Article image
2 min

- di Marco Massera

Considerazioni sparse post Evans-Djokovic (6-4 7-6)


Il suddito di Sua Maestà giustizia a sorpresa un Djokovic remissivamente falloso. Grossa sorpresa sì, ma a conferma del buon momento di Evans.


- In un fresco pomeriggio vista mare al Country Club di Montecarlo arriva la prima grande sorpresa del torneo. Dopo l'eliminazione di un furioso Zverev sbattuto fuori da Goffin, capitola anche il numero uno del seeding Novak Djokovic, decisamente un altro giocatore rispetto a quello visto contro Sinner soltanto ieri;

- Partita fallosa quella di Djokovic, intortato dai continui cambi di ritmo di laser-back Evans: dal britannico arrivano palle corte e slice come se piovesse, ma quello che stupisce è l'atteggiamento piuttosto remissivo di Djokovic specie negli ultimi game. Dopo una serie positiva di 10-0 nel 2021 una giornata storta ci può stare, a ricordarci che anche Nole è umano;

- Fotografia della partita: Evans serve per il match. 15-15. Nole non ferma il gioco nonostante un primo servizio ampiamente fuori, continua e perde il punto. Errore arbitrale, certo, ma la sensazione è quella di un Djokovic distratto e non troppo scontento di guadagnare la via degli spogliatoi. Anche i robot hanno un cuore;

- La sorpresa c'è tutta, ma per chi ha seguito l'inizio 2021 di Evans la vittoria di oggi è solo una conferma dell'ottimo livello di tennis sciorinato dall'uomo di Birmingham. Alle già presenti qualità di gioco spiccatamente offensive, da frequentatore della rete (dritto, serve and volley e bacckone basso), Evans ha aggiunto una solidità da fondo e una tenuta fisica a lui inedita. Già la partita con Federer a Doha, e quella con Musetti in terra sarda, avevano mostrato un Evans insolitamente tignoso, battuto solo in volata finale;

- Unite il tutto ai buoni risultati degli ultimi mesi di Evans (tra cui finale al 250 di Melbourne 2, che gli è valsa il best ranking di 26) e abbiamo una prospettiva: al di là di come finirà il torneo, il tennis di Evans è in crescita e non è un caso che sia stato lui a sfruttare la giornata negativa del Djokovic di oggi (obiettivamente l'unico modo di batterlo). Goffin ai quarti è decisamente un'occasione interessante, ma come ben sappiamo la cosa più difficile dopo aver buttato fuori un top 3 è confermarsi al turno successivo. Vedremo se ne sarà in grado.


 

ULTIME CONSIDERAZIONI SPARSE

Nato il 01/01/1996 chiedendosi perché tutti gli facessero gli auguri. Di buon anno. Cremonese di nascita, milanese d’istruzione. Laurea in Comunicazione, Media e Pubblicità e Master in Arti e Mestieri del Racconto, tutto in IULM. Creativo da tastiera. Scrittore, ex-tennista, cinemaniaco. Segue uno stile ma non la moda. Ama la letteratura americana, la Toscana e i fumetti di Corto Maltese.

Cos’è sportellate.it

Dal 2012 Sportellate interviene a gamba tesa senza mai tirarsi indietro. Sport e cultura pop raccontati come piace a noi e come piace anche a te.

Newsletter
Canale YouTube
clockcrossmenu