Article image
, ,
4 min

- di Alberto Fabbri

Guida ai migliori eventi sportivi del weekend


Mini guida con tanto di voto in stelline, agli eventi sportivi del weekend che non dovreste perdere


Formula 1, Gran Premio d'Italia, circuito di Monza. Domenica 12 settembre ore 15.00, Sky Sport Formula 1

L’avvincente stagione prosegue la sua fase incandescente sul circuito di Monza. I lunghi rettilinei i in cui i piloti saranno impegnati a pieno range renderanno lo scenario italiano il luogo ideale per il cruento duello sportivo che il "circus" ci sta regalando. Max Verstappen e Lewis Hamilton sono i protagonisti indiscussi dei media, con talmente tanta risonanza da far passare in secondo piano la sfilata “rossa” lungo i tornanti brianzini.

Perez e Bottas saranno chiamati ancora una volta a svolgere il ruolo di “eroi senza mantello”; ma anche con queste veci la loro funzione dovrà essere propedeutica all’intercetto di una buona strategia di gara, svolgendo un ruolo primario nel successo o nell'insuccesso del tourbillon di soluzioni che ogni weekend crea grattacapi agli ingegneri di pista.

Una menzione anche ai piloti del cavallino, che al gran premio di casa si troveranno di certo condizionati dal calore che arriverà dai prati del circuito e perciò spronati ad auspicarsi anche un insperato podio: chissà se ciò si rivelerà più di una semplice illusione.

Circuito di Monza

Valutazione: ⭐⭐⭐⭐⭐ (5/5)

Tennis, Finali Us Open, Sabato 11 e Domenica 12 Settembre, ore 22:00, Eurosport

Questo fine settimana potrebbe essere uno dei più significativi della storia del tennis: con l’eventuale quarto trionfo a New York Nole Djokovic completerebbe il Grande Slam, impresa che il solo Rod Laver riuscì a realizzare nell’era Open nel lontano 1969. Proverà a fermarlo già stanotte il tedesco Zverev, apparso in grande spolvero durante le due settimane newyorkesi e già giustiziere del serbo nel torneo olimpico. Il match andrà in scena dopo la fine della prima semifinale (ore 21:00) in cui Daniil Medvedev e Felix Auger-Aliassime si contenderanno l’altro posto per la finale di domenica.

Nel tabellone femminile si è invece assistito al classico “non succede, ma se succede...”. Straordinari i percorsi di entrambe le finaliste: la canadese Leylah Fernandez a soli 18 anni ha eliminato 3 delle prime 5 teste di serie (Osaka, Svitolina e in semifinale Sabalenka); dall’altra parte la (quasi) 19enne inglese Emma Raducanu è divenuta, senza nemmeno cedere un set, la prima qualificata in grado di giungere fino alla finale.

Le favole delle due teenagers si intrecceranno proprio nell’atto conclusivo. L’ultima finale così “giovane” risale al 1999, quando Serena Williams vinse il suo primo Major battendo Martina Hingis. Visto il precedente, siamo certi di poter assistere ad uno spettacolo memorabile.

Valutazione: ⭐⭐⭐⭐⭐ (5/5)

Calcio, Serie A, Napoli - Juventus, sabato 11 settembre ore 18.00, DAZN

Il Napoli e gli acerrimi rivali juventini si sfideranno sabato alle 18:00 allo stadio Maradona. La prima grande classica stagionale è, infatti, pronta ad accendere i riflettori sulla serie A. L’intento di captare la reazione del popolo bianconero ad una partenza tutt'altro che esaltante e condita pure dall’addio sul gong di Cristiano Ronaldo è pressoché scontata, ma d'altra parte il Napoli sa di poter cogliere un’importante occasione per proseguire la propria striscia di vittorie ed "azzannare" una diretta concorrente.

La squalifica di Osimhen è stata ridotta ed anche il nigeriano (salvo scelte tecniche) farà parte dell’incontro. Da un’ottima notizia in casa partenopea se ne contrappone invece una negativa sponda juventina, che a causa di un affaticamento non rischierà Chiesa per questa uscita. Si prospetta una partita ricca di suspense e di emozioni: sarà interessante curiosare lo schieramento tattico juventino, che con l'addio di Ronaldo e la mancanza di Chiesa dovrà per forza di cose rivitalizzare le risorse che fino a qui non hanno portato i benefici auspicati.

Allegri è chiamato a dare assaggio delle sue doti manageriali.

Insigne e Kulusevski.

Valutazione: ⭐⭐⭐⭐✨ (4,5/5)

Calcio, Premier League, Leicester-Manchester City, sabato 11 settembre ore 16:00, Sky Sport

Riparte dal King Power Stadium la rincorsa al vertice del Manchester City di Guardiola. La macchina perfetta di Pep, dopo un inizio balbettante sembra già in modalità “pilota automatico” come testimoniano i due 5-0 rifilati a Norwich e Arsenal nelle ultime uscite in Premier League. Avversario di sabato è il Leicester, in quello che è un remake del recente Community Shield vinto proprio dalle Foxes grazie alla rete dell’ex Ịheanachọ. Gli uomini allenati da Brendan Rodgers vivono la stessa situazione in classifica dei Citizens, con due vittorie intramezzate dal tonfo dell’Olympic Stadium contro il West Ham.

Gli ospiti dovranno fare a meno di due pedine fondamentali come Ederson e Gabriel Jesus, fermati dal regolamento FIFA (in accordo con la CBF, la Federazione Brasiliana). Un vero e proprio caso politico che impone uno stop di cinque giorni (dal 10 al 14 settembre) ai giocatori di Premier League che non hanno risposto alla chiamata del Brasile nell'appena trascorsa finestra di gare. Piove, dunque, sul bagnato tra i pali del City, già colpiti dalla positività del secondo portiere Steffen e costretti a schierare il 36 enne Scott Carson, alla seconda presenza nel massimo campionato inglese dal 2011. In casa Leicester – prossimo avversario del Napoli in Europa League – non ci dovrebbero essere particolari sorprese nell’undici iniziale, con Jamie Vardy a guidare l’attacco, a supporto del quale gireranno Maddison e Barnes.

Mentre gli occhi del mondo saranno rivolti ad Old Trafford per seguire la seconda vita di Cristiano Ronaldo con i Red Devils, l'altra metà del cielo di Manchester proverà a rimettere in chiaro le gerarchie, almeno in patria.

Jamie Vardy.

Valutazione: ⭐⭐⭐⭐ (4/5)

ULTIME CONSIDERAZIONI SPARSE

Nato a Rimini il 5 luglio 1996. Laurea magistrale in Management all’Università di Trento ma di cose realmente gestite finora riporta la “mise en place” di alcuni ristoranti in riviera e la sistemazione dei lettini in spiaggia. Terzinaccio generoso dotato di un sinistro considerevole, più deciso che mai a saziare la sua insanabile voglia di sport parlandone. Sogna di vedere suo padre festeggiare la vittoria della Champions League della Juventus e, personalmente, di assistere ad una partita all’American Airlines Center di Dallas gridando “Luka Doncic step back” con in sottofondo un “mamma butta la pasta” del mitico Dan Peterson.

Cos’è sportellate.it

Dal 2012 Sportellate interviene a gamba tesa senza mai tirarsi indietro. Sport e cultura pop raccontati come piace a noi e come piace anche a te.

Newsletter
Canale YouTube
clockcrossmenu