Logo Sportellate
fantacalcio
, 1 Ottobre 2021

Cinque consigliati al fantacalcio che non avresti mai schierato


Cinque slot che non penseresti mai lontanamente di schierare fra i tuoi 11 titolari.


Dennis Johnsen (Venezia F.C). Venerdì 1 ottobre ore 20:45, Cagliari Calcio - Venezia F.C.

Ritentare la sorte è un vizio per ludopatici ma non per chi è consenziente del rischio che sta affrontando. A Dennis Johnsen nel corso del “Monday Night” contro il Torino è stato annullato un gol per fuorigioco, segno evidente di come nell’attacco dei lagunari lui ed Okereke stiano ad oggi avendo la massima fiducia da parte di mister Zanetti.

La leadership di Aramu sarà fondamentale per guidare il Venezia al di fuori della periferia e portar un tridente con elevate doti di imprevedibilità alla presa della Sardegna. Gli inserimenti lungolinea alle spalle dei tre difensori cagliaritani consentiranno a Johnsen di giocarsi una serie di moltitudini mismatch in 1 vs 1, permettendogli di esibire le proprie qualità in un contesto a lui consono.

Presumibilmente si vedrà un Cagliari artefice delle danze, ma le ripartenze e gli strascichi lasciati lungo il sentiero della manovra concederanno ai lagunari la possibilità di insediarsi frequentemente sulla trequarti avversaria. Avanti con Dennis, senza timori!

Indice schierabilità: ⭐⭐⭐⭐ (4/5)

Regalaci un sogno Dennis.

Lorenzo De Silvestri (Bologna). Domenica 3 ottobre ore 12:30, Bologna-Lazio.

Il Bologna ha bisogno di una scossa dopo la batosta rimediata al Castellani una settimana fa. Quale miglior occasione per lanciare un ex importante come Lorenzo De Silvestri, nato e cresciuto calcisticamente con la maglia biancoceleste. Il laterale classe 1988 ha lasciato un ricordo amaro ai suoi avversari di giornata solamente un anno fa all’Olimpico ed ha iniziato la stagione in corso con il piglio giusto e una buona dose di continuità.

Nella già citata debacle di Empoli è stato uno dei più propositivi, rimediando un bel 7 in pagella grazie al rigore procurato e poi sbagliato da Arnautovic, al quale si aggiunge l’assist che ha propiziato proprio la rete dell’austriaco. Mihajlović dovrebbe cambiare modulo nel “Lunch Match” domenicale, con il passaggio al 3-4-2-1 ideale per lanciare De Silvestri in zona bonus. Qualora la spinta offensiva fosse ben limitata dalle frecce laziali, ci sarà spazio per il piano B, o meglio LDS; la scelta di tempo del terzino romano sulle palle inattive è ormai un marchio di fabbrica, contrariamente all'attenzione difensiva sui piazzati delle squadre "Made in Sarri".

L’appello obbligato alle statistiche e alla Cabala racconta, poi, di un Bologna ancora imbattuto al Dall’Ara in campionato e di una Lazio che negli ultimi due anni ha racimolato un solo punto all’ombra delle Due Torri.

Indice schierabilità: ⭐⭐⭐✨ (3,5/5)

Nedim Bajrami (Empoli). Domenica 3 Ottobre ore 18:00, Roma - Empoli.

Il posticipo domenicale vede la Roma ospitare all'Olimpico l’Empoli. Guai a sottovalutare gli ospiti, che hanno già accumulato un ottimo bottino di 9 punti e vengono da due vittorie consecutive. Dato il buono stato di forma dei toscani, si può far affidamento sull'estro di Nedim Bajrami che agirà al solito tra le linee a supporto del tandem Pinamonti–Di Francesco nell’ormai consolidato 4-3-1-2 di mister Andreazzoli.

In ottica fantacalcistica non si può non tener conto del fatto che l’Empoli è una squadra che diverte e si diverte, impostando un gioco propositivo indipendentemente dall’avversario. D’altra parte in questo primo scorcio di campionato il fantasista albanese ha già dimostrato di saper guidare l’offensiva dei suoi ed è già andato in rete 2 volte (entrambe su rigore).

Complici le fragilità difensive romaniste, ci sentiamo di poter puntare sulle doti balistiche del 10 empolese, magari approfittando di una partita dalle tante reti. Oro che cola, in ottica fantacalcio.

Indice schierabilità: ⭐⭐⭐✨ (3,5/5)

Tommaso Pobega (Torino). Torino 2 Ottobre ore 18:00, Torino-Juventus.

Per questa domenica un altro nostro consiglio ricade su Tommaso Pobega. Sì, proprio lui e proprio al derby contro la Juve.

Perché? Perché Pobega ha dimostrato di avere peso, passo e fiuto anche in zona goal. Centrocampista moderno, abile nella doppia fase e ottimamente supportato da Mandragora che rimane invece più bloccato. Pobega può creare diversi grattacapi a due giocatori come Rabiot e Bentancur universalmente riconosciuti per non essere dei fulmini di guerra. Oltre a questo il buon Tommaso porta in dote la soluzione dalla distanza e la possibilità di essere un fattore su calci d’angolo.

Se tutto questo non vi bastasse motiviamo la scelta ricordando come storicamente i centrocampisti allenati da Juric diventino dei veri e propri fattori in zona offensiva.

Quindi nonostante la prestazione di spessore della Juve contro il Chelsea, l’indicazione rimane chiara e precisa: date fiducia al soldato Tommaso.

Indice schierabilità: ⭐⭐⭐✨ (3,5/5)

https://www.youtube.com/watch?v=d37x4M53iAg
Derby a parte, Tommaso Pobega ci piace da impazzire.

Wilfried Singo (Torino). Torino 2 Ottobre ore 18:00, Torino-Juventus.

Un altro giocatore del Torino consigliato nel derby. L'inizio tentennante della Juve in campionato fa sì che si possa rischiare un po' di più in chiave fantacalcistica. Dalla truppa di Juric ci si aspetta una partita sanguigna, arcigna e maligna. E perché non mettere Singo allora?

L'ivoriano è in splendida forma, macina km sulla destra e sta confezionando assist preziosi. In più, in caso di turnover post Champions, si potrebbe affacciare dalle sue parti De Sciglio, cliente tendenzialmente meno difficile di Alex Sandro. Ma non solo per questo. Nell'ultimo Torino decente, quello del sempre poco stimabile Giampiero Ventura, ad arare la fascia destra c'era Bruno Peres. Ora non auguriamo di certo a Singo di ripercorrere le orme di Bruno ma penso che più o meno tutti ricorderanno quella cavalcata subconscia quanto epica nel lontano derby del 2014, conclusasi poi con un tiro ad incrociare che prende il palo e il Dio del pallone sbatte in porta. Chissà che Singo non possa, in un eccesso di foga agonistica, ripercorrere le gesta di Bruno Peres. Ma andrebbe bene anche un gol sporco in mischia, o un assist. Insomma, mettetelo.

Indice schierabilità: ⭐⭐⭐✨ (3,5/5)

  • Nato a Rimini il 5 luglio 1996. Laurea magistrale in Management all’Università di Trento ma di cose realmente gestite finora riporta la “mise en place” di alcuni ristoranti in riviera e la sistemazione dei lettini in spiaggia. Terzinaccio generoso dotato di un sinistro considerevole, più deciso che mai a saziare la sua insanabile voglia di sport parlandone. Sogna di vedere suo padre festeggiare la vittoria della Champions League della Juventus e, personalmente, di assistere ad una partita all’American Airlines Center di Dallas gridando “Luka Doncic step back” con in sottofondo un “mamma butta la pasta” del mitico Dan Peterson.

Ti potrebbe interessare

7 cose che ci mancheranno del Sassuolo

La retrocessione del Sassuolo in Serie B è ormai matematica. Quali elementi hanno reso i neroverdi una squadra peculiare e (forse) irripetibile?

Attenti a Saelemaekers

Il giocatore più odiato del Bologna, ma anche quello più vivace.

Le squadre di calcio hanno un DNA?

Un argomento sempre più sulla bocca di club e tifosi.

Che finale di Coppa Italia aspettarsi?

5 domande (e 10 risposte) sull'Atalanta-Juventus dell'Olimpico, riedizione della finale di Coppa Italia 2021.
,

Dallo stesso autore

Ode a te o Dirk Nowitzki

I’ve to catch my breath, I don’t know where to […]

L'album dei sogni, il nuovo romanzo di Luigi Garlando

Luigi Garlando (giornalista per la Gazzetta dello Sport e scrittore […]

Il tipico "quinto" di centrocampo

Anatomia di un ruolo che ha conquistato la Serie A. […]
Newsletter
Campagna Associazioni a Sportellate.it
Sportellate è ufficialmente un’associazione culturale.

Associati per supportarci e ottenere contenuti extra!
Associati ora!
pencilcrossmenu