Article image
3 min

- di Ignazio Campanella

Il pagellone di Inter-Real Madrid (0-1)


L'Inter domina per un'ora, ma non concretizza. Il Real esce alla lunga e si prende l'intera posta in palio. Pagano i cambi di Ancelotti, per niente quelli di Inzaghi.


Inter

Handanovic: 6

Inoperoso o quasi per buona parte del match. Senza colpe in occasione del gol di Rodrygo.

Skriniar: 7,5

Prestazione eccezionale dello slovacco, saltato una sola volta da Vinicius. Un muro in occasione dei maggiori pericoli creati dai Blancos.

De Vrij: 6

Serata non facile per il centrale olandese al quale viene affidato il compito di marcare Benzema. Se la cava piuttosto bene. Resta il dubbio che potesse fare qualcosa in più in occasione del gol.

Bastoni: 5,5

Bene in fase difensiva, molto meno in impostazione. Tanti palloni persi che sarebbero potuti costare caro.

Darmian: 6,5

Primo tempo ottimo per il laterale nerazzuro. Coraggioso in fase offensiva, si dimostra una spina nel fianco della difesa madridista.

Brozovic: 7

Partita a tutto campo del centrocampista croato. Un dilemma per gli avversari costantemente costretti ad inseguirlo.

Barella: 6,5

Nella prima frazione è ingiocabile per i pari ruolo in maglia bianca, dominando sulla destra insieme a Darmian. Cala vistosamente nella ripresa.

Calhanoglu: 5,5

Prestazione incolore per il turco che per la maggior parte del tempo fatica a trovare spazio e posizione. Da lui ci si aspetta decisamente di più in queste partite.

Perisic: 6

Poco coinvolto nel gioco dei nerazzurri, quando chiamato in causa mette un bel cross sulla testa di Lautaro. Ordinato nel contenere Carvajal.

Lautaro Martinez: 6,5

Inizia subito bene con un filtrante di prima per Dzeko. Ci mette il cuore in ogni azione. Doveva far meglio in occasione del colpo di testa.

Dzeko: 6

Nell'ottimo primo tempo nerazzurro l'attaccante bosniaco sembra quello più in difficoltà insieme a Calhanoglu. Meglio nella ripresa, in cui si rivela prezioso nel gioco di sponda.

Dumfries: 6

Approccia timidamente sbagliando qualche appoggio facile. Poi un paio di belle corse sulla destra ed una diagonale che fa ruggire San Siro. Tagliato fuori in occasione del gol.

Dimarco: 5,5

Non pronto a questi palcoscenici. Mai propositivo sulla sinistra ed incerto in difesa.

Vidal: 5,5

Tante corse vuoto e poca incisività proprio nel momento in cui all'Inter sarebbero servite energie e cattiveria per portarla a casa.

Correa: 5

Per nulla sceso in campo, impalpabile fino al novantesimo.

Vecino: 5

Sarebbe da sv, se non fosse che si perde Camavinga in occasione del gol. Errore fatale.

Inzaghi: 6

7 per l'atteggiamento e la qualità che la squadra riesce a mettere in campo nel primo tempo. 5 per la gestione dei cambi: frettolosi ed inefficaci.

Real Madrid

Courtois: 7,5

Para tutto quello che c'è da parare, salvando il Real in più occasioni. Strepitoso sul colpo di testa di Dzeko.

Carvajal: 6

Ordinato e preciso nella prima frazione di gioco, nella quale si mette in mostra con un paio di diagonali. Bene nella ripresa in fase di spinta.

Militao: 5,5

Un po'sconfusionato, non sempre riesce a star dietro a Lautaro. Ancora da registrare l'intesa con Alaba.

Alaba: 6

Gioca da centrale come spesso gli capita ultimamente. Vince ai punti il duello con Dzeko, anticipandolo più volte.

Nacho Fernàndez: 5,5

In difficoltà per buona parte del match. Non trova soluzioni a Darmian prima e Dumfries poi.

Modric: 6

Non bene nella prima frazione. Se il Real migliora nel secondo tempo è grazie alla sua gestione della palla.

Casemiro: 6,5

Solito motore a centrocampo, l'unico a tenere botta all'avanzata nerazzurra nei primi quarantacinque minuti.

Valverde: 6

Arranca per i primi sessanta minuti. Ha il merito di dare il via all'azione del gol.

Lucas Vasquez: 5,5

Prezioso jolly tattico che si rivela utile in fase di contenimento. Non pervenuto in fase offensiva.

Benzema: 6

Non la sua serata migliore. Fornisce la solita dose di qualità, ma quasi mai pericoloso in area di rigore.

Vinicius Jr: 5,5

Quando si accende sono sempre brividi. Per fortuna dell'Inter il brasiliano si rivela inconcludente. Rimproverato un paio di volte dai compagni in occasione di due contropiedi sprecati.

Camavinga: 6,5

Ancelotti lo butta nella mischia a dieci dalla fine. Il nuovo acquisto ripaga la scelta confezionando un assist al bacio per il gol di Rodrygo.

Rodrygo: 6,5

Invisibile fino al novantesimo, poi il gol partita. Il brasiliano si conferma bestia nera dell'Inter.

Asensio: s.v.

Ancelotti: 7

Buona la prima al ritorno in Champions del vincitore della decima. Azzeccatissimi i cambi che permettono ai Blancos di tornare a Madrid con tre punti.

ULTIME CONSIDERAZIONI SPARSE

Nato a Caltanissetta, classe ’94. Laureato in Economia Aziendale con un’ambiziosa ed utopistica tesi su una proposta d’introduzione del salary cap nel calcio europeo. Attualmente studente magistrale in Strategia, Management e Controllo. Nel frattempo, prova a scrivere di calcio e pallacanestro, visto che di pennellare come van Hooijdonk e tirare come Klay Thompson non se ne parla proprio. Sogna una conversazione a tavolino con Sarri, Bielsa e Popovich, meglio se accompagnata da una bottiglia di buon vino.

Cos’è sportellate.it

Dal 2012 Sportellate interviene a gamba tesa senza mai tirarsi indietro. Sport e cultura pop raccontati come piace a noi e come piace anche a te.

Newsletter
Canale YouTube
clockcrossmenu