Article image
, ,
5 min

- di Esperanto Sportivo

Esperanto Sportivo consiglia - La Top 5 dei libri dedicati ai più grandi campioni del tennis dell’era Open


In questo nuovo appuntamento mensile, scriviamo dei cinque libri dedicati ad alcuni dei più grandi vincitori degli Slam.


Il tennis è uno sport dove la durezza mentale e la resistenza fanno la differenza. Lo sa bene Novak Djokovic, che in luglio ha conquistato il suo ventesimo slam a Wimbledon battendo in finale l’azzurro Matteo Berrettini al termine di una vera “battaglia”. Il serbo ha così raggiunto al vertice Roger Federer e Rafael Nadal, diventando il tennista con più Slam all’attivo nella sua carriera. Nole, per potersi imporre, ha dovuto fare molti sacrifici, scoprendosi, per esempio, intollerante al glutine.

Federer, dal canto suo, ha raggiunto la propria eccellenza solo lontano da casa, al centro nazionale di allenamento di Ecublens, Così come Maria Sharapova, che ha affrontato i pericoli della Guerra Fredda per potersi affermare negli Stati Uniti. Luogo dove Mike Agassi, il padre di Andre, lo ha costretto a trascorrere un’infanzia difficile pur di diventare campione. Una storia simile anche a quella di Nadal, con lo zio Toni che non gli ha mai fatto passare niente.

Storie di sacrifici e rinunce che hanno portato questi personaggi a varcare le porte dell’Olimpo del tennis mondiale. 

In questa speciale classifica, analizziamo cinque libri dedicati a icone viventi di questo sport. I libri elencati di seguito non sono in ordine di gradimento.

1) ‘Il punto vincente’ di Novak Djokovic (Sperling & Kupfer, 182 pagine)

Non potevamo che iniziare la nostra Top 5 dal serbo, vincitore dell'ultima edizione di Wimbledon. Un torneo che per lui rappresenta sempre qualcosa di particolare. Sin da quando nel 2011 è riuscito finalmente a vincerlo, dopo aver cambiato la sua alimentazione. Sì, perché come Nole spiega nel libro che i punti vincenti non si ottengono solo da un ottimo allenamento, ma anche da una valida dieta. Il serbo racconta il suo tragico match dell’Australian Open con Tsonga e le sensazioni di svenimento avvertite, passando poi alle sapienti cure del Dottor Cetojevic che individua attraverso accurati esami nel glutine il suo problema. Nole ricrea quindi un suo equilibrio, fissando una propria giornata tipo oltre ad un proprio regime di alimentazione. Niente più pizza e prodotti caserecci della propria famiglia, ma cibo naturale.

Il libro parla anche del Nole bambino che si allena ostinatamente a tennis ai tempi della Guerra dei Balcani, interrotto solo dagli allarmi delle bombe in arrivo. Un libro consigliato a tutti coloro che vogliono raggiungere l’eccellenza, ma molto spesso vengono bloccati da problemi alimentari.

"Il punto vincente" di Novak Djokovic

2) ‘Roger Federer. La biografia definitiva’ di René Staufer (Sperling & Kupfer, 350 pagine)

Roger Federer è considerato da tutti uno dei tennisti più forti di sempre. Sicuramente del suo paese, la Svizzera, un paese che ha conosciuto e amato, avendo però forti influenze sudafricane e australiane da parte dei genitori. Roger sin da piccolo mostra una forte passione per gli sport con la palla, giocando sia a calcio che a tennis. Nonostante le buone doti di attaccante, decide di darsi al tennis, sognando di diventare il numero uno in patria. Per far questo, abbandona anche la scuola e si reca al centro di allenamento nazionale di Ecublens, lontano dalla sua amata Basilea. Qui pone le basi per diventare un tennista, iniziando a vincere i tornei giovanili. La vittoria dei campioni juniores under 18 gli dà lo slancio per entrare nei grandi.

Federer sin da subito mostra una tecnica strabiliante e riesce nel corso degli anni a limitare i suoi difetti. La scalata verso il numero uno del ranking è costante e lo porta a stabilire record su record. Ma è con la vittoria dell’Australian Open del 2017 che stupisce tutti: dopo vari infortuni alla schiena e al ginocchio che potrebbero mettere fine alla sua carriera, Federer risorge e vince l’anno successivo il suo ventesimo slam, diventando anche il più anziano numero uno dell’era Open. Una biografia completa che ci descrive l’epopea di un campione eterno impegnato a rendere il suo sport migliore di come lo ha lasciato.

"Roger Federer. La biografia definitiva" di René Staufer

3) ‘Rafa. La mia storia’ di Rafael Nadal e John Carlin (Sperling & Kupfer, 284 pagine)

Rafael Nadal è il tennista spagnolo più forte di sempre. Autentico fuoriclasse sulla terra rossa e primo giocatore in grado di raggiungere a soli ventiquattro anni il Career Grande Slam.

Un uomo in grado di sdoppiarsi quando gioca. Autentico “Clark Kent” in grado di trasformarsi da un ragazzo timido e sensibile, in macchina da guerra sul campo da tennis. Un’evoluzione iniziata e completata proprio sull’isola di Maiorca. A Manacor, dove tutta la famiglia Nadal vive in un edificio, Rafa muove i suoi primi passi agli ordini dello zio Toni, inflessibile su ogni cosa. Rafa viene educato subito a portare rispetto all’avversario e a impegnarsi al massimo per raggiungere gli obiettivi prefissati. Gli impedimenti fisici devono essere sopportati e non devono essere una scusa per disimpegnarsi. Imprese come quella di Wimbledon del 2008 o quella dell’Australian Open 2009, conquistate sopportando il dolore, potrebbero far montare la testa a Nadal, ma lui desiste rimanendo sempre molto umile. 

Il libro parla anche dei “salti mortali” fatti dalla famiglia per sostenere il ragazzo anche nei momenti più bui, permettendo a Rafa di concentrarsi solo sul mondo del tennis. Una passione forte, interrotta a volte da quella “Galactica” per il Real Madrid che Nadal sviluppa, nonostante zio Miguel Ángel, ex giocatore del Barcellona.

Un'esultanza di Rafael Nadal

4) ‘Open’ di Andre Agassi (Einaudi, 502 pagine)

Parlando dell’Era Open, non possiamo dimenticarci del libro che più di tutti spiega come è cambiato il tennis contemporaneo. “Open” di Andre Agassi è un vero e proprio capolavoro, scritto da J.R.Moehringer, che vince addirittura il premio Pulitzer dopo la sua pubblicazione.

Aprire il libro significa immergersi in una storia avvincente che offre sempre scenari imprevisti. Il libro è più di un’autobiografia, è un vero e proprio romanzo di formazione, che racconta la terribile infanzia di Andre Agassi, costretto ad allenarsi ai limiti del disumano per compiacere il padre nel sogno di diventare un grande campione del tennis. Un mondo duro che porta Agassi anche a conoscere l’ebbrezza della droga e la disciplina del sergente Bollettieri. Momenti duri alternati alle gioie come il matrimonio con Brooke Shields e la relazione con la grande campionessa del tennis, Steffi Graff. Agassi fa anche delle considerazioni sul gioco del tennis, intravedendo in Roger Federer il suo possibile successore. Un libro emozionante che ci fa capire come il mondo del tennis ha poco a che vedere con il colpire una pallina in maniera perfetta.

Il primo piano di Andre Agassi sulla copertina di "Open", il libro che ha rivoluzionato la letteratura sportiva

5) ‘Inarrestabile. La mia vita fin qui’ di Maria Sharapova (Einaudi, 280 pagine)

Per concludere non possiamo che rendere omaggio a una delle tenniste più forti di tutti i tempi. Maria Sharapova è entrata nella storia, vincendo a soli diciassette anni il primo Slam, Wimbledon, ai danni di Serena Williams. Da lì in poi ha raggiunto la vetta del ranking mondiale, riuscendo a diventare la decima giocatrice a completare il Career Grand Slam nel 2012. Una carriera piena di successi, condizionata però anche da brutti infortuni, come quello al tendine della spalla che la costringe a rivedere il suo servizio. Difficoltà che non la frenano nel suo slancio verso un posto nella storia. Una storia da predestinata da quando a soli tre anni prende in mano una racchetta e insieme a suo padre Yuri affronta un impensabile viaggio dalla Russia fino in Florida, mecca del tennis. Le difficoltà sono molte, i circoli non la prendono molto in considerazione finché non decide di abbandonare suo padre e lì la storia svolta.

Una storia incredibile fatta di sacrifici e rinunce forzate, come quella di non vedere mai sua madre, conclusasi con una infamante accusa di doping. Sharapova in questo libro si “mette a nudo”, raccontandosi in tutti i suoi aspetti più privati. Un buon motivo per conoscerla meglio, no?

Domenico Barbato

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE...

Il linguaggio universale che unisce appassionati di sport e lettura.

Cos’è sportellate.it

Dal 2012 Sportellate interviene a gamba tesa senza mai tirarsi indietro. Sport e cultura pop raccontati come piace a noi e come piace anche a te.

Newsletter
Canale YouTube
sportellate intervista
Campagna Associazioni a Sportellate.it
Sportellate.it è ufficialmente un’associazione culturale.

Con l’obiettivo di promuovere un’idea sana e costruttiva di sport.
Associati ora!
clockcrossmenu