello spazio a caratterizzare il gioco di un ragazzo cresciuto negli anni anche sotto il punto di vista tecnico. La corsa è tanta – 3° per km percorsi nel Sassuolo con 9883 – ma è soprattutto la capacità di gestione del tempo, soprattutto negli inserimenti a sorprendere, basti vedere il gol contro la Juventus.

https://twitter.com/SassuoloUS/status/1453674947306479619

Velocità, progressione, tecnica e cattiveria agonistica. Il profilo di Davide Frattesi è uno dei più interessanti di questa Serie A. Il Sassuolo ancora una volta sembra non aver sbagliato strategia nel puntare sui giovani. Il carattere e il talento del giocatore hanno fatto il resto: quella del centrocampista romano è una crescita avvenuta passo dopo passo che sembra essere proprio destinata a non fermarsi qui.


  • Sardo, classe 96. Studente di Relazioni Internazionali, allergico a molte cose e aspirante giornalista. Lo sport è stato il mio primo amore.

Ti potrebbe interessare

Dallo stesso autore

Associati

Banner associazioni

Newsletter

Campagna Associazioni a Sportellate.it
Sportellate è ufficialmente un’associazione culturale.

Associati per supportarci e ottenere contenuti extra!
Associati ora!
pencilcrossmenu