Article image
,
2 min

- di Lorenzo Piscaglia

Considerazioni sparse post quarti di finale Vigo Open World Padel Tour


Il venerdì è il giorno più bello della settimana perché è il giorno in cui si giocano i quarti di finale del World Padel Tour.


- Galan e Lebron continuano la loro striscia di vittorie consecutive post Alicante annientando, agli ottavi di finale, Gil-Alba concendendo loro 1 game in 2 set, e ai quarti Moyano-Rico 6-2 6-2. Il campo lento di Vigo non impedisce loro di imporre il loro gioco ultra aggressivo e le due partite lasciano poco amaro in bocca agli sconfitti. Da citare l’ottimo torneo comunque giocato da Moyano e Rico che sconfiggono agli ottavi Botello-Ruiz con un ottimo 7-6 6-1. Lineare anche l’ascesa alle semifinali per la coppia Navarro-Di Nenno che vincono agilmente con Lijo-Allemandi e Leal-Semmler. A quest’ultimi la palma di rivelazione del torneo per aver raggiunto i quarti di finale iniziando il loro percorso dalla fase pre-previa. Abbassiamoci il cappello di fronte a questi due promettentissimi ragazzi.

- Nella parte alta del cuadro femenino invece Salazar-Triay faticano tanto contro le ritrovate "Alayetos", tre lunghissimi set terminati 6-4 5-7 6-3 a favore delle #1 che volano in semifinale. Sembravano tornate a regime ed invece cadono ancora, questa volta ai quarti, Las Martas, che dopo il doppio scalpo firmato Osoro-Iglesias a Madrid ed Alicante, perdono contro Brea-Icardo. Pure qui 3 asfissianti set: 6-3 6-7 6-4. Brea-Icardo raggiungono così la loro seconda semifinale su tre tornei disputati.

- Prima semifinale invece per Riera-Llaguno che vincono un sorprendente match contro Sainz-Gonzalez con un 6-4 6-0 poco incline alle polemiche. Sfideranno un’altra delle nuove coppie giovani che sta iniziando a prendere confidenza con il cuadro final: Osoro-Iglesias. Le loro caratteristiche sembrano matchare perfettamente, combinando gamba, potenza ed intelligenza tattica. Ai quarti battono in 3 set Eli Amatriain e Sofi Araujo e si aggiudicano anche loro la seconda semifinale consecutiva.

- La parte bassa del tabellone maschile era nettamente la più interessante, a causa soprattutto del match di cartello del venerdì: Stupa-Ruiz vs Lima Tapia. Ne escono due set in cui El Mozart de Catamarca dimostra al mondo che ha sete di trofei: alterna smash dal fondo, sia da sx che da dx, a recuperi eccezionali, offrendo in realtà una gamma di colpi sia da fondo che in volee invidiabili. Vedremo se basterà in semifinale contro l’altra vincente della parte bassa: Bela-Sanyo. I due maestri del gioco faticano più del previsto contro altrettanti veterani del circuito come Maxi Sanchez e Luciano Capra. Chiudono in 3 set 6-3 3-6 6-2. 

- Le semifinali di oggi sono imperdibili diciamocelo. Tapia-Lima vs Bela-Sanyo sicuramente il match da cerchiare in rosso sul calendario. Interessante anche lo scontro tra ex compagni come Lebron e Paquito che si troveranno contro paralleli sul campo di gioco. Anche in campo femminile c’è tantissima curiosità per la semifinale a sorpresa tra Osoro-Iglesias e Riera-Llaguno. L’argentina e la sevillana possono dimostare di valere una finale, sicuramente aggrediranno il match fisicamente come in poche coppie possono fare. Salazar-Triay e Brea-Icardo a chiudere il tabellone femminile. Forse la partita più scontata, ma nel padel mai direi mai...

ULTIME CONSIDERAZIONI SPARSE

Classe '92. Crede fortemente che il simbolo della perfezione estetica sia stato il jumper di Kobe Bryant. Noto ai più come conduttore del podcast fantacalcistico Fattore Campo tende a ripetere la stessa identica frase ogni lunedì mattina post calcolo della giornata: "Non c'è fortuna per gli artisti". Ah, particolare sfuggito: Mourinho è il suo vero padre.

Cos’è sportellate.it

Dal 2012 Sportellate interviene a gamba tesa senza mai tirarsi indietro. Sport e cultura pop raccontati come piace a noi e come piace anche a te.

Newsletter
Canale YouTube
clockcrossmenu