Article image
,
2 min

- di Esperanto Sportivo

I libri del cuore di… Dario Vismara


Secondo appuntamento di questa rubrica. Una volta al mese, chiederemo a un personaggio rinomato nel mondo della scrittura e del giornalismo sportivo i suoi cinque libri preferiti.


Dario Vismara è uno dei maggiori esperti a livello nazionale di NBA. Collaboratore e telecronista di Sky Sport NBA, caporedattore del basket NBA per L’Ultimo Uomo, traduttore di diversi libri di sport (tra cui “Eleven Rings” di Phil Jackson e “Herr Pep” di Martì Perarnau) e affamato lettore, attualmente dorme poco e vive tanto a causa dei playoff NBA.

Dario Vismara con Federico Buffa

1 – FEBBRE A 90’ di Nick Hornby

“Scontato? Abusato? Ipercitato? Può essere, però nel mio cuore e sulla mia libreria (in doppia copia, sia italiana che inglese) non può mancare. Un libro sull’ossessione di chi vive ogni anno come se cominciasse a settembre e non a gennaio come le persone normali, e per chi ricorda cosa facesse in quel dato periodo di tempo ricordandosi come prima cosa quale maglia indossasse la propria squadra del cuore. Almeno però non sono finito a tifare Arsenal”.

"Febbre a 90" di Nick Hornby

2 – THE BOOK OF BASKETBALL di Bill Simmons

“Dite quello che volete del vecchio Bill, che non regala più un’opinione decente da anni ormai, ma è il Vince MacMahon della scrittura sportiva statunitense: li ha iniziati tutti lui. Il suo libro-manifesto è una dichiarazione d’amore alla storia della NBA, nonché capostipite di uno stile di scrittura “bloggistica” che ha un prima e un dopo. La sua legacy, al netto di tutto, rimane gigantesca”.

"The book of basketball" di Bill Simmons

3 – THE FRANCHISE di Brian Windhorst e Terry Pluto

“Se ho una predilezione per i Cleveland Cavaliers è quasi esclusivamente per questo libro, che ho letto mentre preparavo la mia tesi di laurea su LeBron James. Le traiettorie della franchigia più sfigata della NBA e del più prodigioso talento mai visto nell’Ohio si incrociano nella maniera più improbabile, con un allineamento di pianeti semplicemente irripetibile. Poi la parabola è tornata giù appena se ne è andato (due volte), però quel titolo del 2016 rimane nella storia”.

Le Bron James con il titolo NBA e il premio di MVP delle Finals 2016

4 – BLACK JESUS di Federico Buffa

“A rileggerlo oggi forse non si capirebbe la metà delle cose che scriveva, ma cercare di capire di cosa stesse parlando, di potersi in qualche modo arrampicare fino al suo livello intellettivo era (ed è) quello che rende così affascinante la figura dell’Avvocato. Non hai davvero la “Disease” se non hai letto più volte questo libro e se le parole “Raymond Lewis” non ti provocano un brivido lungo la schiena”.

"Black Jesus. The Anthology" di Federico Buffa

5 – LA CADUTA DEI CAMPIONI di L’Ultimo Uomo

“Prendo quest’ultimo libro perché rappresenta un lavoro collettivo e cerco di estraniarmi dal fatto che si tratta di amici e colleghi con cui ho condiviso tutto il percorso praticamente fin dall’inizio del sito. Però prima ancora di collaborare con l’Ultimo Uomo ricordo come fosse ieri il fomento che avevo provato leggendo i primi articoli, lunghissimi, che provavano davvero a fare qualcosa di diverso. Nel nostro piccolo, credo che un solco lo abbiamo lasciato: questo libro lo rappresenta, ma ci sono dietro quasi 8 anni di lavoro sensazionale”.

"La caduta dei campioni" di L'Ultimo Uomo

Redazione Esperanto Sportivo

ULTIME CONSIDERAZIONI SPARSE

Il linguaggio universale che unisce appassionati di sport e lettura.

Cos’è sportellate.it

Dal 2012 Sportellate interviene a gamba tesa senza mai tirarsi indietro. Sport e cultura pop raccontati come piace a noi e come piace anche a te.

Newsletter
Canale YouTube
clockcrossmenu