Logo Sportellate
fantacalcio

Considerazioni sparse sul Fantacalcio post 10a giornata di Serie A


Danilo D'ambrosio è quel tipo di fantagiocatore di cui avresti sempre bisogno, ma che non ti meriti.


- Ci sono cose che non si possono comprare, per tutto il resto c’è DANILO D’AMBROSIO. Quello che state leggendo è un primo paragrafo di considerazioni sparse assolutamente, spudoratamente, vergognosamente e dichiaratamente di parte, una sviolinata a DD33, o forse anche qualcosa in più, una dichiarazione d’amore vera e propria verso il bel Danilone. Prima presenza per lui da titolare quest’anno, subito goal fatto e goal salvato, prestazione da lode e giocatore tra i più dimenticati al fantacalcio ma da un rendimento costantemente elevato. Gioca sicuramente poco, ma quante volte avete schierato titolare il vostro settimo/ottavo slot? Anzi, prima di rispondere a questa domanda, dovete ricordarvi chi diavolo sia il vostro settimo/ottavo slot perché sarà un giocatore talmente inutile da ricordarsene a fatica. E allora lunga vita all’ottavo slot Danilo D’Ambrosio da Caivano, che quando gioca va messo e ti premia con rendimenti da giocatore titolare, ma costando come un Luperto qualsiasi. Quest’anno conferma subito il suo vizio del bonus con un bel 7,5 + 3 che è fantacalcisticamente da orgasmo per chi punta al modificatore. Lo si schiererà in 6/7 partite all’anno massimo? Embè? E poi nella propria fantasquadra un giocatore con quell’addominale lì ci vuole sempre (soprattutto se dovete compensare il panciotto di Muriel), perché al fantacalcio anche il look conta;

- Altro giocatore che sta avendo medie voto e medie bonus esagerate è Lorenzo Pellegrini (di cui avevamo parlato sui nostri canali proprio qualche giorno fa). 5 Goal e 2 assist in 9 presenze, robe da secondo slot in attacco, e invece è un centrocampista. Il capitano giallorosso si sta rivelando il vero fattore di questa prima parte di stagione, e se ora diventasse pure specialista dei calci di punizione l’obbiettivo doppia doppia non è più di un semplice sogno. Ad oggi miglior centrocampista (o forse miglior giocatore in assoluto) di questa stagione;

- Insigne riscatta gli ultimi errori dal dischetto segnandone ben due nella stessa partita. Viene da sorridere a pensare cosa deve aver provato chi ha schierato Insigne titolare questa giornata, vivendo il calcio di rigore concesso quasi come una sciagura piuttosto che un’opportunità. Viene da ridere a crepapelle quando, scampato il pericolo del primo rigore finalmente segnato, ne viene concesso un secondo e giù di incubi nefasti sui 101 modi di fallire un rigore e mandare a ramengo tutto. E invece no, 2 penalty concessi, 2 penalty segnati. Ovviamente proprio questa giornata che giocava nientepopodimeno che contro colui che sta scrivendo bene di lui;

- Fattore rigori che continua ad essere determinante per l’incredibile avvio di stagione di Criscito, che si conferma un cecchino dagli 11 metri e segna così il suo quarto goal in stagione. Viene da storcere un po’ il naso guardando però la sua media voto: nonostante i 4 goal e 1 assist in 10 partite, la sua media voto si ferma ad un misero 6,05, veramente troppo poco. Un fantallenatore veramente bravo comincia a fiutare l’opportunità di scambiarlo per un top o semi top di ruolo che possa avere un rendimento pulito da modificatore, consapevole che i fuochi di paglia bruciano tanto all’inizio ma non sono adatti a scaldarci per tutto l’inverno. Ps. Quando si intende scambiarlo per un top di ruolo, non si sta parlando di D’Ambrosio, ma solamente per un discorso di scarsa titolarità;

- Se fino a qualche giornata fa incominciavamo a muovere i primi dubbi in merito ad un proseguo di stagione a salire per Vlahovic, ora i dubbi stanno iniziando a diventare veri e propri timori che ciò non accadrà. Ceduta una giornata fa l’incombenza di calciare il rigore (salvo poi segnare un goal bello ma difficilmente replicaible su punizione) ora il povero Dusan sta cominciando a collezionare anche un po’ troppe insufficienze (ieri un altro 5,5). Stessa identica situazione quella di Belotti, che chiude anche esso questa giornata con un 5,5 ma che a differenza di Vlahovic sembra aver addirittura perso la titolarità in squadra a favore di un ben più brillante e motivato Sanabria. Nella combriccola dei “mi aspettavo qualcosa in più” si aggiunge anche Abraham. La sua situazione all’interno della squadra è completamente diversa dai primi due nomi, stiamo parlando di un giocatore al centro del progetto e dal futuro roseo, ma il 5,5 – giallo di questa giornata è solo l’ultimo segnale di un inizio di campionato in cui l’attaccante giallorosso sta faticando più del previsto ad andare a bonus.

  • Grande appassionato di calcio e di fantacalcio. Si lascia incantare da giocatori mediocri (a detta di altri) che considera sottovalutati. Considera D’Ambrosio il miglior terzino destro della serie A, forse della storia ma c’è un ballottaggio con Zé Maria. Diffida di chiunque consideri il 3-4-3 il miglior modulo fantacalcistico. Gli piace considerarsi calcisticamente un centrocampista a metà tra Gattuso e Pirlo, nel senso che ha il piede di Gattuso e la grinta di Pirlo. Ha aperto una petizione per inserire il tiro da fuori di Stankovic tra le Meraviglie del Mondo.

Ti potrebbe interessare

Premier League 2023/24, la squadra della stagione

Una squadra abbastanza fluida per un campionato abbastanza fluido.

Tutino è diventato un totem

L'attaccante del Cosenza ha brillato in questa stagione.

Cole Palmer non sente la pressione

L'esterno del Chelsea è stato votato miglior giovane della Premier League.

Guida ai playoff di Serie B

Sei squadre e un solo posto per tornare in Serie A.

Dallo stesso autore

Se le squadre di Serie A fossero dei rapper italiani

Un simpatico episodio crossover.
Newsletter
Campagna Associazioni a Sportellate.it
Sportellate è ufficialmente un’associazione culturale.

Associati per supportarci e ottenere contenuti extra!
Associati ora!
pencilcrossmenu