Article image
,
6 min

- di Michele Parente

10 overall sballati di Fifa22


Fifa, il più importante titolo di videogiochi sul calcio (non ce ne voglia E-Football), torna come ogni anno con la sua versione più recente e aggiornata. E come ogni anno, tornano le sue valutazioni "controverse": queste 10 in particolare le abbiamo trovate abbastanza sconvolgenti.


Il 29 settembre è uscito Fifa 22, il titolo sul calcio di EA Sports che rappresenta la Bibbia per milioni di videogiocatori. In questo articolo però non andremo a parlare di giocabilità, bug, sistemi di visualizzazione o di qualsiasi altra cosa tecnica (o da nerd, ndr), ma ci concentreremo sulla parte preferita di molti: il giudizio sommario, la valutazione ad occhio, la stima "da bar"... in poche parole, gli overall.

Il Re di Fifa 22 è, ancora una volta, Leo Messi. Il nuovo n. 30 del PSG stacca tutti e si aggiudica la prima posizione con un overall di 93, seguito a ruota dal polacco Lewandowski fermo a 92 e da una batteria di 5 top player a completare il podio con un overall di 91.

Già le prime posizioni, a nostro avviso, avrebbero materiale per essere messe in discussione. Davvero è ancora Leo Messi il giocatore più forte del mondo? Il più completo? L'ultima stagione vissuta con il Barcellona dovrebbe farci quantomeno dubitare della cosa, in favore di chi ha avuto un ultimo anno davvero in crescendo (Lewa, Mbappé e Haaland su tutti). A volte gli sviluppatori di EA Sports sembrano quasi dimenticare che si tratta di valutazioni che durano solo per quell'anno e che non sono overall "alla carriera" o ereditari.

Ad ogni modo, non è l'overall 93 di Leo che ci ha maggiormente colpiti, qui sotto ve ne riportiamo 10 che secondo noi sono esagerati, in un senso o nell'altro.

Mbappé, pur essendo l'uomo-copertina dell'edizione 2022, non è nei primi due posti a livello di overall.
Fa compagnia ad altri 4 player (tra cui CR7) a quota 91.

#1 Jorginho Frello 85

Ci aspettavamo decisamente di più per il centrocampista del Chelsea e della Nazionale, protagonista assoluto di tutta la stagione 21/22. Pur riconoscendo che, a livello di videogioco, non è un player che ruba l'occhio (o, di sicuro, molto meno che in campo), l'overall di 85 ci sembra davvero sottodimensionato.

Il rendimento dell'italo-brasiliano meritava di essere premiato con una posizione che lo avrebbe almeno avvicinato all'overall di 90 del suo compagno di reparto N'golo Kantè o a quello di 87 del connazionale Verratti. Per noi, la valutazione giusta per il 2022 di Jorginho Frello si aggirava intorno l'88.

#2 Federico Chiesa 83

Dalle parti di EA Sports non devono aver rinnovato l'abbonamento per seguire la Serie A (ed un altro paio di indizi ve li diamo qui sotto), perché non si può spiegare altrimenti un overall così basso per l'esterno della Juventus, vero trascinatore dei bianconeri oltre che della Nazionale.

Se poi paragoniamo la sua valutazione a quella di altri esterni offensivi europei, l'83 attuale di Chiesa è quasi ridicolo: vederlo molto indietro rispetto all'87 di Sancho e l'85 di Rashford, addirittura messo sullo stesso piano dell'argentino del Siviglia Lucas Ocampos o del francese dell'Atletico Madrid, Lemar, è un delitto. Per noi, la valutazione ponderata di Chiesa si aggira tra l'85 e l'86 di overall (considerando anche un lavoro di sacrificio difensivo che potrebbe aumentarne decisamente il valore).

Chiesa overall 83? Ma davvero?

#3 Sergio Aguero 87

Questo overall sembra davvero venire direttamente dal 2014. Non ce ne voglia l'ancora valido centravanti argentino ora al Barcellona, ma la sua golden age inglese al Manchester City e quella spagnola all'Atletico Madrid sono ormai passate da un pezzo, ed una riduzione di overall rispetto a questo attuale 87 (calato rispetto alle scorse stagioni, ma pur sempre un'enormità) ci sembrava doverosa.

Reduce da un'impiego part-time nella sua ultima stagione britannica e da una Copa America vissuta da comparsa con due sole presenze da titolare (neanche subentrato in finale e semifinale), l'overall giusto per El Kun secondo noi sarebbe stato 84.

#4 Erling Braut Haaland e Romelu Lukaku 88

Due assoluti protagonisti della stagione 20/21. Haaland e Lukaku sono stati forse i maggiori cannonieri dello scorso campionato, il primo dominando le aree tedesche con una facilità realizzativa impressionante, il secondo vincendo praticamente da solo il campionato con l'Inter e trascinando il Belgio fino ai quarti di finale di Euro20.

L'overall di 88 per entrambi ci sembra un po' stretto, considerando anche alcune valutazioni di altri centravanti. Personalmente, ci sembra che i due centravanti di Chelsea e BVB non abbiano niente da invidiare al 9 del Tottenham, Harry Kane, che spicca con overall di 90. Se per Haaland possiamo capire (ma nemmeno troppo) un certo freno, dovuto alla giovane età, lo stesso non possiamo dire per ciò che riguarda Lukaku, punto fermo già da anni di tutti i club dove ha militato, compreso l'attuale Chelsea campione d'Europa.

#5 Lo strano caso dell'overall 84

Sull'overall 84 si concentrano i maggiori casi di valutazioni "sballate". Non esiste in nessun gioco che questa sia la stessa valutazione di Mertens, Ilicic, Foden, Grealish e Havertz! C'è sicuramente qualcosa (anche più di qualcosa) che non va.

Mentre per i primi due crediamo che la fine dell'abbonamento alla Serie A da parte di EA Sports si sia fermato (come dicevamo prima) al circa al 2018, per i tre giovani talenti di City e Chelsea la valutazione ci sembra un po' troppo vittima di un "nonnismo" che non si sposa bene con le versioni sempre aggiornate del titolo. Foden, Grealish e Havertz sono sulla cresta dell'onda al momento dell'uscita del gioco, e per questo vanno non premiati, ma riconosciuti per il valore attuale: una valutazione sull'86 ci sembra più onesta, come come più giusta ci sembra l'overall 82/83 per i vecchietti della Serie A Ilicic e Mertens.

No, ad oggi Mertens e Ilicic proprio non possono stare allo stesso livello di Havertz.

#6 I centravanti della Serie A

Un grande dilemma di questo gioco è quello che riguarda le valutazioni dei tre centravanti più importanti del nostro campionato. Venuta meno la presenza del Re Mida CR7 e di Lukaku, la classifica degli overall è ora comandata da Immobile con 87. Già questa valutazione ci sembra decisamente eccessiva, viste quelle appena appena superiori di Haaland e del 9 del Belgio, ma lo stupore aumenta quando andiamo a scoprire che due giovani in ascesa come Vlahovic e Osimhen hanno rispettivamente un overall di 78 e 80!

In mezzo, troviamo alcune valutazione che riteniamo tutto sommato corrette (Lautaro 85 e Dybala 87) e alcune che non fanno che acuire i nostri dubbi (Ibrahimovic 84 e Dzeko 83). In particolare, i centravanti di Fiorentina e Napoli sembrano troppo sottovalutati, alla luce della grande stagione vissuta dal primo e dagli anni in continua crescita tra Lille e Italia del 9 nigeriano.

Sembra quasi che Fifa 22 si trovi ancora a proprio agio nell'esaltare le "vecchie glorie" Ibra e Dzeko, piuttosto che nel dare una sferzata e una ventata di novità al gioco ponendo queste giovani punte quantomeno al pari di fuoriclasse ormai agli ultimi anni di carriera (come hanno però giustamente fatto altrove, mettendo CR7 e Mbappé sullo stesso overall di 91).

Uno con questa esplosività dovrebbe essere un "bug player" di Fifa 22... e invece, 80.
Meno di Higuain.

#7 Mason Mount 83

La sua storia potrebbe essere intitolata "Come passare dal dominare l'Europa ad essere valutato come Thomas Partey". Perché il destino del classe 99 sembra essere stato proprio questo. Non ce ne voglia il valido centrocampista ghanese dell'Arsenal, ma per Mount ci aspettavamo qualcosa di più che non essere paragonato esattamente a lui (ma avremmo potuto citare anche Iker Muniain, eterno incompiuto a Bilbao) a livello di valutazione.

Solo il rigore di Sakà ha impedito al trequartista del Chelsea di laurearsi campione d'Europa per Club e Nazionale a distanza di 2 mesi (uno dei tre, insieme a Chilwell e James), ma il destino e il tempo sono ancora dalla sua parte, a patto che la sua crescita reale non segua quella del gioco. Perché in quel caso ci azzardiamo ad essere pessimisti.

#8 Alphonso Davies 82

Non hai ancora 21 anni, hai già un triplete da titolare nel palmarès, sei una vera e propria forza della natura, ma hai meno overall dei tuoi omologhi Mendy, Alex Sandro e Gayà. Inoltre, il terzino canadese del Bayern perde anche il confronto interno con il suo compagno Lucas Hernandez, anche lui stabilitosi sugli 83. A nostro avviso, Davies merita un overall che lo metta (almeno, ma almeno) sui livelli di Hakimi (85) e/o Theo Hernandez (84), che come lui lasciano qualche concessione alla fase difensiva per migliorare di tanto quella offensiva della propria squadra.

Di sicuro, non ce lo aspettavamo dietro terzini che hanno deluso in maniera importante negli ultimi anni (Alex Sandro su tutti, ma anche il per ora incompiuto Gayà).

#9 I mediani del PSG e Saul

Il PSG, mai come quest'anno, è una squadra improntata su un tasso tecnico invidiabile da chiunque sul globo terracqueo. Ma, come in tutte le discussioni zeppe di banalità sul gioco del calcio, arriva prima o poi la fatidica domanda "Si, ma chi difende?". In un 11 titolare che prevede anche Hakimi e Mendes sugli esterni, diventa fondamentale il ruolo dei due mediani compagni di reparto di Marco Verratti (classificato con un dignitoso, ma forse strettino, 87). Ecco, appunto, crediamo che Idrissa Gueye e Ander Herrera valgano di più rispetto ad un overall rispettivamente di 82 e 79 (!). Seppur non più giovanissimi rimangono due titolari "normal" di questo PSG stellare e vederli sullo stesso piano del pur sempre stimato Matuidi (che ha praticamente smesso col calcio di livello da due anni) ci fa un po' effetto.

Ecco, riprendete la frase qui sopra e rapportatela anche su Saul, centrocampista assoluto passato al Chelsea per 80M dall'Atletico Madrid. Dopo gli anni ad altissimo livello passati tra Colchoneros e Nazionale, il passaggio in Premier sembrava il definitivo step per un aumento di overall. E invece 82, come Sergio Canales.

#10 Pandev 74

Si, è tutto vero. Pandev passa da 72 di overall a 74. Due punti in più, ad anni 38 già compiuti. E questo è tutto quello che sappiamo sull'attaccante del Genoa.

2 punti in più? Ci esponiamo: sono anche pochi.

ULTIME CONSIDERAZIONI SPARSE

27 anni, laureato alla magistrale di turismo, territorio e sviluppo locale presso l'Università degli Studi di Milano Bicocca. Grande passione per calcio, musica e viaggi. Da sempre appassionato di giornalismo sportivo.

Cos’è sportellate.it

Dal 2012 Sportellate interviene a gamba tesa senza mai tirarsi indietro. Sport e cultura pop raccontati come piace a noi e come piace anche a te.

Newsletter
Canale YouTube
clockcrossmenu