Article image
,
2 min

- di Carlo Cecino

Considerazioni sparse post Parma-Sassuolo (1-3)


Tra gesti tecnici di spessore e atmosfera di fine anno, il Sassuolo nel derby emiliano mantiene viva la fiammella della qualificazione alla prima Conference League.


- Parma-Sassuolo è un derby emiliano con le due formazioni dalle motivazione agli antipodi. La parte di casa vive un'altra domenica che rappresenta l'ennesima tappa del purgatorio verso l'inferno della B, per la parte ospite è fondamentale gioire per mantenere vive le speranze di accedere alla prossima Uefa Europa Conference League. Ne esce un match che va a sprazzi, frutto di un ritmo della disputa da "penultimo giorno di scuola". Il Sassuolo, vuoi perché più forte di suo, vuoi perché punta ad ambire a qualcosa di fastoso, la porta a casa 3-1;

- Primo tempo in cui i neroverdi vogliono stritolare la retroguardia del Parma col gioco avvolgente tipico della banda di De Zerbi. In effetti così è, dopo le prime schermaglie di studio fra le due formazioni in campo, difatti Raspadori si guadagna un penalty che Locatelli trasforma. L'asse destro Muldur-Berardi incatena i Ducali, ma il Parma ha una fiammata accesa dal capitano veterano Bruno Alves: il centrale portoghese si inventa un gol del pari da cineteca tramite un colpo volante abbacinante;

- Comincia il Lato B della gara, Raspadori deve lasciare il campo infortunato e d'emergenza va centravanti Defrel, fin lì evanescente. Proprio l'ex Roma va in cielo e con una sforbiciata "degna di Bruno Alves" fissa il 2-1 tra gli imbambolati Alves e Dierckx. E' l'acuto che crea un canyon nella partita, il Sassuolo maramaldeggia con la difesa dei parmensi che regala praterie, Boga torna a esultare sfoderando un lussuoso mancino volante, Berardi coglie un palo fragoroso da fuori e a Parma festeggia un'altra volta la formazione che non indossa la maglia di casa (a proposito, i Crociati vestivano una divisa nera per il movimento Black Lives Matter);

- A 90 minuti dal termine del campionato, i neroverdi sono a -2 dalla Roma settima e sognano ancora di poter agguantare lo slot per conquistarsi l'Europa della Conference League. I capitolini nell'ultima giornata saranno a Spezia, il Sassuolo in casa con la Lazio. Di sicuro Berardi & co. sono autori di un campionato in cui hanno affastellato perle su perle e puntano a scollinare quota 60 gettoni. Quella odierna è la quarta affermazione consecutiva esterna per gli emiliani, frutto di un calcio lineare e florido di trame palla a terra, radicalizzato su cardini di gioco solidi e i giocatori conoscono i movimenti a menadito. Menzione d'onore per il tuttocampista Locatelli e per Consigli che tra i pali da diverse annate vola come un gatto. De Zerbi spera di regalare la Conference League ai suoi prima di lasciare - stando agli ultimi rumors - l'Emilia per la gelida Donetsk. Ad ogni modo tanto di cappello al tecnico bresciano sbarcato al Mapei Stadium tre anni fa;

- Infarcito di giovani, senza 14 giocatori indisponibili e abbottonato in un 5-3-2 anacronistico per il calcio di oggi, il Parma saluta il Tardini con l'ennesimo k.o., in coda a una stagione partita male e conclusa malissimo. Krause ha investito tanto, ma non virtuosamente come si augurava, basandosi su acquisti primari scoordinati in un roster impregnato di svogliatezza. Inoltre il reparto offensivo dei Ducali è di un livello tecnico così striminzito che necessiterà di un restyling pesante per impostare un campionato da protagonista nell'imminente cadetteria.

ULTIME CONSIDERAZIONI SPARSE

Carlo Cecino, giovane trevigiano di belle speranze. Nato il 18/05/1994 durante la meravigliosa notte di Atene, col Milan che sculacciava il Barcellona di Cruijff, si appassiona fin dal primo ciuccio allo sport. Segue con fervore il basket, con i San Antonio Spurs in cima alle ricerche. Entrare nel mondo giornalistico sportivo è il sogno, ma anche diventare il magazziniere dello spogliatoio dei New York Knicks non sarebbe male. Gli idoli sono Valerio Fiori e DeShawn Stevenson, oltre a Federer, leggenda vivente del tennis.

Cos’è sportellate.it

Dal 2012 Sportellate interviene a gamba tesa senza mai tirarsi indietro. Sport e cultura pop raccontati come piace a noi e come piace anche a te.

Newsletter
Canale YouTube
clockcrossmenu