Article image
,
2 min

- di Lorenzo Lari

Considerazioni sparse post “Il Fenomeno Bobo TV” al Festival dello Sport di Trento


1 ora e 45 minuti godibilissima, fatta di gag, risate e tanto calcio.


- Festival dello Sport, Auditorium Santa Chiara di Trento, ore 21:00. Ragazzi senza biglietto in fila speranzosi di beccare qualche posto vuoto per assistere allo show, rigoroso rispetto della normativa anticovid e teatro che va via via riempiendosi. Breve ma bellissimo video di presentazione dell’intero Festival ed è tempo di partire. Entrano in rispettivo ordine cronologico Ventola, Cassano, Adani e Vieri. Comincia lo spettacolo;

- Perché di vero e proprio spettacolo si è trattato. Tra gag, battute, risate, aneddoti ed approfondimento calcistico non è mancato proprio nulla. Andrea Elefante, giornalista GDS, si rivela il perfetto moderatore dell’incontro, capendo da prima di subito che i 4 ex calciatori sono carichi a pallettoni e lasciando a loro le redini dell’incontro. Ne viene a fuori una serata di lucida follia, in cui è un attimo passare dagli elogi a Pablo Martín Páez Gavira - noto come Gavi - al prendere in giro Nicola Ventola per le 14 operazioni subite in carriera;

- Sono state chiacchiere di calcio, in amicizia e libertà. E tra un Cassano irrefrenabile, un Ventola che cala alla distanza ed un Vieri più impegnato nel ruolo di direttore d’orchestra che altro, è Lele Adani a prendersi la scena ed a lasciarci gli spunti più interessanti. Per un Di Francesco che ha “perso le sue certezze e quindi perso se stesso”, ci sono un Luis Enrique da apprezzare non solo quando vince ed un Roberto Mancini da seguire sempre e comunque. Partendo in tutti i casi da una certezza: l’allenatore è un uomo solo. Parole di elogio anche per il Milan di Pioli e Roberto Baggio, definito da Lele il giocatore italiano più forte di tutti i tempi;

- Interessante la risposta data da tutti e quattro i protagonisti, alla domanda su quali siano stati i 3 giocatori più tecnici con cui avessero mai giocato. Partendo da un Nicola Ventola che a sorpresa inserisce Enrico Chiesa (padre di Federico) e Christian Panucci in top three, e passando per i più classici Ronaldo il fenomeno, Zidane, Ibra, Totti e Baggio votati da Cassano e Vieri, ecco concludere la trafila con i romanticissimi Rui Costa e Stéphane Dalmat nominati da Adani. Giocatori d’altri tempi, dal passo un po’ cadenzato, ma capaci di vedere corridoi invisibili agli occhi di noi normali essere umani; 

- È stata una serata piacevolissima, in cui si è riso, scherzato e disquisito di calcio. I quattro moschettieri della Bobo TV. hanno dimostrato, anche sul palco, di avere ormai raggiunto una tale coesione ed intesa tra loro, che non ci sorprenderebbe vederli programmare in futuro un tour live in giro per l’Italia. E che bello vedere così tanti teenager competenti riempire un teatro e sviscerare domande di assoluto interesse pallonaro! Bravi cammelli e brava Trento: ottimo incontro, ottima logistica ed ottima organizzazione. 

ULTIME CONSIDERAZIONI SPARSE

Nato a Rimini l’11/06/1990. Laureato in Giurisprudenza, adora disquisire di sport ed America. Ogni tanto scrive, solitamente legge. Sogna un giorno di poter assistere ad una partita allo Staples al fianco di Jack Nicholson.

Cos’è sportellate.it

Dal 2012 Sportellate interviene a gamba tesa senza mai tirarsi indietro. Sport e cultura pop raccontati come piace a noi e come piace anche a te.

Newsletter
Canale YouTube
clockcrossmenu