Article image
5 min

- di Andrea Ravasi

Guida turistica per l'Europeo itinerante: Londra

.

La dinamicità, la multiculturalità e il senso di disordine organizzato sono tre dei motivi per cui Londra merita di essere visitata e di essere una città di cui innamorarsi per molti.

                                                                                     “Nobady is healthy in London, nobady can be”

Jane Austen


Ormai sono diverse le volte che sono stato a Londra per svariati motivi ed ogni volta è sempre bello apprezzarne un lato diverso, scoprire un nuovo angolo e perdersi camminando in quella che ormai è una babilonia moderna. L’intreccio tra diverse culture, la vecchia Londra e le nuove costruzioni della City e di Canary Wharf genera qualcosa di unico e difficilmente trovabile in altre città europee.

Canary Wharf illuminata durante una sera londinese

Oltre alla struttura architettonica della città che ti permette di ammirarne e apprezzare i contrasti, dove le diverse culture si intrecciano e condividono gli spazi in un esempio di integrazione che permette a tutti di crescere e migliorarsi, Londra rappresenta anche uno snodo fondamentale sia per letteratura che per la musica, non solo inglese ma europea. A Londra si possono seguire le tracce di Sherlock Holmes ripercorrendo i lui descritti da Doyle nei suoi libri o andare a far visita al Globe theatre reso celebre da Shakespeare.

Ancora si possono riscoprire i luoghi di David Bowie e il memorial dedicato al Duca Bianco, attraversare le strisce pedonali ad Abbey Road cercando di non essere investiti da un “Black Cab” o ancora andare in Berwick Street a Soho all’alba cercando di emulare la copertina di "(What’s the Story) Morning Glory?" degli Oasis fermandosi, successivamente, ad ammirare e comprare i vinili nello storico negozio Reckless Records – che si vede anche sulla copertina dell’album – o da Sister Ray entrambi presenti, così come molti altri, all’interno dell’ex zona a luci rosse della città.

L'album della consacrazione degli Oasis

Londra non è solamente architettura, letteratura, musica o teatro (vedere un’opera teatrale a Londra in uno degli storici teatri inglesi è qualcosa di appagante), ma ovviamente è anche tanto calcio o football (non calcio con la F).


A mio avviso Londra è LA città del Calcio a livello europeo, camminare e ammirare in sequenza Stamford Bridge incastonato tra le case di Chelsea, l’imponenza dell’Emirates e del nuovo White Hart Lane oppure l’Olympic Stadium e il parco che lo circonda o ancora Craven Cottage che domina il Tamigi, solo per nominare i più celebri, è possibile solamente nella capitale inglese. Oltre agli stadi ovviamente ci si ritrova nei pub per vedere le partite che siano di calcio o rugby respirando un’atmosfera che ti trascina in un movimento corale che può passare dalla gioia alla delusione replicando la stessa atmosfera che si può assaporare all’interno di uno degli stadi sopracitati.

L'Emirates al tramonto

Se andate a Londra ovviamente non potrete mancare di visitare i vari parchi che la caratterizzano da Hyde Park a Greenwich per farvi una foto sul meridiano 0, oppure camminare tra le bancarelle di Camden Town o a Portobello Road e Notthing Hill. Sicuramente, se passate nella capitale inglese dovete soffermavi a Brik Lane o passare a Covent Garden. Un po’ all’esterno dalla zona 1 potete vistare Richmond ammirandone i Cervi o Primrose Hill per avere una visione dello skylane londinese al completo, senza dimenticare Finnsbury Park storica location per molti concerti come quello del 2002 degli Oasis.

UN POSTO A LONDRA

Vista su Sant Paul

Scegliere un posto a Londra per quanto mi riguarda è molto complicato, ci sono numerose location che meritano di essere visitate e apprezzate. Visitando Londra è sempre bello accedere alle sue terrazze che ti permettono di avere una vista delle città differente facendotene apprezzare le altezze. In particolare, i rooftop che più apprezzo sono quelli della One New Change che ti permettono di apprezzare dall’alto la vista su Southbank e sulla cupola di Saint Paul e la terrazza dello Sky Garden con vista sullo Shard e su tutta Londra. Sempre per rimanere in alto ci sono poi le terrazze e i Lounge Bar dello Shard che ti permettono di ammirare Londra a 360° o quelle di The Gherking per sorseggiare un cocktail con vista su Londra illuminata di notte.

COSA MANGIARE A LONDRA

Come dicevamo all’inizio di questa breve guida personale di Londra, Londra è una città multietnica dove si può mangiare ogni tipologia di cucina spaziando da una buona Pizza, a un Pollo al Curry, da un Fish and Cips nel più classico dei pub a un sushi al 70esimo piano di un grattacielo. Personalmente i posti che apprezzo di più a Londra per mangiare sono i Food Market, dove puoi scegliere, in base all’ispirazione del momento, il tuo piatto o street food preferito da hamburger a paella, da zuppa thai a carne alla brace.

Sicuramente il Borough Market è il più famoso tra i food market di Londra anche se il mio preferito rimane il Mercato Metropolitano a Elephant and Castle. Dove si ha la possibilità di assaggiare diverse tipologie di cucina in uno spazio dedicato solamente al cibo potendosi rilassare con gli amici all’aperto con prezzi non londinesi.

I food market sono la vera tradizione culinaria londinese in quanto ti permetto di apprezzarne la multiculturalità e assaggiare diverse tipologie di pietanze senza fare lo sforzo di rincorre i ristornati in cerca di un posto. Ovviamente, c’è sempre la possibilità di mangiare un ottimo fish and chips o un piatto di mac & chees.

WEMBLEY: IL TEMPIO DEL CALCIO

Wembley

In precedenza, parlavamo di come Londra sia la città del calcio. Se devo pensare a due stadi che caratterizzano la mistica del calcio, personalmente, individuo San Siro per legami affettivi e Wembley per tutto ciò che lo circonda. Wembley per tutte le generazioni che hanno seguito il football è stato il tempio del calcio inglese prima con le sue torri inconfondibili e poi il suo arco sono un’accoglienza per gli appassionati di calcio e non. Oltre agli eventi calcistici Wembley ospita anche concerti, indimenticabile, nel vecchio Wembley il live dei Queen per il Live Aid. Sotto il punto di vista architetturale Wembley ha una caratteristica quasi unica, infatti presenta una semi-copertura retraibile così da coprire tutti i 90 mila posti a sedere in caso di maltempo. Grazie alla sua struttura ottimizzata per permettere la miglior acustica possibile, siamo sicuri che il Ruggito di Wembley si sentirà anche con 23 mila spettatori.

LE PARTITE IN PROGRAMMA

Wembley sarà lo stadio che vedrà ospitare più partite di questi Europei itineranti infatti, oltre alle gare dei gironi dell’Inghilterra contro Croazia, Scozia e Repubblica Ceca ci saranno 2 ottavi entrambe le semifinali e la finale degli Europei che vedrà la nazionale vincente alzare la coppa sotto l’arco di Wembley.

ULTIME CONSIDERAZIONI SPARSE

Nato nel 1994 a Treviglio (BG), laureato in Management presso l'Università L. Bocconi. Tifoso interista dalla nascita e amante del calcio, un poco di buona musica non guasta mai. Collaboratore @Sportellate.

Cos’è sportellate.it

Dal 2012 Sportellate interviene a gamba tesa senza mai tirarsi indietro. Sport e cultura pop raccontati come piace a noi e come piace anche a te.

Newsletter
Canale YouTube
clockcrossmenu