Article image
,
5 min

- di Alberto Fabbri

Guida ai migliori eventi sportivi del weekend


Mini guida con tanto di voto in stelline, agli eventi sportivi del weekend che non dovreste perdere.


Moto Gp, Gran Premio di San Marino e della riviera di Rimini. Domenica 19 settembre, ore 14:00, Sky Sport Moto Gp.

Il Gran Premio che sancisce la chiusura della stagione estiva è puntualmente arrivato. Non che lo stessimo aspettando con ansia, ma quando il “circus” passa in riviera romagnola significa solo che il “tramonto” dell’estate è pressoché arrivato.

I piloti di casa spesso “sbronzi” a causa dell’euforia dovuta alla vicinanza con la propria terra tenderanno a far sì che l’inno di Mameli riecheggi forte sopra il cielo romagnolo. Bagnaia viene da una vittoria corpo a corpo con Marc Marquez all’ultimo giro, mentre Quartararo è reduce da un ottavo posto; il francese ha ancora del margine di vantaggio ma la concorrenza oltre che ad essere più agguerrita farà leva sul fatto che la Moto Gp di oggi non necessiti di un padrone, ma solo di talentuose promesse pronte a consacrarsi nell’olimpo del motomondiale.

Miller, Marquez e Martin i probabili outsider, con uno sguardo rivolto anche verso Enea Bastianini euforico dopo il suo miglior piazzamento in Moto Gp ottenuto ad Aragon.

Valentino Rossi? L’aria di casa ed il sapore del “penultimo” ballo da pilota in Italia potrà portarlo ad agguantare la sua migliore performance stagionale.

Valutazione: ⭐⭐⭐⭐⭐ (5/5)

Calcio, Serie A, Juventus-Milan, Domenica 19 Settembre ore 20.45, DAZN

Big match nel posticipo domenicale della 4a giornata di Serie A: a Torino si affrontano Juventus e Milan. Reduci dalle fatiche europee, le due squadre giungono all’appuntamento in due stati di forma diametralmente opposti.

Dopo un inizio di campionato disastroso, i padroni di casa si augurano di dare continuità al successo col Malmö per svoltare la stagione e non allontanarsi troppo dalle zone nobili della classifica. Mister Allegri dovrebbe poter disporre di Federico Chiesa, tenuto precauzionalmente a riposo in Champions. Difficile prevedere se il talento italiano sarà impiegato dal 1’ o a gara in corso (in questo caso con Cuadrado impiegato da ala nel tridente).

Sull’altro fronte i rossoneri sono chiamati a riscattare la cocente sconfitta col Liverpool. Pioli, che non ha mai vinto in 17 precedenti col tecnico rivale, spera di recuperare Ibrahimovic, alle prese con un’infiammazione al tendine d’Achille. Solito 4-2-3-1 consolidato: conferme per Leao e Brahim Diaz, mentre in mezzo al campo Tonali dovrebbe riprendere posto tra i titolari.

Appuntamento all’Allianz Stadium per una classica del calcio italiano.

Valutazione: ⭐⭐⭐⭐ ✨(4,5/5)

Pallavolo, Campionati Europei, Serbia-Italia, Sabato 18 settembre ore 21:00, Rai Sport e DAZN

A Katowice va in scena un altro avvincente capitolo della saga sportiva tra Italia e Serbia. Una storia iniziata il 4 luglio scorso, con lo storico successo della Nazionale azzurra di Basket al Preolimpico di Belgrado e proseguita con il trionfo pallavolistico delle ragazze di Mazzanti due mesi più tardi. Lo sport italiano è ora pronto a scrivere un’altra pagina di gloria nello strascico di un’estate ricca di soddisfazioni.

La Nazionale allenata da Ferdinando De Giorgi ha messo in scena una pallavolo frizzante e di qualità, che racconta bene il nuovo corso post Olimpico. Un’Italia giovane, costruita sulle solide fondamenta di Simone Giannelli in cabina di regia e guidata da due giovanissimi bombardieri come Michieletto e Lavia (rispettivamente 2001 e 1999). C’è da riscattare la parziale delusione di Tokyo, coincisa con la fine del ciclo Blengini dopo sei anni da capo allenatore. Di fronte, come detto, la Serbia, Campione d’Europa in carica ed estromessa dall’Olimpiade proprio dagli azzurri nel torneo di qualificazione di Bari nel 2019. Doveroso specificare che molti dei protagonisti di quella vittoria saranno assenti nell’ occasione, con i soli Giannelli e Anzani tra i superstiti.

Gli uomini di Kovac, contrariamente ai colleghi azzurri non sono più di primo pelo, ma partono, senza dubbio, con i favori del pronostico. Tanti i nomi di spicco di questa Serbia, a partire da Uros Kovacevic (forse il più in forma del gruppo serbo), senza dimenticare due veterani come Ivovic e Podrascanin. A mezzo servizio, invece, l’opposto ex Perugia, Aleksandar Atanasijević, che non ha disputato l’ottavo di finale contro l’Olanda.

Una vittoria per l'una o per l’altra compagine varrebbe automaticamente la qualificazione ai prossimi Mondiali, con Il campo a decretare l’epilogo di questa appassionante "trilogia sportiva".

Valutazione: ⭐⭐⭐⭐✨(4,5/5)

Calcio, Ligue 1, PSG-Lione, Domenica 19 settembre ore 20:45, Sky Sport

Dopo un inizio da dimenticare il Lione è già a una chiamata importante per non perdere il treno di testa della Ligue 1. Ad attenderli al Parco dei Principi i marziani del Paris Saint Germain, reduci dal pareggio scialbo di Bruges in Champions League, che fa contraltare alla vittoria autorevole del Lione contro i Rangers in Europa League.

Gli uomini allenati dall’ex Ajax, Peter Bosz, sembrano aver trovato la quadra con due vittorie in fila nelle ultime uscite di campionato, ma il gap con i parigini – ancora a punteggio pieno – è già di sette punti e un altro passo falso nello scontro diretto potrebbe, dunque, essere decisivo.

 Il 4-2-3-1 schierato dal tecnico olandese contiene il giusto mix di talento e gioventù per provare a scuotere le gerarchie dei fenomeni di Pochettino. Una gara che non vedrà, con ogni probabilità Kylian Mbappe tra i suoi protagonisti. Il fuoriclasse francese è, infatti, uscito con un trauma contusivo al piede sinistro dalla partita contro il Club Brugge di mercoledì e potrebbe essere preservato. Il match di domenica sarà anche l’occasione per consegnare Lionel Messi al tifo della Capitale francese. Il fuoriclasse argentino è atteso all’esordio davanti alla sua gente, dopo essere stato risparmiato la settimana scorsa contro il Clermont. L’anno passato fu la rete corsara del giovane Kadewere a decidere la contesa a favore dell’OL, ma la musica quest’anno sembra decisamente cambiata.

Valutazione: ⭐⭐⭐⭐ (4/5)

Ciclismo, Mondiali 2021, Prova a Cronometro, Domenica 19 settembre, Rai Sport e Eurosport

Con la crono uomini Elite di domenica prende il via la settimana iridata in Belgio. I 43,3 km che collegano Knokke-Heist a Bruges avranno come incognita principale il vento, visti gli appena 78 metri di dislivello complessivi. Un percorso per specialisti puri e che si esaltano nel fondo. L’Italia lancia nella mischia Edoardo Affini e soprattutto il Campione del Mondo in carica Filippo Ganna. Il gigante di Verbania vuole vendicare l'oro europeo sfuggitogli dalle mani per pochi secondi, ma dovrà sfatare la maledizione legata al chilometraggio elevato. Nelle prove condizionate dalla lunga distanza, infatti, Ganna si è visto recentemente battuto, in un anno contraddistinto dalla preparazione per le prove olimpiche su pista.

Gli occhi del Belgio saranno rivolti ai due cavalli di razza della categoria: Wout Van Aert e Remco Evenepoel, entrambi protagonisti molto attesi, se non altro per correre da padroni di casa. Mentre sul primo qualsiasi altra parola sarebbe superflua, nei riguardi del talento classe 2000 è doveroso evidenziare come stia ritrovando il giusto ritmo di pedalata dopo un anno travagliato e le due recenti prove del Campionato Europeo – terzo a crono e secondo alle spalle di Colbrelli nella gara in linea – lo hanno certificato.

L’Italia dovrà, poi, difendersi dagli attacchi provenienti dalla Svizzera, che può schierare i due “Stefan”. Kung e Bissegger sono dotati di ottima resistenza, abili nelle crono lunghe e piatte come quella delle Fiandre. Il neo Campione Europeo, in particolare, ha la grande possibilità di riportare il titolo in terra elvetica a 11 anni dal successo dell’immenso Cancellara. Grande assente Primoz Roglic, il quale si dedicherà solamente alla prova in linea dando spazio a un altro grande fenomeno del pedale come Tadej Pogacar.

Valutazione: ⭐⭐⭐⭐ (4/5)

ULTIME CONSIDERAZIONI SPARSE

Nato a Rimini il 5 luglio 1996. Laurea magistrale in Management all’Università di Trento ma di cose realmente gestite finora riporta la “mise en place” di alcuni ristoranti in riviera e la sistemazione dei lettini in spiaggia. Terzinaccio generoso dotato di un sinistro considerevole, più deciso che mai a saziare la sua insanabile voglia di sport parlandone. Sogna di vedere suo padre festeggiare la vittoria della Champions League della Juventus e, personalmente, di assistere ad una partita all’American Airlines Center di Dallas gridando “Luka Doncic step back” con in sottofondo un “mamma butta la pasta” del mitico Dan Peterson.

Cos’è sportellate.it

Dal 2012 Sportellate interviene a gamba tesa senza mai tirarsi indietro. Sport e cultura pop raccontati come piace a noi e come piace anche a te.

Newsletter
Canale YouTube
clockcrossmenu